^ PSYCH-K®: il cambiamento di credenze

Abitudini, Convinzioni, Eventi dal Vivo 23 Comments »

Ciao,

come cambierebbe la tua vita se tu potessi cambiare le tue credenze?

Cambierebbe? Rimarrebbe la stessa?
Eppure le credenze possono realmente condizionare una vita intera! :-(

Non ci credi? Pensaci un attimo… se tu non sei convinto (per vari motivi TUOI…) di poter realizzare quel tuo sogno od una particolare impresa, come puoi pensare di riuscire a farcela? È sicuro che non ce la farai! :-(

E cosa accadrebbe invece se tu riuscissi a cambiare il tuo modo di pensare? Non credi che cambierebbero i tuoi comportamenti? ;-)

E’ possibile?

Esiste una tecnica speciale

PSYCH-K®: il cambiamento di credenze.

Forse è la prima volta in cui ne senti parlare… già… figurati che io l’ho scoperta per caso la prima volta leggendo lo straordinario libro del Biologo Dott. Bruce Lipton“La biologia delle credenze” di cui abbiamo parlato nello scorso articolo.

Nel libro di Lipton, PSYCH-K® è appena accennato, ma si racconta della sua incredibile scoperta folgorante durante una dimostrazione ad un convegno in cui vi era anche il Dott. Robert Williams ovvero il fondatore di questa tecnica PSYCH-K®.

Dato che non si trova molto materiale in italiano a riguardo e che sono un curioso per natura… lo scorso febbraio ho preso e sono andato a Milano a fare un corso dal vivo con il Dott. Carlo Cannistraro! :-)

Al momento (in cui sto scrivendo) da quanto risulta nel sito http://www.psych-k.com ufficiale, gli istruttori certificati PSYCH-K® in italia sono solo due… questo per darti un’idea di quanto sia ancora poco conosciuta questa tecnica!

Durante un corso con il Dott. Carlo Cannistraro

Durante il corso PSYCH K con il Dott. Carlo Cannistraro

L’esperienza è stata davvero molto interessante e ciò mi ha fatto ulteriormente capire come spesso a parole “ce la raccontiamo” … ma tanto il nostro subconscio non mente! C’è poco da fare. :-D

Perchè ti dico questo?

Perchè siamo stati abituati dalle esperienze personali (considerate da noi, non positive) e dalla cultura sociale a construirci così tanti strati addosso, al punto da mascherare la nostra vera essenza.

Se ci aggiungiamo che oltremodo siamo stati educati a credere che il nostro destino è ormai segnato e legato ai geni che ci sono stati dati dai nostri genitori o dai nostri avi… allora abbiamo fatto davvero l’amplein!

Secondo le più recenti scoperte, in realtà è l’ambiente esterno che regola i nostri comportamenti…. comportamenti che sono vincolati e limitati dalle credenze che abbiamo.

La realtà è oggettiva, ma le nostre credenze, regolano la percezione che abbiamo della nostra realtà… e ci tengo a sottolineare od evidenziare la parola “nostra”!!! Abbiamo una nostra realtà!

Ebbene PSYCH-K® non fa altro che mettere in accordo la parte conscia con la parte subconscia della nostra mente.

Equilibra anche la parte destra e sinistra del nostro cervello che hanno delle caratteristiche completamente diverse fra loro.

Il Biologo Dott. Bruce Lipton, illustra come la velocità di elaborazione del nostro subconscio non ha neppure paragone rispetto a quella conscia: il subconscio (per fare un confronto in termini informatici) è in grado di elaborare a 40 Milioni di bit al sec, mentre la mente conscia è in grado di elaborare a 40 bit al sec;

ora alla luce di questi dati, cosa ti vien da credere? Quale fra le due parti della mente, avrà il controllo?

La parte razionale o la parte subconscia? Credo che avrai già capito.

Ebbene PSYCH-K®, permette di riscrivere dei programmi del nostro subconscio in modo che le due parti razionale (conscia) e subconscia, vadano di comune accordo, altrimenti sarebbe come avere una mente in cui le due parti giocano al tiro alla fune, ma una delle due vince praticamente sempre in quanto più forte… ed indovina un po’ qual è? La parte subconscia!

Ed aridagliè! ARGGHHHHHHHHHHHHHH!!! :roll:

PSYCH-K® permette di far questo in piena libertà, a patto che il subconscio lo voglia o sia pronto per quel particolare momento della vita di quella persona.

Occorre spesso un compromesso vantaggioso per il subconscio, al fine di acquisire una nuova credenza.

A volte può essere necessario cambiare qualche altra credenza collegata a quella problematica.

Come avviene questo? Con delle tecniche semplici, basate su dei test muscolari di comunicazione con la parte subconscia della persona.

Una volta cambiata ed acquisita quella credenza, sta a te fare un passo verso quel nuovo obiettivo agendo secondo nuovi comportamenti… ma capirai che cambiare una credenza è fondamentale perché è come abbattare dei muri che stavano fra te e la realtà oggettiva od il tuo obiettivo e che la tua antica visione o credenza, ti impedivano di raggiungere.

Indipendentemente da PSYCH-K … cambiare credenze… ti sembra una cosa da poco?

Un libro che mi sento di consigliarti per iniziare (che però è in inglese… in attesa del permesso di Rob Williams per una traduzione in italiano) é “PSYCH K: The Missing Peace in your Life!”:

Siamo stati educati a credere che occorrono anni e fatica per cambiare delle abitudini, credenze o comportamenti… magari con anni di analisi… eppure alla luce di quanto detto, avrei più di qualche dubbio in proposito. Per carita con questo non voglio fare polemica con i professionisti del settore… anzi, ve ne sono molti che sono bravi… è il sistema che non va!

La scienza si evolve, le conoscenze sono in divenire e se rimaniamo arroccati solo a ciò che conosciamo, credo che non riusciremo ad evolverci nella nostra pienezza.

Parleremo ancora di PSYCH-K® in altri articoli.

Buona notte e buon 25 aprile!

Giulio

NOVITÀ OTTOBRE 2011: Ringrazio Rolando del sito http://www.kinesiologiaperte.wordpress.com, per la segnalazione riguardo l’uscita del libro italiano “Utilizza la Tecnica Psych-K” di Robert Williams.

Presto farò una recensione sul libro per verificarne l’efficacia rispetto al corso dal vivo.

Tags: , , , , , , , ,

? L’ambiente influenza i geni?

Convinzioni, Cospirazione, Recensioni 1 Comment »

Ciao!

Siamo sempre stati educati a credere nell’ereditarietà genetica, quasi come una condanna passiva, a seconda di cosa abbiamo ereditato dai nostri genitori o antenati…

eppure secondo le più recenti scoperte scientifiche, sembra che

l’ambiente influenzi i geni!

E qua tocchiamo davvero un tasto molto caldo! Ohi, come brucia! 8O

Secondo il biologo di fama mondiale Bruce Lipton, ciò in cui crediamo determina ciò che siamo e non è il nostro DNA a determinare la nostra vita e la nostra salute!

Già… per dirla tutta, un bello scossone al paradigma scientifico!

Ed ovviamente (anche se le nuove scoperte dovessero rafforzare ulteriormente tale direzione scientifica), ne passerà di acqua sotto i ponti, prima che ciò venga accettato… non solo per scetticismo, ma diciamola tutta anche per interessi economici.

Basti pensare che ci sono voluti 250 anni per accettare che la terra non era piatta! :-(

Sempre secondo Bruce Lipton, il vero cervello di una cellula non è nel nucleo, ma è costituito dalla membrana… questo porta ad una conclusione sbalorditiva: i geni non controllano la nostra biologia, sono invece l’ambiente e le nostre convinzioni (o percezione della realtà) ad influenzare il comportamento delle nostre cellule.

Questo può avere delle conseguenze positive (o negative se non ci convinciamo del contrario) sulla vita delle persone, sul loro benessere ed sui loro comportamenti.

A mio parere sappiamo ancora poco sulle nostre potenzialità…

se sei appassionato e segui questo mio blog da un po’…  comincerai ad intuire quanto meno leggendo i vari articoli (relativi anche ai risultati di altre discipline, scoperte o tecniche innovative), che non è tutto così scontato su quanto siamo stati abituati a credere… a meno che vogliamo continuare ancora a farlo….

Nel 1952 il dottor Albert Mason tentò di guarire delle verruche ad un braccio di un paziente quindicenne tramite ipnosi (con tale pratica altri medici vi erano riusciti); quando il ragazzo tornò a farsi controllare una settimana dopo, Mason esultò per il fatto che il ragazzo era guarito…

quando Mason però fece vedere il ragazzo ad un collega chirurgo che aveva tentato senza successo dei trapianti di pelle, il chirurgo capì subito che non si era trattato affatto di verruche, ma di una malattia genetica letale chiamata ittiosi o xerodermia congenita.

Mason ed il ragazzo erano riusciti a fare qualcosa che fino ad allora era considerato impossibile: una perfetta guarigione della pelle e del braccio tornato perfettamente sano, nonostante una malattia letale!

La cosa non si ripetè più con successo in altri pazienti… ma la vera domanda da farsi è:

Come è possibile che la mente riesca a scavalcare la programmazione genetica, come nel caso appena visto? Come poterono le credenze di Mason (o del paziente) influenzarne gli esiti?

Dopo quanto detto, voglio consigliarti il libro straordinario del biologo Bruce Lipton“La Biologia delle Credenze”

La Biologia delle Credenzeovvero, come il pensiero influenza il DNA ed ogni cellula. In questo libro viene raccontata la storia del biologo Bruce Lipton, delle sue scoperte, dei suoi esperimenti scientifici, delle scoperte della nuova fisica quantistica e dei due aspetti della nostra mente conscia e subconscia e di come queste siano completamente diverse fra loro e come influenzino i nostri comportamenti.

Ti consiglio in proposito anche il DVD di (oltre 4 ore) “La Mente è più forte dei geni”, dove Bruce Lipton presenta le sue nuove scoperte.

Lipton, aveva capito che alla luce dei nuovi risultati delle sue ricerche, l’ambiente e le nostre convinzioni influenzano la nostra biologia. Aveva capito che i nostri comportamenti sono pilotati in automatico dal nostro subconscio, in base a quanto assorbito da piccoli (nei primi 6 o 7 anni di vita) dai genitori o dalle esperienze vissute (anche successive), ma non aveva capito come riscrivere realmente i nostri programmi mentali e come interrompere certe abitudini acquisite…

fino al incontro casuale e fatale durante un convegno con il dottor Robert Williams ed alla scoperta di PSYCH-K®

ovvero una tecnologia per riscrivere i programmi mentali.

Ne parleremo nel prossimo articolo, non mancare. ;-)

Buona serata,

Giulio

Tags: , , , , ,

* Una Pasqua di riflessione

Generale No Comments »

Ciao,

normalmente la Pasqua è considerata una festa di rinnovamento e di cambiamento interiore, soprattutto quasi come fosse una rinascita di noi stessi od un tempo di rinnovamento.

Mai più vere queste considerazioni, lo sono realmente in questo momento, dopo i fatti del terremoto dell’Abruzzo… persone che non vi sono più, persone che hanno perso i loro beni ed ancor peggio i loro familari, i loro parenti od i loro amici cari.

Persone che si ritrovano a dover ricominciare da zero…  a dover rinascere.

Ciò che mi ha colpito, è vedere unirsi tutti gli italiani nel portare solidarietà a queste persone… non contano più gli schieramenti politici, sociali o religiosi… conta l’uomo come essere umano… (sciacalli a parte che purtroppo esistono!).

Eppure questo principio dovrebbe valere sempre, non solo in queste circostanze terribili.

E’ sempre difficile usare delle parole in queste circostanze,…. però mi sono sempre chiesto…

Perchè questo sentimento di unione e comprensione fra le persone, non lo riscontriamo ogni giorno?

Corriamo, corriamo… ci affanniamo nelle nostre faccende affaccendati… ma per fare cosa? Dove andiamo?

Eppure ogni giorno, in ogni luogo, vi sono tante altre persone che lottano per le loro battaglie e tragedie di vario tipo e che spesso non hanno gli aiuti necessari od un sostegno di umanità. Perchè?

Credo che dovremmo tutti riflettere…

Auguro a tutti

una buona Pasqua serena e di riflessione.

 

Dal profondo del mio cuore,

Giulio 

Tags: , ,

^ Essere aperti alle possibilità (parte 2)

Eventi dal Vivo No Comments »

Ciao,

riprendendo il discorso della prima parte, volevo brevemente parlare dell’esperienza vissuta durante i tre giorni del seminario The Journey, che ha ulteriormente rafforzato il concetto di:

 

Essere aperti alle possibilità

 

non solo a livello esterno, (prestando quindi attenzione alle opportunità che la vita ti offre ogni giorno), ma soprattutto anche ascoltanto quella parte più profonda di te che fa battere il tuo cuore, ti fa respirare, fa crescere i tuoi capelli e che…

ascolta bene… rullo di tamburi… :-)

…spesso ti spinge a scegliere una direzione improbabile! 

 

La parte razionale (come difesa personale), spesso, si oppone a quella vocina interiore che ti spinge in quella direzione sconosciuta, (che per esperienza personale, spesso si rivela quella giusta)!

E allora cos’è questa forza scatenante che ci vuol fare essere aperti verso la grazia?

Magia?  Frutto del caso?   La tua guida spirituale?   La tua anima?  Il tuo angelo custode?

Per carità, (lasciando perdere la magia)… ho una compulsione incredibile per gli angeli (non chiedetemi perchè)… ma vi è altro:

quella parte più profonda di te, responsabile di tutti i tuoi comportamenti inconsci e di tutti i bagagli esperienziali di vario tipo acquisiti nel corso della vita che vengono incamerati dentro di noi in varie forme (soprattutto emotive)…

le recenti scoperte scientifiche ci parlano di memorie cellulari nel nostro corpo.

Considerando l’uomo non solo come un corpo fisico, ma come un’entità più complessa (formata da un corpo, una mente e spirito), … teoria che comincia ad essere supportata anche da certe recenti scoperte scientifiche,… si capisce come quella parte più profonda di noi che regola anche le funzioni vitali… (io la chiamo il tuo subconscio… ognuno la chiami come la sente più adatta… :-) )… sia la parte che ci guida.

Alla luce di questo, allora non c’è da meravigliarsi che questa sorta di “coscienza interiore consapevole“,  abbia il controllo e la consapevolezza di cosa realmente siamo (con i nostri limiti e potenzialità)… che sono da collegarsi ai nostri trascorsi passati acquisiti ed al nostro bagaglio esperienziale.

Si capisce allora anche perchè la mente razionale, faccia fatica a spingersi verso quel qualcosa o quelle situazioni “sconosciute” che si presentano sotto i nostri occhi ed il nostro naso ogni giorno…

si tratta di situazioni che non sono da inquadrarsi fra quello che “già conosciamo”.

Ed allora tornando al seminario The Journey, la prima impressione, è stata emozionante! ;-)

Il seminario è stato organizzato da Ariane Schurmann (professionista “Accreditata” practioner The Journey), assieme a suo marito Edwin.

Probabilmente Ariane è stata la prima ad aver portato in Italia questo metodo di guarigione… tanto è vero che questo è stato il primo evento dal vivo in Italia.

Un frangente con Ariane durante il seminario The Journey

Un frangente con Ariane durante il seminario The Journey

In questo seminario tenuto da Debs Burgess (la cognata di Brandon Bays), ho avuto modo di conoscere (nei limiti dei 3 giorni serrati) tante persone straordinarie. Ho pianto e riso assieme ai partecipanti … mi sono emozionato ed ho imparato varie cose…

Ad ogni modo, sulla base del processi emozionali e fisici vissuti, ho rafforzato il concetto di cui ero già convinto:

Occorre essere aperti alle possibilità… e fidarci della parte più profonda di noi.

Questo perchè te lo dico?

Ho sperimentato duranti questi viaggi emotivi, che sono affiorati ricordi dell’infanzia (associati a luoghi, persone e situazioni) ormai sepolti nella mia memoria ed il processo fisico mi ha condotto in zone del mio corpo a cui non avrei mai pensato… incredibile! 8O

Della serie… siamo convinti di sapere quale sia la causa del nostro problema… ed invece ha tutta un’altra origine.

Partendo da alcune sensazioni spiacevoli all’inizio dei processi, sono affiorate man mano delle sensazioni piacevoli di pace.

E’ curioso che alcuni reazioni fisiche affiorate durante e dopo i processi, hanno manifestato giorni dopo… alcune concidenze strane… che ho riscontrato con la PMT.

Coincidenze strane a cui non sta a me dare una risposta… (per lo meno non ora)… sono solo una persona che prima di giudicare e tirare delle conclusioni preferisce sperimentare… ne parleremo comunque nella terza parte di questo articolo… fra un po’. :-)

Parleremo anche in altri articoli delle potenzialità di The Journey, appena avrò avuto il tempo necessario per testarla su me stesso.

Un abbraccio,

Giulio

Tags: , , , , , ,
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.