! L’importanza del nome

Comunicazione, Seduzione No Comments »

Ciao,

ti è mai capitato di presentarti a qualcuno…

e subito dopo… ti sei reso conto di non ricordarti affatto il suo nome? 8O

Eppure l’importanza del nome è devastante…

 

il nome permette di entrare in empatia con l’altra persona!

 

Eppure non so te,… quante volte ci presentiamo a qualcuno od a qualcuna, ma non prestiamo minimamente attenzione a quello che l’altra persona ci dice!

Le cose peggiorano, quando siamo di fronte a più persone nuove contemporaneamente…

 

stringiamo mani a destra ed a sinistra, ma nella maggior parte dei casi le persone non si ricordano assolutamente il nome dei nuovi interlocutori… praticamente come avere davanti MISTER X o WONDER Y e Z. :-(

Allora cosa ci presentiamo a fare… se non ricordiamo i nomi?

 

Vorrei che tu rispondessi sinceramente a questa domanda… 

 

Che sensazioni ti darebbe, sentire una persona appena conosciuta, chiamarti con il tuo nome con calore?

E se invece a fine incontro, la persona ti confessasse di non ricordare affatto il tuo nome… o peggio, tu non ti ricordassi il suo nome,… ciò come ti farebbe sentire? :-(

Già, un bel problema!

A me è capitato spesso! Probabilmente qualche volta ricapiterà… :-(

Ho cercato allora di inventarmi un metodo per ricordare i nomi delle persone! :-)

 

Voglio condividere con te, questo metodo semplice che ho elaborato per ricordare i nomi:

associa la persona ad un personaggio famoso omonimo (od un tuo amico o conoscente) od ad un oggetto con caratteristiche affini al nome ed immaginaci una scenetta bizzarra collegata.

(ad esempio la persona si chiama Carlo -> associa Carlo Magno -> immagina un grosso panino che mangia Alessandro, il tuo interlocutore) :-)

(oppure la persona si chiama Chiara -> associa la luna che è pallida e chiara -> immagina la luna che cade in testa a Chiara, la tua interlocutrice) :-)

Può sembrare una scemenza, ma è un po’ il principio su cui si basano le tecniche di memoria e di cui parleremo in un altro articolo. E più le associazioni sono strambe… più la memoria sarà ben impressa!

Curioso vero?

Questo primo trucco, può andar bene per quando conosci una persona, ma non hai il tempo di farlo con tutti, quando devi presentarti a tante persone insieme… per lo meno non è facile!

Allora…

trova una scusa per ripetere il nome del nuovo interlocutore od interlocutrice (o di ciascun di essi/esse nel caso siano tanti). Ripetere il nome è come salvarlo in memoria!

Ad esempio: “Piacere Elisabetta!

Hey Elisabetta, che piacere, io sono Giulio“, oppure “Che bel nome Elisabetta, piacere di conoscerti, il mio nome è Giulio” … ecc.

ovviamente cerca di dire frasi che senti realmente! La comunicazione deve essere integra e vera!

Semplice vero? ;-)

Prova, sperimenta… all’inizio è probabile che non ricorderai neppure di applicare il metodo… non importa…

pian piano diventerà un’abitudine. Divertiti nel testare! :mrgreen:

Fammi sapere se funziona per te.

 

Ricordare nomi di persona è il primo passo… con il nome puoi fare vere magie… persino accrescere il mistero… e chissà cos’altro! ;-)

Buona notte,

Giulio

Tags: , ,

* Il mistero dell’Enneagramma

Psicologia dei Comportamenti, Recensioni No Comments »

Ciao,

non so se ne hai mai sentito parlare…

a proposito di un diagramma o simbolo strano e misterioso…

l’Enneagramma!

Un sistema dalle origini sconosciute (anche se alcuni lo fanno risalire al tempo dei Sufi). Probabilmente di origini esoteriche (che merita quindi rispetto, ma anche attenzione in quanto legato alla verità occulta dal significato nascosto).

Un mistero l’enneagramma, che

permette di capire se stessi e gli altri.

L’enneagramma rappresenta i nove volti della personalità e la sua diffusione in Europa riguardo al suo significato è dovuta a Georges Ivanovic Gurdjieff nella prima metà del 1900.

Un mistero fra simboli geometrici e numerologia:

un simbolo formato da un cerchio, suddiviso in nove parti uguali numerate da 1 a 9 (da qui il nome) e costruito in modo particolare: un triangolo equilatero con vertici nei punti 3, 6 e 9 più l’unione degli altri punti derivanti da un calcolo molto semplice:

ovvero dividendo il numero 1 per 7 si ottiene 0,142857142857…, numero periodico di periodo 142857.

Infatti i punti restanti da collegare sono proprio questi sei numeri in quella sequenza precisa.

Un simbolo chiamato legge del Nove considerata come fusione della legge del sette (legge che governa la progressione di tutti i “processi”) con la legge del tre (principio della morale della religione stessa).

Apparentemente l’enneagramma, appare come qualcosa di non proprio casuale…

ogni punto numerato sul cerchio (od ennegramma tipo), rappresenta una personalità (per dirla in termini moderni):

  1. Perfezionista
  2. Altruista
  3. Manager
  4. Romantico
  5. Eremita
  6. Scettico
  7. Artista
  8. Capo
  9. Diplomatico

Facciamo un gioco… ;-)

non ti spiegherò cosa significano gli ennegramma tipi

scegli uno fra questi nove tipi (senza pensarci tanto) che credi possa identificarti maggiormente… vediamo cosa ti dice il tuo subconscio od il tuo intuito… sono curioso. :mrgreen:

Ti dico subito che nessun tipo di personalità dell’ennegramma è migliore o peggiore di un’altra!

Ognuna di esse ha dei pregi e dei difetti… ma…

ogni personalità dell’ennegramma ha una compulsione!

ovvero un comportamento che si ripete ciclicamente, tipico di quella personalità a cui è difficile resistere… e che

rappresenta l’epressione del proprio Ego!

Una volta individuata la propria tipologia, l’enneagramma permette di capire se stessi ed il motivo di certi comportamenti che tendono a ripetersi e che possono creare dei problemi…

e qui sta il bello… perchè acquisendo consapevolezza di certi comportamenti,

l’enneagramma ti da chiaro segnale su cosa devi lavorare per modificare certi aspetti negativi del tuo carattere ed uscire da quel circolo vizioso.

E’ interessante notare che una personalità in condizione di stress, tende ad assumere le caratteristiche peggiori della personalità successiva a cui è collegato, mentre in condizioni di riposo, tende ad assumere le caratteristiche migliori della personalità che lo precede a cui è collegato (vedi schema sotto).

E’ interessante notare che nella maggioranza dei casi le persone si riconoscono nel proprio tipo dell’enneagramma (una volta individuato), mentre alcuni non si riconosceranno od addirittura fanno fatica ad accettarlo! E’ come se si rifiutassero di vedere i loro difetti.

In questo ultimo caso, questo tipo di persone devono lavorare ancora molto su se stessi, in quanto l’enneagramma indica di aprirsi agli altri cercando di entrare nella loro visione seppur diversa dalla propria.

Altri (come nel mio caso) si possono riconoscere in più di una personalità!

Con mia sorpresa dopo aver conosciuto le caratteristiche di queste nove personalità, mi riconoscevo in  una in particolare, più in molte caratteristiche di altre due! 8O

Pensavo rappresentasse un segno negativo, sintomo di più facciate… AIUTO!!! :?

Invece secondo Gurdjieff no! Anzi è segno positivo di una mentalità flessibile ed aperta al cambiamento…  (pffiuuuiiii… sospiro di sollievo)  :mrgreen:

aggiungo io… probabilmente qualche anno fa (riflettendoci bene) non sarebbe stato proprio così e mi sarei riconosciuto in una sola personalità.

E’ proprio vero si cambia. E questo normalmente (anche se non c’è una regola scritta) … vale per tutti prima o dopo…  ognuno con i suoi tempi, in base alle proprie esperienze.

Obiettivo dell’ennegramma è proprio quello di aprirsi all’ottica delle altre persone (pur mantenendo la nostra identità) e cercando di limare i propri comportamenti compulsivi e cercando di limitare il proprio Ego.

L’enneagramma permette anche di capire i pregi e le debolezze di una personalità.

L’enneagramma è molto utile anche per scoprire la personalità degli altri.

Un video di Vincenzo Fanelli“Enneagramma, Scopri te Stesso e gli Altri”, spiega benissimo in maniera molto dettagliata le nove personalità nei loro aspetti positivi e negativi. Nel manualetto è contenuto anche un enneagramma test per individuare la propria personalità.

Vengono date anche delle dritte su come individuare la personalità di un interlocutore che abbiamo di fronte. (Serve però pratica ed esperienza).

Questo video di 3 ore, è un buon punto di partenza.

In realtà l’enneagramma è un argomento molto complesso che merita uno studio approfondito per acquisire e sviscerare davvero certi concetti della personalità dell’anima. Spesso il tempo e la pratica assieme all’esperienza sono più efficaci di un enneagramma test.

L’ennegramma abbiamo detto che è indica la strada, su cosa occorre cambiare di noi stessi…

C’è da dire però che ogni persona deve seguire i propri tempi ed i propri ritmi, perchè non è detto che una persona sia pronta a cambiare, se non è arrivato il momento opportuno del suo percorso.

Fra i vari aspetti esoterici dell’enneagramma, è interessante notare che ogni personalità è legata ad uno dei peccati capitali

Come? Ti ricordavi che erano solo sette? :-)

Già… vero. :-)

Capirai meglio quando parleremo ancora dell’Enneagramma. ;-)

A proposito, ti ricordi la personalità che ti avevo fatto scegliere “a pelle”?

Non te la dimenticare, ti sarà utile in seguito quando te la richiederò! ;-)

Un abbraccio,

Giulio

Tags: , , ,

? Come comunicare bene?

Comunicazione, Recensioni No Comments »

Ciao,

ti sei mai chiesto cosa significa davvero comunicare bene?

Pochi giorni fa ero in un supermercato e mentre stavo per avvicinarmi alle casse… ho sentito un urlo:?:

cercando di capire cosa stava accadendo… ho visto che un uomo ed una donna stavano litigando ad alta voce e molto minacciosamente… (a dire il vero non ho capito per cosa) … forse perchè uno dei due era passato avanti in fila…

davvero un brutto spettacolo! 8O

Dalla bocca di ognuno dei due interlocutori uscivano fiumi di parole… probabilmente senza che nessuno stesse ad ascoltare l’altro… e più che uno rilanciava, più la lite si riaccendeva sempre più!

In pratica…

un esempio di cattiva comunicazione!

Probabilmente sarebbe bastato molto poco da parte di uno dei due, per riappacificare subito gli animi. :-)

In un mio vecchio articolo “Il vero potere di ascoltare gli altri”, dicevo che una buona comunicazione è basata sul linguaggio del subconscio: della serie si può comunicare bene anche senza parlare. ;-)

Ovviamente in questa situazione al supermercato, una comunicazione senza parlare (non verbale) non era sufficiente … ed allora sarebbe stato utile da parte di uno dei due interlocutori fare un primo “passo” di avvicinamento (nel senso di usare poche parole e gesti empatici) verso il mondo dell’altra persona, per poi condurla verso il nostro mondo… e probabilmente la lite non sarebbe mai cominciata.

Spesso quando comunichiamo, vogliamo imporre il nostro modo di dire, di fare,  dando oltretutto per scontato che la persona di fronte a noi capirà esattamente cosa vogliamo dire od ancor peggio cosa abbiamo solo in mente (come se per telepatia si potesse capire)... purtroppo non è sempre così… :-(

non dare mai per scontato che gli altri capiscano cosa vuoi comunicare!

Per spiegare meglio questo concetto, voglio riportarti una conversazione molto divertente… registrata sulla frequenza di emergenza marittima sul canale 106 a largo della costa di Finisterra (Galicia), tra galiziani e americani, il 16 ottobre 1997.


Spagnoli
: (rumore di fondo) … vi parla l’A-853, per favore, virate 15 gradi sud per evitare di entrare in collisione con noi. Vi state dirigendo esattamente contro di noi, distanza 25 miglia nautiche.

Americani: (rumore di fondo) … vi suggeriamo di virare 15 gradi Nord per evitare la collisione.

Spagnoli: Negativo. Ripetiamo, virate 15 gradi sud per evitare la collisione.

Americani: (un’altra voce) Vi parla il Capitano di una nave degli Stati Uniti d’America. Vi intimiamo di virare 15 gradi nord per evitare la collisione.

Spagnoli: Non lo consideriamo fattibile, ne conveniente, vi suggeriamo di virare di 15 gradi per evitare di scontrarvi con noi.

Americani: (tono accalorato) VI PARLA IL CAPITANO RICHARD JAMES HOWARD, AL COMANDO DELLA PORTAEREI USS LINCOLN, DELLA MARINA DEGLI STATI UNITI D’AMERICA, LA SECONDA NAVE DA GUERRA PIU’ GRANDE DELLA FLOTTA AMERICANA. CI SCORTANO 2 CORAZZATE, 6 DISTRUTTORI, 5 INCROCIATORI, 4 SOTTOMARINI E NUMEROSE ALTRE NAVI D’APPOGGIO.

NON VI “SUGGERISCO” VI “ORDINO” DI CAMBIARE LA VOSTRA ROTTA DI 15 GRADI NORD. IN CASO CONTRARIO CI VEDREMO COSTRETTI A PRENDERE LE MISURE NECESSARIE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DI QUESTA NAVE. PER FAVORE OBBEDITE IMMEDIATAMENTE E TOGLIETEVI DALLA NOSTRA ROTTA!!!

Spagnoli: Vi parla Juan Manuel Salas Alcantara. Siamo 2 persone. Ci scortano il nostro cane, il cibo, 2 birre ed un canarino che adesso sta dormendo. Abbiamo l’appoggio della stazione radio “Cadena Dial de La Coruña” e il canale 106 di emergenza marittima.
Non ci dirigiamo da nessuna parte, visto che parliamo dalla terra ferma, siamo nel faro A-853 di Finisterra sulla costa Galiziana. Non abbiamo la più pallida idea di che posto abbiamo nella Classifica dei fari spagnoli. Potete fare cosa vi pare, ma se non cambiate rotta, la vostra nave si sfracellerà sulla roccia.

Americani: Bene, ricevuto, grazie. :-D

Quando l’ho letta, ho riso per 12 ore! :-D

La storia gira in rete e sembra che non sia vera… (vi sono numerose varianti: a volte il faro è canadese e la conversazione radio si sarebbe tenuta al largo di Terranova (Newfoundland in inglese). Anche le navi e le date cambiano spesso). Sembra anche che vi sia stata la smentita della Marina Statunitense!

Poco importa…

Mi serviva per farti capire il concetto. :-)

In questo episodio del faro, manca ovviamente il rapporto visivo fra le persone… una componente comunque importante per la comunicazione non verbale!

Per cominciare a capire allora a capire questo linguaggio di comunicazione che va oltre le parole, mi sento di consigliarti “Comunicazione: il Segreto per Creare Relazioni di Successo” di Vincenzo Fanelli.

E’ un DVD introduttivo contenente un concentrato di concetti e trucchi molto semplici da applicare… spiegate da Vincenzo in maniera molto chiara.

Si parte da un concetto nella comunicazione che

“comunicare non significa cambiare gli altri… impara a cambiare tu per primo!”

La flessibilità è una gran dote! … e non solo nella comunicazione.

… Ed a mio parere deve essere accompagnata dalla lealtà per una comunicazione integra ed ancor più efficace.

ATTENZIONE: potrei consigliarti altre cose più avanzate, ma per esperienza, per digerire certe cose e riuscire ad applicarle davvero in automatico, occorre pratica! Ti devi rimboccare le maniche ed esercitarti! ;-)

Pertanto a mio avviso, conviene cominciare dalle basi con esercizi e concetti semplici. Fra un po’ di tempo ti darò dei suggerimenti con difficoltà crescente. ;-)

Buona serata,

Giulio

Tags: , , , , ,

? Quanto conta l’Energia Vitale?

Eventi dal Vivo, Psicologia Benessere No Comments »

Ciao,

 

quanto conta l’energia vitale per te?

 

Siamo stati educati a pensare di limitarsi a mantenere la propria salute… sperando che non ci accada niente di anomalo, ma forse ci sfugge un’ottica diversa…

il fatto che una persona non abbia alcuna malattia, non significa che sia in perfetta salute

…serve molto di più! :roll:

Occorre l’energia vitale! Occorre imparare ad essere vitali e pieni di energia. Le persone vitali, hanno più potere personale ed un potenziale maggiore, sono più estroverse e sono capaci di realizzare molte più cose rispetto alla media delle persone.

Ti suona strano tutto ciò?

E’ quanto è emerso chiaramente durante una serata dell’Energy Tour condotta da due personaggi di eccezione: il Dott. Roy Martina e Roberto Re, a cui ho assistito il 22 aprile a Firenze.

L’ingresso al teatro includeva per soli 30 euro, il nuovo libro “Energy!” ed una serata corso… di grande valore!

Era la prima volta che incontravo dal vivo il Dott. Roy Martina e Roberto Re:

  • il primo, un omone tutto carisma ed humor (all’apparenza un guerriero buono), campione di karate per molti anni, medico e conoscitore di medicina alternativa… uno straordinario personaggio;
  • il secondo, uno “showman” di una carica incredibile e dalla capacità energetica straripante… esperto di crescita personale motivazionale;

in pratica… un mix esplosivo! :P

Del Dott. Roy Martina che dire? Non posso far altro che testimoniare la grande efficacia del suo operato, … (forse sono di parte), dato che ho provato diverse cose ed ancora le sto sperimentando (di questo ne parlerò comunque in dettaglio in altri articoli).

Per quanto riguarda Roberto Re (a parte il libro e la serata) al momento non ho ancora avuto modo di sperimentare qualche esperienza concreta in merito (e quindi non sarei in grado di consigliarti qualcosa in particolare)… se si eccettua però l’incredibile serie di CD “Roy Martina Experience”, in cui Roberto è il traduttore italiano di Roy…  (di questa serie di CD ve ne parlerò ad ogni modo approfonditamente fra un po’ di tempo… sto ancora sperimentando, ma credo già di poter dire che è una delle cose che mi ha impressionato di più… al punto da meritare davvero di parlarne in maniera approfondita!) Capirai il perchè… ogni cosa a suo tempo. Fidati! ;-)

Tornando alla serata Energy Tour, probabilmente alcuni si chiederanno… eppure sappiamo già tante cose sulla salute, corretta alimentazione, esercizio fisico, ecc…

c’era bisogno di un altro libro sull’argomento?

 

Domanda interessante… eppure…

sappiamo talmente così tante cose sulla nostra salute, da non metterne in pratica neppure una!

Come mai? Non ti sembra un po’ strano? :?:

Stress, vita frenetica ed esaurimento nervoso, mancanza di riposo, cattive abitudini alimentari, obesità, fumo, tossine, mancanza di moto, disidratazione, cattiva respirazione, farmaci, intossicazione da prodotti cosmetici, ecc. … e chi più ne ha, più ne metta…

si tratta di tutti elementi che non fanno altro che sottrarre energia vitale

tutti elementi che non ci permettono di essere al top!

La domanda allora è: se sappiamo già queste cose… perchè ci risulta difficile vivere in modo sano senza autosabotarsi?

Si ritorna sempre lì… indovina un po’… se sei un lettore di questo blog, avrai ormai capito da tempo, che per acquisire certe abitudini sane che diventino realmente piacevoli e facenti parte della tua vita quotidiana, al punto che diventino parte di te senza il minimo sforzo,…

 

occorre riscrivere i propri programmi mentali per mantenere la nostra energia vitale!

 

… affinchè tutto ciò diventi automatico.

Una volta fatto ciò… le tue vecchie abitudini non saranno più le stesse.

 

(Darò dei consigli sulle varie possibilità legate al tema, in un audio corso scaricabile (in preparazione) “Alla Scoperta dei Tuoi Poteri Straordinari” … disponibile fra un po’).

 

Come fare allora per acquisire energia vitale?

Dopo quanto detto… due semplici e grandi consigli da applicare:

1) bevi molta acqua durante la giornata… (includendo almeno due bicchieri appena svegliato al mattino e due bicchieri prima di dormire la sera)… il corpo è formato all’80% di acqua ed ha necessità di essere costantemente idratato. Se bevi anche altre bevande (ad esempio vino, aranciata, ecc.), associa sempre comunque un bicchiere d’acqua di seguito.

Questo a me risulta molto facile… adesso… prima no! :-(

… e lo posso testimoniare in prima persona, perchè qualche anno fa, in realtà bevevo poco o per lo meno bevevo male (come ad esempio bevande gassate, ed altre robacce simili)… ma dopo che provai la brutta esperienza della “renella” (sabbiolina dei reni che causa la microcalcolosi e che può provocare coliche renali… in pratica un’esperienza dolorosissima da non augurare a nessuno), ho imparato la lezione di quanto conti davvero bere acqua per il nostro organismo… e da allora, ne bevo ogni giorno almeno due o tre litri!

2) respira a fondo durante la giornata! Fai tre bei respironi profondi soprattutto al mattino appena sveglio e prima di andare a dormire. Saper respirare bene è importante perchè permette all’organismo di eliminare le tossine.

Respiriamo davvero male! Non ci credi?

Prova a fare tre respironi profondi consecutivi a pieni polmoni inspirando dal naso e buttando velocemente tutta l’aria fuori dalla bocca… che reazione senti? Ti gira la testa? Senti formicolio? Che altro? Già… il tuo organismo non c’è abituato… Credevi di respirare bene vero?!? ;-)

Approfondiremo comunque ancora l’importanza del respiro (magari con un video di una tecnica semplice) e sulla tematica dell’energia vitale e di “Energy!”.

Ad ogni modo, già solo applicando per un mese, soltanto questi due semplici consigli… la tua energia vitale cambierà considerevolmente…

 

 

e… Sorridi… fa tanto bene alla salute! :D

 

Un abbraccio,

Giulio

Tags: , , ,

~ Si può dimagrire senza sacrifici? (parte 3)

Psicologia Benessere No Comments »

Ciao,

siamo giunti a questa terza puntata per dimagrire senza sacrifici… e proprio in questo 1° Maggio (festa nazionale del lavoro), … giornata che dovrebbe essere dedicata al riposo… voglio chiederti invece…

 

per dimagrire… tu quanta attività fisica fai ? :-)

 

Praticamente un contro senso… vero?!? 8O

Ognuno darà sicuramente una sua risposta… vi saranno alcuni che saranno più sedentari (credo la maggioranza), altri saranno sportivi a scappatempo, altri dei veri e propri atleti.

Scommetto però che quando associamo la parola dimagrire con fare attività fisica… chissà perchè…

tutti associamo la corsa, la palestra od in generale…

 

fare attività fisica = fare delle grandi sudate… per dimagrire!

 

C’ho azzeccato o no?!? :D

Se sei uno di quelli che hai pensato a questa associazione, forse non sei a conoscenza di una cosa…

e naturalmente tutto ciò non vuole essere una critica… lungi da me… fai benissimo a fare sport (è un’ottima pratica ed abitudine)…

ma per dimagrire senza sacrifici

 

bastano solo 2000 passi in più!!!

 

… Hai capito bene… solo 2000 passi in più rispetto al tuo numero giornaliero consueto!

E’ quanto afferma il grande ipnoterapeuta inglese Paul Mckenna … un personaggio straordinario che riuscirebbe a motivare anche un sasso! :-)

Eppure fare 2000 passi non è niente…  a quanta distanza credi corrispondano?

Ad esempio, corrispondono al giro di un quartiere od un isolato…

Nonostante tutto, una persona in media, si muove tramite l’auto, sta magari a sedere in ufficio, mangia, poi di nuovo a sedere davanti alla tv, poi a letto a dormire, ecc.  ARGGGGGGHHHH!!! :-(

Ed allora comincerai a credere che forse dopotutto di questi benedetti passi,… non ne facciamo poi così tanti non facciamo in pratica attività fisica (a parte coloro che invece danno importanza al movimento ed al benessere che dà l’attività fisica)!

Come calcolare allora questi 2000 passi in più?

Procurati un contapassi… andrà benissimo anche uno da 10/20 euro. Dopo aver tarato il contapassi alla misura del tuo passo normale (di solito si fanno 10 passi, si misura la distanza percorsa e si divide per 10),… attaccalo alla cintura e azzerandolo ogni mattina, misura quanti passi fai in media ogni giorno come da tua abitudine. Dopo qualche giorno comincia a fare almeno 2000 passi in più rispetto al tuo numero giornaliero consueto calcolato!

Di stratagemmi ve ne sono molti…. ti puoi sbizzarrire! Ad esempio, fatti un giretto a piedi quando puoi durante la giornata (meglio sarebbe dopo un pasto), evita l’uso dell’auto quando puoi, parcheggia più lontano del solito (ad esempio dalla sede del posto di lavoro o da casa), e così via… usa la tua creatività! ;-)

Comincerai dopo un mesetto a vedere qualche risultato…. (rispettando possibilmente anche le 4 regole viste nella seconda parte di questo articolo). :-)

Questo fatto di camminare un po’ di più ogni giorno, l’ho sperimentato di persona qualche anno fa (ora è un abitudine).. in quanto per un anno sono dovuto stare sempre in movimento per alcuni corsi che dovevo seguire in città diverse dove non era possibile entrare in centro con l’auto… e morale della favola…  camminavo molto… e mangiando le stesse cose (ai tempi certe nozioni non le conoscevo)… ricordo che il mio peso in quell’anno si abbassò di ben 5 Kg in meno! Non male vero?

Eppure questo metodo di benessere che ti ho consigliato dei 2000 passi abbinato all’uso di un contapassi è semplice…

lo applicherai?

Mmmm… Mi par di sentirti… “Sì domani lo farò, se non è domani la prossima settimana…” ed alla fine il tempo passa…

… e buonanotte! :-(

Ti conosco mascherina… ;-)

Per farla diventare un’abitudine, occorre installare questo programma mentale nel tuo subconscio… ed è proprio per questo che nell’ultima parte di questa serie di articoli “Si può dimagrire senza sacrifici?“, ti indicherò una cosa davvero STRAORDINARIA!!!

GARANTITA! PROVARE PER CREDERE!

 

Buon 1° Maggio!

 

Stavolta, buonanotte davvero. :-)

Giulio

Tags: , , ,
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.