* La tavola smeraldina: concetto dell’Uno?

Ignoto, Spiritualità 4 Comments »

Ciao,

è possibile che la scienza, altre discipline di conoscenza passata e le scritture antiche di ogni tradizione e cultura del pianeta, ci portino alla VERA conoscenza?

Io credo di sì, anche se ovviamente non è un compito facile combinare i vari pezzi del puzzle e dobbiamo fare i conti su cosa è rimasto intatto. Al corso “La realtà sensibile”, dato che ne abbiamo parlato, sono venuto a conoscenza per la prima volta, della tavola smeraldina.

La tavola smeraldina racchiude la base di tutte le religioni?

Ciò che mi ha colpito della tavola smeraldina, è che sembra venga considerata un po’ il principio di tutte le religioni del pianeta (che all’incirca attualmente come fatto curioso, si dice si attestino su circa 280, quasi come se ognuno si costruisse un Dio fatto in casa a seconda del luogo e della propria concezione culturale).

La tavola smeraldina sembra sia stata ritrovata in Egitto, prima dell’era cristiana. Il testo fu inciso su una lastra di smeraldo (da qui il nome?) e pare che sia stato tradotto successivamente dall’arabo al latino.

Pare che sia attribuita ad Ermete trismegisto (a cui fa capo l’Ermetismo), anche se non si hanno prove che egli sia vissuto.

Ammesso che la traduzione italiana sia corretta (nei passaggi dall’originale), il testo è il seguente:

“Il vero senza menzogna, è certo e verissimo.

Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una.
E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento.

Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l’ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice. Il padre di tutto, il fine di tutto il mondo è qui.
La sua forza o potenza è intera se essa è convertita in terra. Separerai la Terra dal Fuoco, il sottile dallo spesso dolcemente e con grande industria.
Sale dalla Terra al Cielo e nuovamente discende in Terra e riceve la forza delle cose superiori e inferiori. Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e per mezzo di ciò l’oscurità fuggirà da te.
È la forza forte di ogni forza: perché vincerà ogni cosa sottile e penetrerà ogni cosa solida. Così è stato creato il mondo.

Da ciò saranno e deriveranno meravigliosi adattamenti, il cui metodo è qui. È perciò che sono stato chiamato Ermete Trismegisto, avendo le tre parti della filosofia di tutto il mondo.
Ciò che ho detto dell’operazione del Sole è compiuto e terminato.”

La tavola smeraldina è in linea con le nuove scoperte della fisica quantistica?

Secondo la fisica quantistica, il vuoto non esiste, ma tutto è composto da una stessa sostanza energetica (detta “ologramma quantico” o “il campo” o “la mente di Dio” o “la matrice” o “matrix divina”) che non può essere osservata ad occhio nudo (fra l’altro sembra essere stata elaborata al computer dai dati rilevati dal satellite Chandra della NASA). Il risultato è espresso dalla figura sottostante.

Fra l’altro ha una struttura simile alle connessioni neuronali del cervello umano!

Ti consiglio di vedere il DVD “Il linguaggio della Matrix Divina” dello scienziato ricercatore Gregg Braden o “La mente di Dio” dell’astrofisico Massimo Teodorani.

Torniamo alla tavola smeraldina:-)

Non è certo mia pretesa interpretare la tavola smeraldina ovviamente …

quello che è interessante notare invece, è il concetto di “ciò che è dentro, è fuori”, che possiamo trovare anche in altri testi. Ad esempio, (senza entrare in ambiti religiosi specifici), possiamo trovare questo concetto in molti versi del Vangelo di Tommaso (peraltro non accettato “curiosamente” dalla Chiesa, anche se sembra ci sia oggi una apertura).

In particolare:

Gesù disse, “Se i vostri capi vi diranno, ‘Vedete, il Regno è nei cieli’, allora gli uccelli dei cieli vi precederanno. Se vi diranno, ‘È nei mari’, allora i pesci vi precederanno. Invece, il Regno è dentro di voi e fuori di voi.

Curioso vero? :-)

Guardati anche questo estratto di video dello scienziato Gregg Braden, a proposito che la realtà dentro di noi come unione pensiero (cervello) ed emozioni (pancia), si manifesti all’esterno nella realtà tramite onde elettromagnetiche emesse dal cuore:

Interessante vero? ;-)

ATTENZIONE per comprendere tutto il ragionamento con le PROVE SCIENTIFICHE DELLA FISICA QUANTISTICA che combaciano con le TRADIZIONI ANTICHE… GUARDA L’INTERO DVD “Il linguaggio della Matrix Divina”!!!

Altrimenti ti mancano dei pezzi importanti! :-)

Sarà ancor più interessante comparare la tavola smeraldina con la tavola rubino (attribuita sempre ad Ermete Trismegisto).

La tavola smeraldina diventa interessante comparata con la tavola rubino.

E sarà ancor più interessante andare a vedere le tavolette di argilla rinvenute in medio oriente, e le scoperte dello studioso ed esperto di lingue semitiche Zecharia Sitchin.

Questo perchè?

Ermete Trismegisto, significherebbe “il tre volte grandissimo” , nome con cui si voleva assimilare Ermete, dio greco a Thot, dio egizio.

Forse la storia a cui siamo abituati a credere è in realtà completamente diversa…

…ogni cosa a suo tempo. :-)

Buona giornata,

Giulio

Tags:

~ La realtà sensibile (parte 1)

Eventi dal Vivo, Spiritualità 4 Comments »

Ciao,

perchè molte persone sono attratte dalle capacità extrasensoriali (oltre i 5 sensi), mentre altre sono completamente scettiche? La risposta sta in larga parte, nelle credenze che si porta dietro ciascuna persona, e nel percorso che ha fatto fino a quel momento. Proprio in questo weekend ho preso parte al primo appuntamento (dei tre in programma) del corso “La realtà sensibile” tenuto dalla sensitiva Angela Albanese. Tale evento è organizzato dall’associazione “Casa Grande il Nespolo”.

Tu credi di avere le capacità di percepire la realtà sensibile?

 

Partiamo da un fatto:

tutti hanno più o meno sviluppate, le capacità di percepire la realtà sensibile, in base alla loro apertura dei canali extrasensoriali energetici (legata a fattori personali).

Talvolta serve anche scoprire tali capacità, educarle e direzionarle in una direzione piuttosto che un’altra.

Ho trovato sorprendenti ed interessanti una serie di esperimenti a cui domenica ci siamo sottoposti.

In questo primo weekend del corso “La realtà sensibile“, al sabato, vi è stata un analisi più teorica di alcuni concetti tratti da scritture antiche di varie culture, fra cui la cosmogonia (il mito della creazione), la morfologia dell’essere, la fisiologia sottile dell’essere e l’aura, postulati e leggi naturali universali, il sistema energetico, ecc.

La domenica invece è stata estremamente pratica, analizzando soltanto le capacità psichiche (o quello che viene anche detto sesto senso). Parleremo del settimo senso (la medianità vera e propria) nel successivo appuntamento.

Si deve tener conto sia delle capacità psichiche, sia medianiche, perchè

è molto importante distinguere i messaggi provenienti veramente dal mondo spirituale, dalle intuizioni personali che possono avvenire tramite la lettura del pensiero.

Sarà presto possibile scaricare una testimonianza audio, relativa a questo concetto da parte di Luisiana Furlanetto (sensitiva che ha frequentato per anni, in Inghilterra la Scuola di studi psichici e spirituali Arthur Findlay).

La realtà sensibile si estende a vari livelli.

Torniamo quindi alla domenica ed atteniamoci ai risultati degli esperimenti.

Al corso “La realtà sensibile“, eravamo 12 partecipanti di varie età. Fra i vari esercizi/esperimenti svolti, si deve distinguere:

  1. quelli per conoscere meglio se stessi;
  2. quelli per la percezione degli altri.

CATEGORIA ESPERIMENTI 1: Riguardo la prima categoria di esperimenti, sono stati fatti vari disegni, fra cui ad esempio colorare su un foglio le parti del corpo umano (come se fosse il proprio) ed un foglio con dei simboli… ed ogni partecipante ha trovato spunti scoprendo aspetti interessanti personali.

Ciascun colore usato o simbolo scelto, ha un significato preciso.

La cosa molto curiosa è stata che successivamente, ognuno ha pescato (pensando a se medesimo) una carta colorata in varie forme e sfumature (senza vederla) e la maggior parte delle persone ha pescato una carta con gli stessi colori usati per colorare le parti del corpo legate anche all’AURA (energia vitale che ci compenetra e ci circonda completamente, come nell’esempio della prima figura)!

Io ad esempio avevo colorato con gli stessi colori della carta pescata, anche l’esterno della sagoma umana nel foglio. 8O

Alcuni casi che avevano usato in larga maggioranza, praticamente un colore solo … hanno pescato clamorosamente una carta con quel solo colore! 8O

CATEGORIA ESPERIMENTI 2: Riguardo invece gli esperimenti della seconda categoria, sono stati fatti esercizi di lettura del pensiero e dell’imprinting energetico riguardo l’appartenenza di oggetti non personali.

Ogni partecipante infatti, ha portato un oggetto personale ed un oggetto di un’altra persona (entrambi tali oggetti sconosciuti e non visibili agli altri partecipanti), che sono stati divisi rispettivamente in due scatole separate.

Ciascuno ha preso un oggetto non suo, e tenendolo fra le mani…

 

doveva indovinare a chi appartenesse ed altre informazioni sull’oggetto.

Sorprendentemente in larga percentuale, (anche se non nel 100% dei casi), molti hanno indovinato l’appartenenza degli oggetti… fornendo anche qualsiasi altra informazione (storia, date, eventi o fatti passati, ecc.) che percepivano da ogni oggetto… e debbo dire che ci sono stati casi sorprendenti di vere e proprie coincidenze ! 8O

Soltanto coincidenza? 8O

Altri esperimenti sono stati la percezione dei cambiamenti sottili di un’altra persona, ad occhi chiusi. (Avendo fatto il corso sulle energie sottili, non sono stato sorpreso).

L’insegnamento più importante appreso durante gli sperimenti, è stato:

la prima sensazione è quella giusta… fidarsi di quella, evitando di razionalizzare!

 

Secondo le recenti scoperte di fisica quantistica, la cosa non è poi così soprendente…

Ti consiglio il video “Noi e l’Infinito” del fisico e ricercatore Vittorio Marchi, il quale dopo aver conosciuto l’ingegnere compagno di stanza e di studi di Enrico Fermi, alla Normale di Pisa, è stato infatti spettatore di fenomeni, che lo hanno reso responsabile della diffusione e della comunicazione extra-accademica, riguardo tali potenzialità umane.

Approfondiremo l’argomento e proseguiremo il discorso relativo al secondo appuntamento del corso “La realtà sensibile“: la medianità.

Buona serata,

Giulio

Tags:

! Il potere è dentro di TE!

Motivazione, Recensioni, Scoperta di se, Spiritualità No Comments »

Ciao,

quante volte parlando a se stessi o con persone ed amici che non riescono ad ottenere qualcosa o che non credono di poterlo ottenere, avrai sentito frasi del tipo “Non ce la farò mai!”, “Non sono in grado”, “Non lo merito”, ecc…

Ti è capitato?

Ognuno di noi ha dei talenti e capacità straordinarie, che spesso non conosciamo neppure, e se le scopriamo, questo spesso accade “per caso“: eppure il potere è dentro di te!

Il potere è dentro di TE, sta a te scoprirlo!

Vi è una bellissima leggenda Indù che spiega benissimo questo concetto, a proposito delle straordinarie capacità interiori dell’uomo (e della donna) riguardo la sua natura divina dimenticata.

Guardati questo video! ;-)

Quanto è attuale… vero? :-)

Per riempire la nostra parte interiore e quel senso di vuoto, ci affanniamo nell’acquistare cose a destra ed a manca, bramiamo a raggiungere gli stereotipi imposti dalla cultura sociale, crediamo che il prestigio  le posizioni sociali di rilievo od il giudizio lusinghiero delle altre persone possa appagare la nostra vera natura…

eppure spesso ci accorgiamo che non basta… perché?

Ci sono due bellissimi detti antichi che dicono:

La luna non potrà mai riflettersi sul tuo lago, se è increspato.

Da cui si capisce, che star bene con se stessi ha dei benefici anche per le altre persone:

Se non hai acqua nel tuo serbatoio, non potrai mai dare da bere agli altri.

 

Il potere è dentro di TE, cosa aspetti a tirarlo fuori?

Secondo il principio di unità totale dell’Universo (anche alla luce delle recenti scoperte della fisica quantistica), ciò che dentro, è fuori.

Quindi se qualcosa fuori non va come vorresti, è perché “dentro” va modificato qualcosa. :-)

Ed allora come scoprire e tirar fuori questo potere dentro di te?

Walt Disney diceva “Se puoi immaginarlo, puoi farlo“, perché tutto ciò che è stato realizzato, lo è stato precedentemente nei pensieri di qualcuno. Quindi premesso che tutto è possibile…

la cosa funziona ancora meglio per ciò che tu vuoi veramente (anche se ti sembra improbabile). ;-)

Tu cosa desideri davvero?

Cosa ti fa star bene?

Sapere già questo, è la chiave per trovare la spinta a scoprire il nostro potere interiore.

Quanti avrebbero dei sogni che desiderebbero realizzare, ben diversi dalla loro situazione attuale o da cosa stanno facendo … e che non hanno il coraggio di lasciare andare?

Spesso,

  • la PAURA di non riuscire
  • la PAURA di lasciare andare la situazione attuale (che magari non ci piace, ma che comunque ci da qualche sicurezza presente)
  • la PAURA di agire
  • la PAURA di uscire dalla propria zona di comfort
  • la PAURA creata dalla proprie credenze limitanti attuali

sono delle gabbie terribili che non fanno certo esprimere il vero potere interiore di una persona.

Se solo si ascoltasse di più e con fiducia la propria voce interiore che ci sta URLANDO, … le cose sarebbero ben diverse, e ci sarebbero persone più FELICI sul pianeta.

Per scoprire il potere dentro di TE:

OCCORRE AFFRONTARE LE PROPRIE PAURE ED ABBANDONARSI CON FIDUCIA ALLA PROPRIA VOCE INTERIORE!

A tal proposito, voglio consigliarti un libricino straordinario “Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach.

È la storia di un gabbiano che abbandona i suoi simili per i quali volare non è che un goffo mezzo per procurarsi cibo, e impara ad ubbidire alla propria legge interiore.

Non cercare la felicità all’esterno, ascolta la tua voce interiore: quello è il potere dentro di TE!

Ed allora ogni volta che ti capiterà ancora di sentire le frasi iniziali poco motivanti, rispondi: “Che cosa vuoi davvero? Che cosa ti impedisce di ottenerlo? Hai delle capacità straordinarie: il potere è dentro di te!“.

So che non ti capiterà mai… ;-)

ovviamente nel caso ti scoprissi a dirti delle frasi poco motivanti su te stesso o te stessa, riguardo il mancato raggiungimento di qualcosa…

fatti sempre delle domande se “è quello che veramente vuoi” e su “come potresti trovare delle soluzioni per ottenere quella cosa“…

e soprattutto di a te stesso ed a te stessa, SOLO COSE CHE TI FANNO STAR BENE!

TE LO MERITI! ;-)

Buona giornata,

Giulio

Tags:

? Perché parlare lingue diverse?

Comunicazione, Cospirazione, Ignoto No Comments »

Ciao,

ti sei mai chiesto per quale assurdo motivo nel mondo si parlano lingue diverse?

Si cerca di unificare gli stati (come ad esempio nel caso dell’Unione Europea), si adotta un’unica moneta (ad esempio l’Euro), si cerca persino di dare norme e leggi europee comuni… e per quale ragione, non si potrebbe cominciare a parlare un’unica lingua?!?

Difficile? Diciamo non facile, se estendiamo la questioncella all’intero pianeta, però è possibile … e fatto sta che…

Parlare lingue diverse, è una fonte di separazione!

Conosco l’inglese e quindi di solito nei viaggi all’estero, riesco a comunicare senza problemi. Eppure prima di un viaggio, la mia preoccupazione maggiore, non è tanto uscire dalla zona di comfort avventurandomi in posti sconosciuti con diverse culture od abitudini… la mia preoccupazione più grande è di solito: non essere in grado di farmi capire o riuscire a capire! Lincomprensione fra le persone, crea separazione!

Per carità, la comunicazione verbale conta solamente per il 7%, ma forse non è proprio bello trovarsi ad esempio alla dogana od in un hotel ad eprimersi soltanto con smorfie, ammiccamenti e gesti… non credi? :-)

Nell’ultimo viaggio recente in Argentina per una conferenza scientifica (dove di solito si parla inglese), ero da solo, e per motivi di voli disponibili, sono arrivato un paio di giorni prima. Una volta arrivato, nessuna persona che incontravo parlava inglese… così mi sono trovato ad interagire a gesti con un vocabolario spagnolo in mano! :-)

Eh sì, in quei giorni iniziali…

mi sono sentito solo e separato dalle altre persone! :-(

Parlare lingue diverse, divide le persone!

A quando risale l’origine di questa separazione nel parlare lingue diverse?

Difficile da dire.

Senza entrare in posizioni di natura religiosa, se vogliamo affidarci ai testi antichi… molti (della cultura occidentale) associano la leggendaria Torre di Babele, alla possibile separazione delle lingue… in particolare quanto descritto nella Bibbia, nel libro della Genesi (11, 1-9):

“Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole. Emigrando dall’oriente gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Sennaar e vi si stabilirono. Si dissero l’un l’altro: “Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco”. Il mattone servì loro da pietra e il bitume da cemento. Poi dissero: “Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra”. Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano costruendo. Il Signore disse: “Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l’inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare non sarà loro impossibile. Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l’uno la lingua dell’altro“. Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città. Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra.

È dunque questo il Dio dell’Unione e dell’Amore? 8O

Alla grazia del Dio amorevole! Qualcosa non torna!

Oltretutto le recenti scoperte della fisica quantistica (ti suggerisco ad esempio “Entanglement” di Massimo Teodorani), parlano della NON ESISTENZA DEL VUOTO… (e quindi assenza di separazione),

e della materia universale come un’UNICA SOSTANZA ENERGETICA (ti consiglio lo splendido “Il linguaggio della Matrix Divina” di Gregg Braden, di cui parlerò approfonditamente in altri articoli).

Ed allora proseguendo il discorso sulle antiche scritture…

mi sono divertito a confrontare tre Bibbie differenti, ed ho ottenuto tre frasi leggermente diverse…

ad ogni modo non mi venite a parlare di interpretazioni (ne parleremo in un altro articolo), … perché il concetto non cambia.

Partendo, fra tanti dibattiti, dalla lingua originale della Bibbia, nel passaggio attraverso le varie traduzioni, fino alle lingue attuali…

le possibilità son tre:

  1. alcune parti della Bibbia mancano (volutamente o no) e quindi ci sfugge qualcosa;
  2. la traduzione è sbagliata, rispetto all’originale;
  3. la traduzione è stata volutamente alterata, rispetto all’originale.

Nel caso di tagli od alterazioni volute, viene da chiedersi:

Chi ha interesse che parliamo lingue diverse… e perché?

Tale domanda lo so… ti sembrerà folle! 8O

A dire il vero non volevo neppure parlarne, ma…

a tal proposito, tanto per iniziare con un leggero antipasto, voglio proporti il video in 3 DVD, di David Icke“È Tempo di Scegliere”:

sappi che stavolta non ti anticiperò niente … ognuno è libero di farsi una propria idea.

Il consiglio te l’ho dato! :-)

ATTENZIONE: qualche tua convinzione sulla odierna realtà, potrebbe crollare! ;-)

A proposito del viaggio in Argentina … passati i giorni iniziali, dopo ho conosciuto persone fantastiche ed è stata una bellissima esperienza umana… oltre che un’opportunità per imparare i primi rudimenti dello spagnolo (per un italiano non è così complicato).

Buona notte,

Giulio

Tags:
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.