! Le credenze collettive

Convinzioni No Comments »

Ciao,

ogni persona vede la realtà secondo i propri filtri in base alle proprie esperienze, a ciò che gli è stato detto dai genitori, dai familiari, ecc… e che dire delle credenze collettive e del loro potere?

Che peso possono avere le credenze collettive che ci inculcano la società, la cultura, le religioni, la scienza, ecc.? 8O

Le credenze collettive hanno un impatto sul tuo modo di pensare e di agire!

Siamo stati abituati a credere di essere vittima dei nostri geni e che il nostro patrimonio genetico determinasse la nostra vita. Il biologo Bruce Lipton, mostra come le scoperte inoppugnabili dell’ultimo secolo dimostrano invece che i geni stessi sono controllati dalle NOSTRE PERCEZIONI DELL’AMBIENTE che ci circonda!

Come ricercatore scientifico, dico ad esempio che la Scienza (considerata esatta), proprio per il fatto di essere in continua evoluzione… è per assurdo, in realtà un qualcosa di veramente INCERTO! :-)

  • Non è raro che scoperte scientifiche successive SMENTISCANO le precedenti (che sono state considerate vere per anni)!

    Quindi dove sta tutta questa esattezza della Scienza? :-)

  • Inoltre molte assunzioni scientifiche si basano solo su SPERIMENTAZIONE EMPIRICA, dove IL CONCETTO DI ESATTO È RELATIVO, in quanto è sufficiente un solo controesempio per smontare tutto!
  • Certi pilastri considerati VERITÀ ASSOLUTA dalla Scienza (in realtà poi rivelatesi errati), possono condizionare le ricerche future. Lo scienziato di fronte a nuovi risultati inspiegabili (e contrastanti con le assunzioni precedenti) può trovarsi di fronte ad un vero e proprio DILEMMA:
    • continuare a considerare come vere, LE PRECEDENTI ASSUNTE VERITÀ di altri su cui basarsi;
    • oppure avventurarsi verso nuove strade senza avere alcun riferimento (rischiando anche di essere deriso)?

A proposito del dilemma espresso in questo terzo punto, puoi trovare un video interessante di uno scienziato italiano nel percorso “La Via dei Sogni”. ;-)

“Ogni verità attraversa tre fasi. Prima viene ridicolizzata. Poi incontra una violenta opposizione. Infine viene accettata come palese”.

Arthur Schopenhauer

Le credenze collettive condizionano l’umanità!

Di credenze collettive celebri ed errate, se ne potrebbe elencare fino all’infinito… :-)

Un esempio curioso è quello per cui secondo “i luminari” dello scorso secolo, non era considerato possibile per un essere umano, correre il miglio entro i 4 minuti.

Si pensava che il cuore per uno sforzo del genere sarebbe esploso!

Per anni nessun atleta era riuscito nell’impresa… e lo credo bene! :-)

L’atleta inglese Roger Bannister, dopo vari tentativi, nel 1954 riuscì ad abbattere questo limite!

Già di per se l’abbattimento di questo record, è straordinario se si pensa a quali convinzioni potenzianti dovesse avere questo atleta, per andare contro la morte certa secondo quanto per l’umanità era considerato impossibile! :-)

Ciò che è ancor più sorprendente è che dopo questo record, nello stesso anno altri 37 atleti superarono questo limite dei 4 minuti, e nei tre anni successivi circa altri trecento atleti riuscirono nell’impresa!

Non era mai avvenuto niente di simile nella storia dello sport!

Roger Bannister aveva abbattuto una credenza collettiva per dare certezze ad altri! 8O

Quali credenze collettive ti stanno limitando?

Adesso ci ridiamo…

ma immaginatevi i marinai che seguirono Cristoforo Colombo, quanto fossero stati davvero felici di sapere che durante il loro viaggio sarebbero caduti nel vuoto dello spazio! :-(

Eppure la credenza collettiva era che la terra fosse piatta!

Quante “terre piatte” personali o credenze collettive limitanti abbiamo riguardo le proprie potenzialità?

Ti saluto lasciandoti riflettere su questo. ;-)

Un abbraccio,

Giulio

Tags: ,

# La mia prima esperienza: le costellazioni familiari

Eventi dal Vivo, Ignoto 1 Comment »

Ciao,

nonostante avessi letto molto sulla tematica, l’esperienza dal vivo con le costellazioni familiari si è rivelata davvero emozionante e sorprendente (e per quanto mi riguarda anche molto divertente ed affascinante). Domenica 6 febbraio 2011 ho vissuto la mia prima giornata sulle costellazioni familiari condotta da Carla Nenci, sia come attore che come spettatore.

Le costellazioni familiari sono un’esperienza dal vivo emozionante e sorprendente!

Partiamo con questa PREMESSA MOLTO IMPORTANTE: non parlerò nè della mia costellazione familiare svolta, nè delle costellazioni familiari degli altri partecipanti! E ti consiglio di farlo anche tu (nel caso tu dovessi avere questa esperienza)!

Questo perché? 8O

Ogni costellazione familiare necessita di essere ELABORATA a LIVELLO INCONSCIO, e la condivisione con altre persone, toglie potere di elaborazione alla costellazione familiare stessa.

Come funziona una costellazione familiare?

La persona che vuole risolvere una sua situazione (spesso limitante che si ripete nella vita), racconta a grandi linee la sua storia, e su indicazione dell’operatore, sceglie “gli attori” (fra gli altri partecipanti) che dovranno interpretare certi ruoli relativi a persone coinvolte in quella personale vicenda (ad esempio una persona farà la mamma, un altro il nonno, un altra persona il figlio, il destino o qualsiasi altro ruolo richiesto).

Ovviamente ciascun attore non è un attore professionista, ma un semplice partecipante che interpreta un ruolo assegnato e che è ignaro della storia e del personaggio che sta interpretando! :-)

E sta proprio qua il bello! ;-)

Le Costellazioni Familiari, si rivelano efficaci per portare alla luce le origini nascoste di certe difficoltà in varie situazioni di vita, quali ad esempio:

  • radicali cambiamenti di vita;
  • difficoltà o conflitti in ambito lavorativo;
  • difficoltà o conflitti in ambito relazionale;
  • difficoltà economiche;
  • particolari atteggiamenti emotivi alterati:
  • strane difficoltà di salute;
  • dipendenze varie;
  • tendenze autodistruttive;
  • ecc.

È importante che l’operatore capisca durante il racconto preliminare di chi vuole risolvere una propria situazione, non solo i ruoli coinvolti nella problematica, ma anche quali eventi traumatici (come aborti, lutti, segreti familiari non detti, incidenti, violenze, abusi, suicidi, malattie, ecc), siano avvenuti nella vita personale della persona stessa, e (per quello che ne può sapere) anche nella vita dei suoi familiari, parenti od avi.

All’inizio (una volta scelti gli attori che interpreteranno i ruoli necessari), la persona che riceve la costellazione familiare, sposta nello spazio scelto gli attori. Da quel momento gli attori sono liberi di muoversi e (sotto la guida dell’operatore) di dire ciò che sentono.

In base alle sensazioni ed ai movimenti degli attori, l’operatore capisce quali domande fare e se far entrare in gioco altri ruoli (sceglie gli attori in base alle sue sensazioni), ecc.

La cosa SORPRENDENTE delle costellazioni familiari è che spesso gli attori (ovviamente ignari di chi fossero le persone che stanno interpretando) avvertono emozioni e sensazioni disparate, dicono cose o si muovono accanto ad altri attori, che in realtà spesso hanno un senso ed un riscontro oggettivo nella realtà! 8O

In base a tutto ciò, si riesce a capire situazioni passate di avi o familiari, portandole alla luce… capendo quindi l’origine del problema. Tal volta colui che riceve la costellazione familiare non può ovviamente sapere fatti passati dei propri antenati. Ovvio! :-)

Le costellazioni familiari durante le elaborazioni portano a cambiamenti di vita futuri!

Una volta eseguita la costellazione familiare (l’operatore decide di portarla fino ad un punto opportuno in base al problema da risolvere). Occorrerà poi vedere quali cambiamenti avverranno nella vita di chi riceve la costellazione familiare nei mesi futuri (ELABORAZIONE).

Il video promozionale che ho inserito aiuta a capire meglio le dinamiche delle costellazioni familiari.

Come è possibile che gli attori interpretino e vivano i propri ruoli che non conoscono? 8O

Le spiegazioni possono essere due:

  • L’ipotesi principale è che gli attori e l’operatore accedono al campo di conoscenza e coscienza collettivo (vedi ad esempio il DVD “Il linguaggio della Matrix Divina” di Gregg Braden sulla base delle recenti scoperte della Fisica Quantistica);
  • In seconda ipotesi, portare alla luce certi episodi durante la rappresentazione,  è possibile che abbia un effetto inconscio di consapevolezza risolutivo su tutti i partecipanti (soprattutto se supportato durante la rappresentazione da chi deve ricevere la costellazione);

Questa nuova consapevolezza inconscia dovuta alla rappresentazione, è  plausibile  che possa produrre un certo “EFFETTO RISONANZA” interrompendo il ripetersi di situazioni future limitanti ed emotivamente traumatiche, su chi ha ricevuto quella costellazione familiare.

Fra l’altro possono avere dei benefici anche gli attori di quella costellazione familiare, perché evidentemente se sono chiamati ad interpretare un certo ruolo… forse per una certa risonanza, è possibile che ci sia qualche situazione simile nella loro vita (od almeno in parte). :-)

Per concludere, la mia prima esperienza con le costellazioni familiari, è stata davvero emozionante (sia come attore, che spettatore) e ringrazio tutti i partecipanti e Carla Nenci.

Buona giornata,

Giulio

Tags: ,

* Attivazione della Merkabah

Eventi dal Vivo, Ignoto, Spiritualità 9 Comments »

Ciao,

fra le varie strade di di recente scoperta personale, verso la TRASFORMAZIONE e VERA ESPRESSIONE di se stessi, la Merkabah (o Corpo di Luce), è uno strumento molto affascinante e ancora da esplorare.

Come descrive Drunvalo Melchisedek, una suggestiva descrizione della Merkabah è: “un campo di luce che ruota controdirezionalmente, che interagisce con lo spirito e il corpo e che può trasportarti da un mondo all’altro”.

L’attivazione della Merkabah, rappresenta un dono di Dio e dell’Arcangelo Metatron all’Umanità?

Domenica scorsa 30 gennaio, ho sperimentato l’attivazione della Merkabah grazie ad una giornata con Manuela Antonelli (ricercatrice spirituale da circa 25 anni, in cui durante varie canalizzazioni attraverso guide spirituali, ha scoperto di ricevere informazioni dall’Arcangelo Metatron, nonostante lei non sapesse chi fosse tale entità).

Il processo di Attivazione della Merkabah, si è semplificato notevolmente nei vari passaggi, ed a differenza di altri insegnamenti che utilizzano tecniche di meditazione, è possibile ricevere l’attivazione da parte di Manuela Antonelli che, pur continuando a canalizzare l’energia di Metatron, ha acquisito la possibilità di attivare il campo energetico delle persone senza una piena interazione medianica.

L’attivazione della Merkabah è il punto di partenza di un lungo viaggio di conoscenza.

Metatron Metatron

 

Chi è Metatron?

Considerato il portavoce di Dio, è difficile darne una identificazione precisa e certa dalle fonti scritte dove appare (approfondirò comunque le mie ricerche).

Non ci sono riferimenti a lui nelle scritture Cristiane (Nuovo Testamento) o in fonti Islamiche; il riferimento dell’Antico Testamento in merito al Carro Celeste della Merkabah, compare nel libro dell’Esodo, dei Profeti Isaia, Ezechiele (vedi figura sotto) e Zaccaria.

Secondo Johann Andreas Eisenmenger (1654-1704) (uno dei più profondi conoscitori della letteratura
rabbinica)  Metatron sarebbe colui che trasmette gli ordini quotidiani di Dio agli angeli Gabriele e Sammael.

Il Talmud (il grande libro Sacro dell’Ebraismo), afferma che Metatron della Merkavah sia l’angelo principe associato al bene dell’albero della conoscenza del bene e del male, mentre la Merkavah è il trono creato dal Signore.

Metatron è anche menzionato in modo speciale nel Libro di Enoch (ebreo e merkabah), descrive il legame tra il figlio di Enoch di Jared (il grande figlio di Noè) e la sua trasformazione nell’angelo Metatron.

Molto curioso anche il riferimento esplicito a Metatron come guida per alcune personalità musicali quali Carlos Santana, riguardo la sua musica.

Ancor più difficile (e forse non ha neppure senso) è dare ovviamente una rappresentazione dell’Arcangelo Metatron (nella seconda figura dall’alto ho inserito immagini fra quelle che ho trovato su internet, e che ho sentito in maggior risonanza personale).

Più “facile” capirne di più riguardo a Metatron, attraverso i suoi stessi messaggi (di cui parleremo in un altro articolo) a coloro in grado di canalizzarli.

Torniamo comunque alla giornata attivazione della Merkabah:

L’attivazione della Merkabah è uno strumento di trasformazione.

La Merkabah rappresenta uno strumento per muovere le forze dell’Io trasformandole in sintonia con i livelli più elevati. “Mer” significa Luce. “Ka” si intende Spirito. “BA” significa corpo. È rappresentata da due tetraedri rovesciati.

Durante l’attivazione della Merkabah, non ho percepito grandi cose (anzi i vari test kinesiologici effettuati subito dopo la mia attivazione sono risultati negativi). Alla sera ho ripetuto il test e invece la sua attivazione è risultata positiva. (Come ha spiegato Manuela, è necessario un po’ di tempo per l’assorbimento cellulare dopo l’attivazione).

Cosa interessante che durante la giornata in certi casi, i SI ed i NO che si verificano prima dei test Kinesiologici, sono risultati invertiti (normalmente ho il SI in avanti ed il NO indietro).

Oltre all’attivazione della Merkabah, sono stati attivati altri simboli.

Durante le canalizzazioni della giornata è stato disattivato il sistema primordiale di limitazione (leggi fra le righe dell’articolo a proposito del sigillo o blocco a livello cellulare).

Al mio test kinesiologico, il sistema primordiale di limitazione risultava già disattivato (forse per grosso lavoro di questi anni), anche se in realtà non ero completamente “pulito”, facendo la domanda del test in modo diverso.

I simboli attivati sono stati i seguenti: 

  • L’OTTAEDRO: utilizzato per rilasciare vecchie programmazioni e legato allo spazio del cuore (tanto è vero che durante la sua attivazione ho percepito un forte calore in quella parte);

 

  • FREQUENZA 144 (nell’attivazione dell’Ottaedro): in sintonia con la vibrazione Cristica, la sua energia porta la frequenza dell’amore incondizionato;
  • GHIANDOLA AKENÈ (nell’attivazione dell’Ottaedro): in corrispondenza della ghiandola del Timo, si accresce in base alla propria accettazione;
  • RAGGIO VIOLA (nell’attivazione dell’Ottaedro): la descrizione da un estratto della canalizzazione di Metatron tramite Manuela:

     

    “…in quella luce viola, in quell’onda di vibrazione c’è una forza ancora più grande
    i piani superiori stanno mandando un grande potenziale di apertura
    perchè voi possiate viaggiare all’interno della vostra anima
    e lì quanto di più grande si può esprimere
    ed è una fede che va oltre la religione
    non c’è parole in questa, c’è solo amore”.

     

    Sperimentando il raggio viola in questi giorni, ho notato che in auto, le code, terminavano velocemente e la strada si liberava. :-)  

     

  • CROCE CELTICA: luce di pace e protezione;
  • LUCE DI DIO (simbolo in figura sotto): Energia con amplificazione ulteriore per la connessione alla cellula madre.

 

oltre che

  • attivazione della Pineale;
  • attivazione 12° frequenza;
  • attivazione del DNA energetico multidimensionale;
  • amplificazione delle capacità di Guarigione ed autoguarigione;
  • unificazione del Maschile e del Femminile Interiori;
  • attivazione della comunicazione con il proprio SÈ SUPERIORE;
  • attivazione della connessione alla Membrana (presumo sia la griglia di cui parla l’energia angelica dal nome vibratorio Kryon).

 

Ovviamente le potenzialità degli strumenti indicati sopra, sono da scoprire. Mi diceva Antonella che Metatron quando fornisce certi strumenti, non da le “istruzioni dell’uso”, ma invita a sperimentare (e talvolta fornisce degli indizi dove cercare).

Quindi al momento devo sperimentare anche io. Fra un po’ ci sarà un BONUS sorpresa di approfondimeto nel percorso La Via dei Sogni. ;-)

Nel frattempo è disponibile nel percorso “La Via dei Sogni”, anche una interessante intervista a Manuela Antonelli.

Concludo questo lungo articolo raccontando un episodio curioso:

prima andare alla giornata dell’attivazione Merkabah-Ottaedro, nonostante la pulsione interiore ad andare, la mente faceva un po’ da freno…  anche se di solito scelgo il cuore… :-)

Non so perché… ho fatto per curiosità e per gioco, un giro di “Carte di Trasformazione” connettendomi al mio SÈ SUPERIORE e chiedendo direttamente a Metatron: “Se vuoi convincermi definitivamente a venire, fammelo capire chiaramente”.

Ho pescato tre carte:

  • 1° carta: Angeli – Metatron (“Focalizzo la mia attenzione sul bene”)!  WOW, ne esiste una sola in un mazzo di 72 carte!!! 8O
  • 2° e 3° carta: Bambino Interiore (con un affermazione positiva per ciascuna carta).

Avevo già letto questa cosa in “Come liberarsi dalle dipendenze affettive” di Claudia Rainville ed imparata dai processi The Journey, ma durante la giornata Manuela mi ha confermato (guarda caso), che è necessario cambiare e guarire prima le convinzioni limitanti del Bambino Interiore per poter guarire l’Adulto.
Dopo qualche giorno mi sono ricordato di quelle due affermazioni del Bambino Interiore, e testandole entrambe, una delle due non era supportata dal mio inconscio! :-(

Eppure ero convinto di sì!

Ho applicato la Merkaba – Ottaedro ed Akenè, ed il mio inconscio l’ha accettata! WOW! 8O

Eh sì, mi sa che ha ragione Metatron … non si finisce mai di imparare e sperimentare!

Buona notte,

Giulio

Tags: , ,

# Le carte di Chiedi e ti sarà Dato

Ignoto, Potenzialità del Cervello 5 Comments »

Ciao,

volevo parlare della mia esperienza sulla Merkaba e l’Ottaedro dell’Arcangelo Metatron, ma ho deciso di parlare in questo articolo delle carte di chiedi e ti sarà dato, in cui sono espressi i concetti forniti da Abraham ai coniugi Esther e Jerry Hicks, riguardo la Legge di Attrazione e il pensiero umano.

Ti chiederai: che c’entra Metatron e chi è Abraham? :-)

Abraham come lo definiscono gli stessi coniugi Hicks, è come “un gruppo di coscienza proveniente dalla dimensione non-fisica”, ed è canalizzato da Ester.

Le carte di Chiedi e ti sarà Dato, aiutano a cambiare in positivo la vibrazione dei propri pensieri.

Durante la giornata sull’attivazione della Merkaba e l’Ottaedro (ne parleremo meglio in un prossimo articolo), fra le varie cose, è stato anche rimosso il sigillo o blocco a livello cellulare dell’essere umano, riguardo il modo di pensare… tendente al pessimismo cosmico più negativo. :-)

Forse tale blocco è stato acquisito e radicato a livello di credenze nel corso dei secoli dall’essere umano (e forse per un certo interesse dei veri poteri per controllare le masse), fatto sta che l’uomo spesso non vede a pieno le sue vere e STRAORDINARIE POTENZIALITA’, CAPACITA’, QUALITA’ e BELLEZZA!

E’ molto facile accorgersi di questo blocco o tendenza al negativo, nella vita di ogni giorno! :-(

Quello che accade nella vita sono semplicemente situazioni (punto e basta). Siamo noi che ne diamo un’interpretazione (molto spesso negativa)… e le persone si focalizzano solo su quello!

Basti pensare che il 70% dei vocaboli usati da una persona, in media sono negativi. :-(

Quando incontri qualcuno per la strada e dici “Ciao, come va?”

cosa ti risponde?

“Insomma, benino”  oppure “non c’è male”. :-)

Non c’è male???!!!??? :-?

Ci sarebbe un MILIONE DI MOTIVI per essere GRATI!

Se una persona è contenta per certe situazioni di vita, c’è la tendenza a sminuire per SUPERSTIZIONE e per la PAURA che qualcosa prima o poi andrà male. :-(

Hai mai visto un telegiornale fatto di sole notizie BELLE? :-)

Eppure ce ne sono ogni giorno! :-)

È vero o no? :-)

I testi sacri non dicono: “chiedi e ti sarà dato”?

Per quello che ci ha inculcato la società, la cultura, le religioni, i genitori e parenti (in base a quello che a sua volta è stato insegnato loro)… c’è una certa tendenza al pensare in modo pessimistico e c’è una credenza assurda che nella vita si deve soffrire, o che “tanto ormai sono fatto o fatta così”!

Curioso vero? :-)

Chiedi e ti sarà dato… anche cose belle o brutte senza giudizio!

Per come è fatto il nostro cervello, se uno vuol vedere il “marrone”, stai sicuro che attrarrà (principio di risonanza) continuamente situazioni “marroni” e le vedrà da tutte le parti (focus mentale)… non accorgendosi di quante altre opportunità straordinarie gli stanno passando accanto!

Curioso vero!? :-)

Ci si focalizza e ci si logora sulla mancanza di qualcosa… piuttosto che su tutto quello che di bello abbiamo… e non si vede tutta la POTENZIALE ABBONDANZA attorno.

La paura ci blocca nell’esprimere veramente se stessi o in quello che desideriamo, perché si pensa di non essere in grado, di non riuscire, di non meritarselo o di non poter fare una certa cosa nella propria vita.

Persino le ultime scoperte della fisica quantistica stanno dimostrando proprio questo.

Indipendentemente dalle credenze religiose o dalle traduzioni manipolate dei testi sacri… se “l’uomo è a immagine e somiglianza di Dio” qualcosa vorrà dire… no?

Questo la dice lunga sulle sue straordinarie potenzialità! ;-)

Allora perché ti suggerisco le carte del Chiedi e ti sarà Dato?

Le carte del Chiedi e ti sarà Dato, aiutano a cambiare il proprio modo di pensare in positivo!

Non ti suggerisco certo le carte del Chiedi e ti sarà Dato per leggere il tuo futuro!

Perchè se credi di potercela fare, il futuro te lo puoi creare. :-)

Indipendentemente che uno creda o meno nella Legge di Attrazione, è importante cambiare il proprio modo di pensare nella consapevolezza delle proprie potenzialità, in modo POSITIVO!

Per come siamo stati abituati a pensare per anni ed anni, occorre farlo in modo graduale, per assimilare questo modo di essere. È proprio con il mettere in pratica e con la ripetizione che si acquisisce una nuova conoscenza e si sviluppa una nuova abitudine.

Ecco perché ti suggerisco di focalizzarti su una situazione ed estrarre una carta al giorno e riflettere su essa. Ti suggerisco di farlo per un anno… rimarrai sopreso dal principio della risonanza per le tue situazioni e SOPRATTUTTO dei cambiamenti che otterrai nel tuo modo di pensare! ;-)

Questo è solo un suggerimento personale sull’uso, ma potrai sbizzarrirti! … Infatti la scatola delle carte del Chiedi e ti sarà Dato, non contiene istruzioni.

È importante FARSI DELLE DOMANDE DI QUALITA’ per OTTENERE RISPOSTE DI QUALITÀ!

Quindi anziché farsi domande usando il PERCHÈ: (perchè sono sfortunata/o, perché succedono tutte a me?)

che poi il cervello si focalizza solo su quello (il marrone)… :-)

meglio usare COME o COSA o IN CHE MODO: (cosa posso trovare di bello in questa situazione? Quale messaggio vuol darmi? In che modo posso trovare delle soluzioni?).

Potrei raccontarti tante storie “clamorose” di persone, in cui situazioni apparentemente negative… si sono rivelate una vera e propria benedizione per capire DAVVERO cosa non andava nelle propria vita… cogliendone una grande opportunità per trasformarle poi in vite straordinarie!

La vita glielo stava urlando da tempo!!!

ATTENZIONE: una volta cambiato il proprio modo di pensare e accresciuta la propria AUTOSTIMA nel potercela fare, servono altri due ingredienti fondamentali: l’azione e soprattutto uscire dalla zona di comfort!

… e questa è un’altra storia. :-)

Un abbraccio,

Giulio

Tags: ,
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.