! Premiare i buoni comportamenti ed ignorare i comportamenti cattivi

Psicologia dei Comportamenti 1 Comment »

Ciao,

durante le feste siamo di solito sempre tutti un po’ più buoni ed amorevoli verso gli altri, ma come mantenere questo tutto l’anno? :-)

Un notevole salto di qualità nelle relazioni con gli altri, lo si può ottenere con l’atteggiamento di premiare i buoni comportamenti ed ignorare i comportamenti cattivi!

Incoraggiare o premiare i buoni comportamenti ed ignorare i comportamenti cattivi fa la differenza!

Se guardiamo bene, potremmo sicuramente fare molto meglio per migliorare le nostre relazioni (sentimentali, di amicizia, lavorative, educazione dei figli, ecc.).

Alcuni suggerimenti semplici:

  • EVITARE di fare commenti negativi che tocchino l’IDENTITÀ di una persona (ad es: Sei uno stupido, non vali nulla, sei una incapace), perché altrimenti si rischia la lite pesante fino alla rottura dei rapporti.
  • Se necessario, riferirsi SOLO AI COMPORTAMENTI (negativi) usando AGGETTIVI POSITIVI, eventualmente preceduti da NON (ad es: Il tuo gesto non è stato bello. Potevi fare meglio).
  • Per addolcire il non apprezzamento del gesto o del comportamento, affiancare sempre una CAREZZA VERBALE (ad es: Anche se il tuo gesto non è stato bello, so che sei una brava persona. Potevi fare meglio e so che puoi farlo).

Con il premiare i buoni comportamenti ed ignorare i comportamenti cattivi migliorano i rapporti

Vi sono molti studi sulla tematica e con la tecnica di premiare i buoni comportamenti ed ignorare i comportamenti cattivi, si ottengono notevoli risultati, perché le persone si sentono più comprese e rispettate.

Cosa ben diversa da aggredire verbalmente una persona! ;-)

Non è un caso che molte aziende importanti adottano proprio tale tecnica con i loro dipendenti, così come molti educatori con i loro alunni o genitori con i propri figli.

Ti consiglio di sperimentare, se non lo stai già facendo! :-)

Fammi sapere come va.

Buona notte,

Giulio

Tags: ,

? Il morbo di Morgellons

Cospirazione, Ignoto 2 Comments »

Ciao,

il morbo di Morgellons, è una condizione caratterizzata da una serie di sintomi cutanei quali prurito, fitte dolorose, apparente presenza di fibre sulla pelle o sotto la pelle, lesioni permanenti alla cute (es. eruzioni cutanee o piaghe, sensazioni di aver insetti sotto la pelle, affaticamento generalizzato, disturbi sensoriali e della sfera emotiva, alterazioni neurologiche, ecc.).

Quale è la vera origine del Morbo di Morgellons?

Nel 2001 la biologa Mary Leitao del Massachusetts General Hospital di Boston, notò sul labbro del figlio di due anni una ferita che non riusciva a guarire. Prelevò un frammento di cute ed osservandola al microscopio scoprì delle fibre di polietilene e masse di filamenti rosse e blu che brillavano se esposte alla luce ultravioletta e che se sottoposte al calore non bruciavano o fondevano neanche ad alte temperature, oltre i 900°C. 8O

Mary Leitao decise di far visitare il figlio da vari medici, ma essi non rilevarono  nulla di anomalo al punto di intenderla come una malattia psichiatrica!

Alla grazia! :-?

Anzi vi è da dire che nonostante diversi casi di Morbo di Morgellons, le persone affette da tale patologia sono state considerate dei malati psichiatrici fino ad un po’ di tempo fa. :-(

Nel 2002 le persone affette dal Morbo di Morgellons, si sono riuniti in una fondazione Morgellons Research  Foundation.

Il nome di morbo di Morgellons deriva da una monografia di Sir Thomas Browne di data incerta, ma pubblicata nel 1690 in cui si descrive le eruzioni cutanee di peli rigidi su bambini di una regione dalle Francia, chiamati Morgellons.

Il morbo di Morgellons è frutto di alta tecnologia o vi è altro?

La dottoressa tossicologa Hildegarde Staninger è una dei pochi scienziati che sta attivamente studiando la malattia conosciuta come sindrome o morbo di Morgellons. Alcune delle sue scoperte sono veramente incredibili!

Il Morgellons è un vero invasore straniero, cioè qualcosa che viene introdotto nel corpo e non viene riconosciuto dall’organismo. Attacca i meccanismi di difesa della vittima. E in questo caso i materiali sono stati identificati alla fine degli studi condotti nell’ambito del progetto FMM (Fiber, Meteorite & Morgellons). Abbiamo scoperto che il materiale è composto da una doppia composizione di poliestere con altre miscele organiche. Fondamentalmente è simile a due cannucce di plastica con una testa di silicio. 8O

Si tratterebbe di una sorta di colonizzazione del tessuto umano operata da nanotecnologie costituite da nanotubi, nanocavi, nanostrumenti in grado di assemblarsi da soli, autoreplicarsi e dotati di sensori e batteria. 8O

Sempre secondo la dottoressa Heildegarde Staninger … si ha l’incredibile scoperta come afferma anche durante una trasmissione televisiva:

Dalla combinazione di circa 24 esemplari di fibre di Morgellons che ci sono stati mandati da tutte le parti del mondo e la comparazione con esemplari residui di scie chimiche mandateci dal Texas (a cui sono stati aggiunti gli esemplari di due pazienti affetti da Morgellons sotto la mia cura e la cura del Dr Spencer), abbiamo trovato che combaciano con gli esemplari dei residui di scie chimiche mandateci dal Texas.

A questo punto la domanda mi sorge spontanea…

Dato che ormai le scie chimiche sono un fenomeno che coinvolge un po’ tutti i cieli a livello planetario …

Perché solo alcune persone sono affette dal Morbo di Morgellons?

Non so dare al momento una risposta, ma se fosse vero che fossero create in laboratorio… (e ripeto non ho le prove per dirlo)… la domanda inquietante che ne deriva è:

il morbo di Morgellons è il risultato di un incidente di esperimenti non previsto, oppure è fatto deliberatamente per infettare e far ammalare la gente?

Stiamo naturalmente ragionando per ipotesi…

Ognuno si faccia la propria opinione… fatto sta che le persone affette dal morbo di Morgellons sono un dato di fatto!

Buona serata,

Giulio

Tags: ,

? La Terra è cava?

Cospirazione, Ignoto 18 Comments »

Ciao,

spesso se sei un lettore di La Via dei Sogni, mi avrai sentito parlare di ciò che ho provato personalmente…

qua ovviamente data la tematica parliamo solo per ipotesi sul fatto che la Terra possa essere cava o piena. :-)

Un ricercatore di fisica quantistica, mi parlò per la prima volta di Terra cava… non ci detti molto peso, ma fui sorpreso. :-)

Partiamo da un fatto: al momento non vi è alcuna certezza che la Terra è cava, ma anche la teoria della Terra piena attuale che si fa studiare sui banchi di scuola, è pur sempre una teoria che spiega alcune cose (come ad es. la Tettonica delle placche), ma non è esaustiva! L’uomo non è mai arrivato oltre pochi km sotto terra!

La Terra è cava o piena?

(In figura puoi trovare due modelli ipotetici stilizzati della Terra piena e cava: clicca su ogni figura per ingrandire).

L’ipotesi della Terra cava, risale alle tradizioni orali di molte etnìe che affermano e tramandano una simile convinzione: Eschimesi, Hopi, Maya, Incas, Egiziani e Vichinghi possedevano questa consapevolezza, comune ad altre popolazioni europee.

Già questo, al di là di cosa ognuno voglia credere, a mio avviso è molto affascinante e mi ha sempre spinto a chiedermi: da dove vengono queste tradizioni comuni di popoli appartenenti a luoghi diversi del pianeta? 8O

Anche Platone sembrerebbe affermare che: “vi era un grande sovrano che siede al centro della terra, sull’ombelico della terra; egli è il mediatore della religione per tutto il genere umano”.

Uno studio serio ed approfondito sull’argomento vi fu da parte di Ser Edmond Halley, noto astronomo e marinaio inglese del XVII secolo (famoso per la cometa omonima), che a causa di rivelazioni sul magnetismo terrestre, ipotizzò nel 1692 che il pianeta Terra dovesse essere cavo con all’interno un altro globo (o meglio una serie di cerchi concentrici). Halley fu il primo a provare a spiegare il mistero ancora attuale delle aurore boreali od australi ai poli precisando che erano il riflesso della luce che illuminava il mondo sotterraneo.

(Nonostante la recente spiegazione ufficiale attuale delle aurore, parli di interazioni delle cariche di origine solare con la ionosfera, risulta non propriamente soddisfacente e genera ampie discussioni fra gli scienziati).

Altri scienziati (solo per citarne alcuni) portarono avanti le ipotesi di Halley:

Leonard Eulero nel 1700 (fedele seguace di Halley che introdusse (come lui lo definisce “esperimento mentale”) un Sole centrale nella cavità del pianeta che illuminerebbe l’interno e sosterrebbe una civiltà avanzata), oppure lo scienziato francese Pier Luis de Maupertuis, fino a John Cleves Symmes (nonostante le sue affermazioni nel 1818 sul fatto che la Terra fosse formata da un guscio cavo di 1300 km di spessore, con due cavità abitabili di 2300 km di diametro con apertura ai poli, gli vennero negati i finanziamenti per le sue spedizioni), ecc.

La teoria della Terra cava parla di aperture principali ai poli con altri ingressi secondari in altre parti del pianeta (ad esempio il famoso triangolo delle Bermude sembra essere uno di essi).

Verità o fervida immaginazione?

Eppure fra le tante tante spedizioni ai poli che vi sono state ve ne sono state alcune con testimonianze singolari; fra tutte spicca quella del ammiraglio americano Richard E. Byrd.

L’esperienza dell’ammiraglio Byrd all’interno dei poli, è uno sconvolgente indizio che la Terra è cava?

Richard E. Byrd durante la spedizione per polo Nord del 19 febbraio 1947 racconta della sua esperienza inaspettata durante il volo di vedersi sostituire al ghiaccio terre prive di ghiaccio, laghi e montagne coperte da alberi. Nella descrizione si parla anche di strani animali simili a mammut e la terra che videro (con i suoi compagni di avventura), ancor oggi non compare in alcuna cartina geografica.

Byrd scriverà nel suo giornale personale:

“Devo scrivere questo giornale in segreto. Riguarda il mio volo del 19 Febbraio 1947 nel’artico. Viene adesso il tempo dove la razionalità dell’uomo deve appassire nell’inconsistenza ed egli deve accettare l’inevitabile verità. Non sono libero di svelarvi la seguente documentazione”.

L’esperienza dell’ammiraglio Byrd prosegue con l’incontro da esseri benefici molto più evoluti di noi nelle conoscenze, fino alla consegna personale del messaggio (riguardo l’uso scellerato dell’energia nucleare che la razza umana sta utilizzando). A Byrd viene chiesto di tornare in superficie scortato da due dischi volanti in superficie per comunicare tale messaggio ai governi.

“La vostra razza ha raggiunto adesso il punto di non ritorno, perché ci sono certi tra voi che distruggerebbero il vostro stesso mondo piuttosto che abbandonare il loro preteso potere. Nel 1945 ed in seguito abbiamo provato a contattare la vostra razza, ma i nostri sforzi hanno incontrato solamente ostilità ed i nostri vascelli furono mitragliati.”

Il Pentagono gli impose il segreto militare e gli confiscò il suo taccuino di volo. Il dubbio permase su questa storia per mezzo secolo ed alla fine degli anni ’90 del 1900, il taccuino ricomparve assieme al diario di bordo.

Nel 1955 Byrd inizia la missione al polo Sud ed al suo ritorno qualcosa di importante deve essere accaduto perché poche settimane prima di morire scrive sul suo giornale personale:

“Questi ultimi anni dal 1947, non sono stati piacevoli. Scrivo adesso per l’ultima volta in questo singolare giornale. Per precisare, devo dire che durante questi anni  ho tenuto questo affare segreto, mi è stato ordinato così. Questo in contrasto totale con i miei valori morali. [...] Quello per cui ho visto il paese dietro ai poli, il centro di questo grande sconosciuto.”

Depistaggio militare, finzione o verità nascoste sul fatto che la terra è cava?

Nel libro “Missione Universale – Eugenio Siracusa” di Giuliano Falciani edito dall’Associazione culturale Saras, puoi trovare la descrizione completa del racconto di Byrd.

Eugenio Siragusa

Eugenio Siragusa

A me viene comunque da chiedermi: perché il taccuino ed il diario sono comparsi solo di recente? 8O

Fra le tante immagini dal satellite, nel 6 gennaio 1967 una composizione delle foto scattate dal satellite ESSA-3 della NASA risulterebbe come tale sequenza fotografica in cui si nota un’apertura graduale in corrispondenza del polo e come una specie di “risucchio delle nubi”.

Non so dire riguardo la veridicità di tale sequenza fotografica, in quanto nonostante le mie ricerche non ho trovato materiale di archivio sul sito ufficiale della NASA… e questo è comprensibile e comunque non mi sorprende affatto. :-?

La domanda sorge spontanea: perché il buco non è illuminato dal sole interno? (Stiamo facendo delle ipotesi ovviamente).

Difficile stabilire l’eventuale apertura dei poli… dato che vi sono tantissime foto satellitari che non evidenziano tali aperture.

Secondo i messaggi ricevuti dal contattista Eugenio Siragusa, le aperture avverrebbero in armonia con i flussi ed i riflussi cosmici.

Molti contattisti (fra cui anche Eugenio Siragusa), molti maestri spirituali e molti testi e tradizioni, parlano di zone inesplorate all’interno del pianeta Terra con razze benefiche e più evolute (da cui discenderemmo).

Eugenio Siragusa parla anche di umani scomparsi (come il genio italiano fisico Ettore Majorana, che aveva detto no alle sue scoperte sulla fissione nucleare), che in realtà sembra starebbero vivendo all’interno del pianeta.

E fin qui ovviamente ognuno è libero di farsi una sua idea e credere cosa vuole. :-)

Ovviamente non si può dire con certezza se la Terra è cava o piena.

Quello che mi chiedo invece è:

Indipendentemente se la Terra è cava o piena, la razza umana può discendere da altre razze nell’universo?

In fondo sappiamo davvero poco sulla nostra natura ed origine.

Molti ritrovamenti di resti di esseri umani (ossa, impronte di scarpe, pallottole in crani di mammut, ecc.) ben prima dei tempi considerati ufficiali dalla teoria dell’evoluzione Darwinista, fanno tremare la versione classica di discendenza dalla scimmia (vedi ad es: “Le origini Segrete della Razza Umana” di Michael Cremo), oppure diverse nuove scoperte archeologiche e traduzioni di reperti cuneiformi, fanno pensare che la nostra origine è ben diversa da quella ufficiale (vedi ad es. dello studioso Zecharia Sitchin).

Nel universo da noi osservabile, esistono 100 miliardi galassie! … un bello spreco di spazio se ci fossimo solo noi. ;-)

Inoltre in ritrovamenti sumeri compaiono dei razzi e disegni completi del nostro sistema solare!

Anche il DNA definito “spazzatura” dalla scienza, dovrebbe far pensare che se lo abbiamo forse un motivo ci debba pur essere ed a qualcosa forse servirà…

Crediamo di aver capito tutto? 8O

Qualche dubbio a me viene.

Per quanto mi riguarda, ho iniziato da questi anni a questa parte a ribaltare molte delle mie credenze, cercando di sperimentare “cose extra ordinarie” che non ho cercato a priori, ma che ho sentito con la voce interiore del cuore di provare.

Mi sono chiesto tante volte perché questo repertino cambiamento di me stesso e sulla visione del mondo.

Le risposte sono arrivate anche tramite canalizzazioni da persone diverse che non potevano sapere niente di me e che mi hanno sorpreso per certi dettagli inequivocabili (troverai anche un po’ di materiale più avanti nel percorso “La Via dei Sogni”).

È evidente che molte persone si stanno aprendo a nuove credenze ed il  cambiamento di frequenza di risonanza del pianeta Terra (frequenza di Schumann) è un segnale IMPORTANTE che influenza per forza chi su questo pianeta ci sta “abitando” (approfondiremo questo discorso molto importante in un altro articolo sugli effetti a livello degli emisferi cerebrali e non solo).

Una cosa è certa rispetto a circa qualche anno fa sono una persona nuova: i risultati ad un livello di coscienza completamente diverso dovuto ad esempio alleesperienze ”di confine” come la trasmutazione piramidale delle memorie non sono fantasie, (chi l’ha sperimentata come il sottoscritto lo può dire). Anche l’attivazione della Merkabah legata alle energie dell’entità angelica Metatron ha portato risultati curiosi.

La sensazione che avuto dopo questi anni è come l’essermi SVEGLIATO da un sonno profondo e da molte credenze che non mi appartengono più (sensazione testimoniata anche da altre persone che conosco).

Ti chiederai perché sto dicendo tutto questo e cosa c’entra con la terra cava? :-)

Se te lo stai chiedendo: molto bene! :-)

Non sappiamo se la Terra è cava, eppure molte tradizioni e contattisti parlano di un regno interno evoluto ed abitato!

Molti testi antichissimi parlano di Shamballah (ENERGIA MASCHILE) come regno nascosto sotto l’Himalaya (è noto il richiamo dell’oriente a livello spirituale). Dai messaggi di molti contattisti, maestri spirituali e testi vari o tradizioni antiche (approfondiremo meglio in un altro articolo) sembrerebbe che la crescita spirituale e l’evoluzione umana del pianeta verrà dall’America Latina. Come è accaduto in passato riguardo a centri di maggior energia spirituale, sembra che la nuova Shamballah (o altra città intraterrena) per i nuovi millenni, sarà nei pressi di Capilla del Monte (presso il monte Cerro Uritorco) nella valle di Punilla nella provincia di Cordoba in Argentina.

I contattisti e le tradizioni parlano di questa città intraterrena dimensionale dal nome ERKS (“ENCUENTROS DE LOS REMANENTES DEL KOSMO SIDERAL”), che si troverebbe facente parte del continente sotterraneo ELDORADO.

Erks-le-luci-di-notte1

Luci di Erks?

 

Si parla di vere e proprie chiamate silenti verso quel punto del pianeta, considerato come un chakra molto forte.

Una città dove le persone sentono “una chiamata” interiore che dai piani più sottili li sta chiamando a risvegliarsi verso una realtà che gli è propria, e sentono che il vecchio stato delle cose non appartiene più loro”.

Una città dall’energia FEMMINILE in allineamento con Shamballah che rappresenterebbe un centro di Comunicazione ed Interconnesione Planetario, Galactico, Cosmico e Universale.

Erks è una città dimensionale sferica della Gerarchia della “Fiamma Azzurro-Viola”, costruita all’interno del cerchio delle montagne delle Pre-Ande, “cordilleras” considerate sacre e magiche da tutti i popoli che abitano e che hanno abitato in quei territori.

Non so se c’entri qualcosa, ma a me la fiamma viola ricorda qualcosa… come il raggio viola legato a Metatron.

Dirrai e allora? :-)

Diciamoci la verità: quante probabilità vi sono che una persona di qualsiasi altra parte del mondo capiti in quel punto sperduto, soprattutto se non sa nulla di quanto sto dicendo… ammesso anche che una persona sia attratta dall’Argentina? ;-)

Se lo guardiamo dal punto puramente statistico, uguali probabilità a qualsiasi altra possibilità…

ma se lo guardiamo dal punto di vista del cuore… non ci sarei mai andato!

Ebbene io ci sono stato proprio ad ottobre del 2010! 8O

… o meglio sono stato a circa 25 km da lì e non sapevo assolutamente nulla di che valore potesse avere quella zona. :-?

Ci sono stato per una pubblicazione ad una conferenza scientifica (sulle tecnologie interattive delle interfacce informatiche) che non avevo scelto personalmente (peraltro è stata un’esperienza bellissima anche dal punto di vista umano).

Lo ripeto non l’ho scelto io, e non ne sapevo assolutamente nulla di queste cose.

Considera che a parte aver visto un po’ tutta l’Europa da piccolo con i miei genitori, non avevo mai preso l’aereo per viaggi transoceanici, in quanto ho superato solo in questi ultimi mesi la paura del volo con apposite tecniche mentali (e non è un caso se in questi ultimi mesi ho fatto due viaggi negli USA per altri motivi ed uno in Argentina appunto per questa conferenza). Inoltre considera che non ho mai avuto una particolare pulsione per l’Argentina.

Un posto assolutamente sperduto dell’Argentina in cui la popolazione non naviga certo nell’oro, e che a livello di natura è però fra i primi tre incontaminati al mondo… e considerata riserva protetta.

pensa un po’… non sapevo potesse essere (stando ai testi) attualmente il più importante chakra del pianeta. :-?

La cosa “curiosa” è che successivamente sono stato invitato a far parte del comitato organizzatore per questo anno 2011 per la stessa conferenza (sulle tecnologie interattive delle interfacce informatiche). La cosa ancor curiosa è che dopo che ho accettato… sono venuto a conoscenza di tutto questo… mentre facevo ricerche sulla terra cava. 8O

Un caso?

Per carità con questo non fraintendermi non intendo dire nulla riguardo al fatto che la Terra sia cava o piena.

effetti-elettromagnetici-cerro-uritorco

Effetti dei campi Elettromagnetici ed Energetici di Cerro Uritorco?

 

Il fatto interessante ed inconfutabile però è che Capilla del Monte ed il monte Cerro Uritorco sono luoghi dagli accadimenti misteriosi e strani.

effetti-elettromagnetici-cerro-uritorco2

Effetti dei campi Elettromagnetici ed Energetici sul Cerro Uritorco?

 

Molti avvistamente UFO, segni energetici, incontri ravvicinati ed altro. Molte persone arrivate per caso in quel luogo da varie parti di pianeta, parlano di un vero salto di coscienza e possiamo rimanere sbalorditi dai loro racconti.

Non è un caso (adesso che lo so), che questo luogo è meta di molti studiosi, ufologi o turisti soprattutto per vivere qualche esperienza dal sapore cosmico.

Tutto frutto di fantasia o casualità?

Vi è solo un modo per saperlo… :-)

NOTA: È probabile che quanto ho scritto non risuoni particolarmente in te… è normale…

ma se hai avuto un’esperienza REALE e curiosa vissuta a CAPILLA DEL MONTE o sul CERRO URITORCO ti prego di farmelo sapere sul blog o contattandomi in privato, rispondendo ad una email del percorso “La Via dei Sogni”.

Grazie, Buona serata,

Giulio

P.S.: Da quando fu scritto questo articolo ad oggi ci sono stati episodi esperenziali clamorosi durante questa ricerca, che saranno rivelati al completamento ed al momento opportuno.

Tags:
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.