? Scoperto il nuovo pianeta Terra?

Ignoto Add comments

Ciao,

siamo l’unico pianeta abitabile dell’universo? :-)

Non entro nei dettagli e nei fatti volutamente in questo articolo sull’esistenza di altre razze nell’universo, in quanto tale discorso molto importante merita di essere approfondito a dovere.

Limitiamoci per il momento a fatti più concreti. :-)

Scoperto il nuovo pianeta Terra potenzialmente abitabile!

Un pianeta simile alla Terra esiste e si chiama Kepler-22b: a mio parere potevano scegliere un nome certamente più suggestivo! ;-)

Lo ha individuato la Nasa a 600 anni luce dalla terra. Si trova a una distanza dal suo Sole, molto simile al nostro, tale da poter avere acqua liquida, un raggio 2 volte e mezzo più grande e un anno di 290 giorni. Tali caratteristiche lo rendono il miglior candidato conosciuto per ospitare la vita.

Il responsabile NASA Douglas Hudgins ha commentato: “Questa è una pietra miliare lungo la strada per trovare il gemello della Terra”.

Scoperto il nuovo pianeta Terra potenzialmente contenente Acqua!

Qua puoi trovare: l’articolo originale della NASA … sempre che prima o poi non lo rimuovano. ;-)

Si tratta dell’unico pianeta scoperto? :-?

NO!

Ne parleremo in altri articoli! ;-)

… il nostro pianeta Terra è un puntino infinitesimale nell’Universo e la scienza conosce alemno 100 miliardi di Galassie.

Pensare che siamo gli unici esseri viventi dell’universo, sarebbe una grande presunzione.

BUONA PASQUA!

Un abbraccio,

Giulio

Ti è piaciuto questo articolo? Clicca qui!

Tags: , , ,


One Response to “? Scoperto il nuovo pianeta Terra?”
  1. Kristy S. Lara Says:

    È di poco fa la notizia, alquanto sconcertante, della neve su Marte. Fino a ieri gli scienziati della NASA o gli esperti di astronomia di tutto il mondo, alla domanda se su Marte fosse possibile una bella nevicata, vi avrebbero risposto di no, accompagnando la loro affermazione scientificamente sicura al 100% con una smorfia di compatimento e l’atteggiamento superiore di chi spiega al nipotino un po’ lento nell’apprendere le cose fondamentali della vita. Pochi giorni fa, lo shock. Nevica su Marte, evento ripreso sia dalle sonde orbitali che da quelle sul suolo marziano, come la Phoenix. L ’evento è circoscritto a poche zone, e la neve si è sciolta prima di toccare terra, ma l’evento, stimato come “assolutamente impossibile” dagli astronomi, ha lasciato tutti di stucco. «Non si è mai visto niente del genere su Marte prima d’ora – ha dichiarato Jim Whiteway, docente di ingegneria spaziale dell’università di York, a Toronto (Canada) – ora siamo alla ricerca di possibili segni lasciati in passato dalla neve sul terreno». Il primo passo è stato cercare le tracce di antiche nevicate marziane nei campioni di terreno analizzati dal laboratorio Tega (Thermal and Evolved Gaz Analyzer) a bordo di Phoenix: i dati, rileva la Nasa , mostrano la presenza di carbonato di calcio e particelle simili a terra argillosa. «Sulla Terra la maggior parte dei carbonati e dell’argilla si sono formati solo in presenza di acqua liquida. Questo – secondo l’esperto – potrebbe confortare l’ipotesi di precipitazioni anche sul suolo di Marte».

Leave a Reply

Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.