ç I problemi nel capire le informazioni in un contatto medianico

Comunicazione, Ignoto 1 Comment »

Ciao,

nonostante le varie prove inconfutabili acquisite personalmente in svariate modalità in questi anni riguardo l’esistenza del mondo dello spirito, l’esperienza all’Arthur Findlay College mi ha aperto nuove possibilità.

In particolare vorrei soffermarmi sulla comunicazione mentale con un’entità da SVEGLI.

Ovvero la possibilità (che tempo fa non avevo preso seriamente in considerazione), ed in particolare che le informazioni ricevute da un’entità in forma di spirito, avvengano mentalmente mentre siamo svegli e coscienti attraverso immagini, intuizioni, pensieri improvvisi, ecc.

Possibile? 8-O

Per chi mi conosce, sa che non giudico mai niente a priori in un senso o nell’altro per preconcetti, ma mi piace sempre verificare e sperimentare in prima persona.

Quali sono i problemi del medium nel capire le informazioni in un contatto medianico?

Senza entrare nei dettagli sulle tecniche apprese all’Arthur Findlay College, vorrei enfatizzare il concetto di stare con la “mente aperta” (nel senso di non scartare nulla di ciò che ci possa improvvisamente venire alla mente in quel frangente). Ovvero l’importanza di stabilire una fusione della mente del medium con la mente dell’entità, come a sovrapporsi.

Difficile vero che la parte razionale lo digerisca? :-)

Certo… e mi chiedo su quale base giudichiamo superficialmente a priori... ritenendo possibile o non possibile una cosa… forse siamo così PRESUNTUOSI DA SAPERE GIÀ TUTTO?

Eppure di “puttanate scientifiche” (passami il termine), l’uomo nella storia ne ha dette davvero tante… ma quelle le dimentichiamo o le giustifichiamo… per non parlare delle tante “puttanate religiose” della storia che hanno portato ad inutile spargimento di sangue… o le tante “puttanate socio/culturali/comportamentali” che ci siamo creati… ma lasciamo perdere. :-(

Fortunatamente l’universo se ne frega delle credenze o non credenze dell’essere umano. :-)

… ma torniamo al concetto di un possibile contatto fra la mente di una persona in carne ed ossa e la mente di un’entità… non scartando la possibilità che i pensieri, le immagini, le sensazioni o le risposte alle domande mentali che facciamo possano arrivare dall’entità in questione.

Già, ammetto che non è stato semplice neanche per me…

e pur avendo avuto molti risultati, tuttora mi considero un principiante, rispetto a ciò a cui ho assistito all’Arthur Findlay College od in questi anni con alcune medium…

per capirsi… casi in cui io non ho aperto bocca… con tanto di dettagli inequivocabili personali… od in alcuni casi di anticipazione a ciò che stavo per dire… od in un caso clamoroso di anticipazione su chi sarebbe entrato nella stanza due secondi dopo (… gli scettici pensaranno che si erano messi d’accordo)… od anticipazione di cose che neanche io potevo sapere.

ATTENZIONE: la predizione del futuro non è sempre possibile (in quanto legata al libero arbitrio delle persone), ma quando si ha il perdurare delle decisioni o dei comportamenti (libero arbitrio) di una persona (o delle persone coinvolte) senza particolari influenze esterne, in questo caso quell’evento è destinato a verificarsi (ad esempio curioso che mi fu prevista la caduta del governo precedente a Mario Monti, o che avrei avuto un momento potenzialmente importante su una barca in vacanza in Sardegna, o la morte di mia nonna).

Anche la fisica quantistica mostra che un evento è la manifestazione fra le tante infinite possibilità.

Interessante notare che spesso le persone care defunte, usano le stesse parole che usavano in vita come prova. :-)

…eppure riflettendoci, questa modalità di contatto usando la mente l’avevo già sperimentata in passato… solo che non gli avevo dato il giusto peso. ;-)

Anche se potrebbe apparire strano soprattuto per le persone che si avvicinano per le prime volte a queste tematiche, è più logico di quanto si possa pensare, in quanto una volta “digerito” (nel mio caso dopo tutta una serie di prove in questi anni) il fatto che spirito e coscienza di una persona persistano anche dopo la morte, può essere normale che anche la mente (o l’attività che genera una sorta di pensieri) di una persona “defunta” (nella nostra concezione umana) possa continuare a trasmettere e ricevere pensieri. Non a caso (ad esempio) in molte registrazioni di metafonia, si possono sentire voci che si presentano come persone trapassate (o defunte), definendosi “mai morte”.

Gli stati di coscienza influiscono nel capire le informazioni in un contatto medianico.

A seconda dello stato di coscienza, il cervello umano presenta varii stati cerebrali con onde di varia natura (in figura vi è un semplice esempio dei vari tipi di onde cerebrali). Ormai vi è un’ampia letteratura scientifica su questo. Per approfondire, ti consiglio anche di ascoltare il sesto file audio della serie “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” che puoi ricevere gratuitamente iscrivendoti al percorso La Via dei Sogni.

Ad ogni modo, le molteplici esperienze empiriche ed i vari messaggi medianici certificati, enfatizzano il fatto che le persone in carne ed ossa sono di natura più densa delle entità in forma di spirito ed il mondo dello spirito vibra più velocemente. Quindi è necessario un qualche “punto di incontro” per stabilire un’eventuale comunicazione.

Tale concetto è molto chiaro nelle registrazioni di metafonia, in cui le entità necessitano di un supporto energetico per comunicare (nel caso specifico una fonte di rumore a cui appoggiarsi).

Tipicamente la metafonia è in un certo senso una forma inconsueta di contatto medianico, dove non vi è alcun medium in persona, ma solo un registratore… quindi inoppugnabile!

Fra le tipologie personalmente sperimentate, si può usare ad esempio, un computer con un software di elaborazione audio, per poter ripulire la registrazione, rallentare la velocità per una migliore comprensione, o per applicare filtri audio in modo da enfatizzare il volume di eventuali parti (la dove fosse necessario), ecc.

Si può anche registrare direttamente su nastro magnetico che poi viene rovesciato in ascolto (si usava soprattutto anni fa).

Per fornire un supporto “energetico” per gli eventuali messaggi di un’eventuale entità, ad esempio si può creare un rumore strusciando il microfono o direttamente il computer che registra, oppure si usa una radio che trasmette un canale in lingua straniera diversa dalla lingua di chi fa l’esperimento (in modo che i messaggi che possono comparire siano ancora più improbabili).

Al riascoltare della registrazione si possono sentire voci extra o “modulazioni metafoniche”!

La modulazione metafonica: avviene quando le entità modificano le parole originarie dette da una persona in carne ed ossa e le sostituiscono con altre parole, pur mantenendo il timbro della voce orginaria.

Ad esempio anni fa, facemmo un esperimento assieme all’esperto Riccardo Di Napoli (praticante metafonia ormai da anni) effettuato utilizzando sia un mio registratore esterno (che registrò tutto quello che accadeva nella stanza ancor prima di iniziare), sia utilizzando il computer di Riccardo.

Prima di iniziare auspicavo un contatto con mia madre (non è sempre scontato che si presenti sempre la persona cara trapassata richiesta… ed è anche possibile che non si presenti nessuno… anche se a me non è mai successo fino ad ora).

Spesso è sufficiente registrare pochi minuti.

Ad un certo punto dissi chiaramente le testuali parole (mia nonna era morta da poco):

“Innanzitutto come sta nonna, ecco diciamo?”

…ma quando riascoltai la registrazione, quelle parole che originariamente avevo detto, erano state sostituite con mia sorpresa dalle nuove parole:

Innanzitutto come sta … Mamma qui riceve”! 8-O

Io molto chiaramente le parole “Mamma qui riceve” non le avevo mai dette! 8-O

La mente del medium in un contatto medianico a volte può catturare solo frammenti di informazioni.

Nella figura sopra, ho fatto un disegno “a mano” dove si può vedere un esempio di un ipotetica onda pensiero dello spirito (in rosso), la cui frequenza è molto più elevata dell’onda cerebrale beta in stato di coscienza vigile da svegli (in nero) del medium.

Mi interessa far capire il concetto.

Le informazioni che arrivano alla mente del medium, sono corrispondenti ai punti di intersezione fra le due onde mentali (o negli intervalli intorno ai punti di intersezione, in base alla capacità del medium a ricevere più o meno le informazioni, ma anche alla capacità dell’entità nel farsi capire trasmettendo chiaramente magari fornendo immagini o simboli intuitivi anziché parole).

Come si può intuire dall’esempio nella figura, della frase originaria si ricevono solo frammenti di informazione parziali, la cui interpretazione può essere errata:

“Sono … 3 di femmine … via … Como”.

Qualora possa accadere una situazione simile, un medium professionale cercherebbe di non trarre conclusioni definitive personali secondo la sua interpretazione, ma potrebbe chiedere ad esempio se:

un certo numero di femmine (forse 3)” e “Como”

possa significare qualcosa per la persona a cui è destinato il messaggio. La persona a cui il messaggio è destinato dovrebbe limitarsi a rispondere solo: sì, no o forse... per non influenzare il medium.

Quindi tornando all’esempio: la parola “femmina” potrebbe essere percepita nella sua completezza o magari solo con la sillaba “mmi”… e c’è una bella differenza. ;-)

La pratica della meditazione permette di capire maggiori informazioni in un contatto medianico?

Per quanto la meditazione sia straordinaria per la salute (ormai vi sono diversi studi scientifici), ed il rilassamento possa essere utile a calmare le tensioni, le paure, a limitare le distrazioni della mente, o sia adatta alla riprogrammazione mentale (potendo in quella fase interrompere e sostituire con apposite tecniche certe connessioni neuronali associate a certi nostri comportamenti abitudinari)… sembra che entrambe le pratiche non siano utili al contatto medianico mentale da svegli. :-?

O meglio, sembrerebbe che le onde alpha relative al rilassamento od alla lieve meditazione (rappresentato nella figura precedente dall’onda blu) non permettono di capire maggiori informazioni del messaggio ricevuto in un contatto medianico, in quando le informazioni ricevute risultano ancor più frastagliate (in figura il numero di punti di intersezione è minore essendo l’onda alpha a frequenza più lenta e quindi con minor numero di oscillazioni). :-?

Non a caso il fatto di ottenere più informazioni in onde beta… dopo un certo numero di contatti medianici… per quando abbiamo provato … le persone erano provate.

ATTENZIONE: in questo articolo ci riferiamo alla tipologia di CONTATTO MEDIANICO MENTALE DA SVEGLI.

Non abbiamo minimamente parlato di AUTENTICO CONTATTO MEDIANICO IN TRANCE (in cui la coscienza del medium in stati mentali profondi è oscurata dall’entità che può parlare direttamente attraverso il medium stesso) o di altre tipologie di contatto (ad esempio messaggi attraverso i sogni, MANIFESTAZIONI FISICHE dell’entità, percezioni energetiche o di tocco, ecc.).

Questi concetti espressi non hanno senso per i casi di CHIAROVEGGENZA (in cui si possono vedere chiaramente le entità) o di CHIAROUDIENZA (in cui si possono ascoltare molto chiaramente le voci delle entità).

Tali casi sono piuttosto rari.

La CHIAROSENSIENZA può rintrare nella comunicazione mentale, non solo attraverso le sensazioni corporee od interiori/emotive, ma anche attraverso le immagini mentali, ecc.

Ad ogni modo, riguardo la meditazione, ti invito caldamente ad ascoltare dal percorso la Via dei Sogni, il file audio numero 6 della serie “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” riguardo gli straordinari benefici, ed anche l’intervista ad un monaco buddista che feci tempo fa.

Ho compreso che TUTTI abbiamo queste capacità (ognuno in una forma personale ed è necessaria l’esperienza per arrivare a conoscersi)… perché come tutte le cose nessuno nasce imparato… e soprattutto è bene non creare stress mentale sull’esito positivo a tutti i costi fin dall’inizio. Ognuno ha bisogno dei suoi tempi e soprattutto di abbandonarsi con fiducia per abbattere le proprie barriere mentali.

Come sempre dico, non credere a nulla di ciò… ma si TU a sperimentare! ;-)

Ovviamente credo che sarai d’accordo… che essendo la tematica molto poco consueta… merita di essere approfondita. ;-)

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags: ,

! Arthur Findlay College: la morte non esiste!

Eventi dal Vivo, Ignoto, Spiritualità 3 Comments »

Ciao,

dopo il mio ribaltamento di credenze in questi anni a causa delle esperienze personali vissute, mi sono fatto alcune domande:

  1. come cambierebbe lo stato d’animo degli essere umani, se ci fosse la sicurezza che la morte non esiste e la vita dopo la morte continua? 8-O
  2. E come cambierebbe ulteriormente lo stato d’animo degli esseri umani se essi fossero consapevoli dell’esistenza della reincarnazione? :-?

L’esperienza all’Arthur Findlay College è stata un’ulteriore prova che la morte non esiste!

Ed aggiungo un altro DOMANDONE SHOCK… alla luce dell’esistenza della reincarnazione:

  1. come cambierebbe la vita delle persone, se gli esseri umani scoprissero per qualche motivo, che i dogmi delle religioni (ci sono almeno 280 religioni diverse nel mondo) riguardanti il dopo la morte (come ad esempio l’esistenza dell’Inferno cattolico) fossero STATI costruiti dall’UOMO per tenere nella PAURA e nel CONTROLLO le persone? 8-O

Domande troppo scioccanti od eretiche?

Follia assoluta? …o qualcosa che se ti ascolti davvero nel profondo… potresti arrivare a sentire che Dio è una cosa… mentre le religioni umane sono un’altro paio di maniche? :-?

Per favore, indipendentemente dai tuoi credo attuali (qualunque essi siano), prova a rispondere sinceramente: Come cambierebbe la TUA vita?

E mi piacerebbe che prima di rispondere riflettessi sinceramente dentro di te: come cambierebbe la tua vita attuale?

L’esperienza all’Arthur Findlay College mostra l’esistenza del mondo dello spirito!

Domande sicuramente non facili… eppure…

ti chiedo per favore di non prendere posizioni scontate in base alle tue credenze attuali o che hai acquisito magari fin dalla nascita come verità assolute per FEDE scolpite nella roccia ed intoccabili… di cui se ci rifletti bene non hai alcuna certezza. ;-)

Quindi prima di gridare allo SCANDALO e prima di parlarti dell’esperienza all’Arthur Findlay College sull’esistenza della vita dopo la morte, voglio suggerirti alcuni spunti per rispondere alle tre domande (chi mi conosce sa che in quanto scienziato, non parlo mai di cose per sentito dire, ma solo di esperienze avute in prima persona):

  1. tutte le esperienze avute in questi anni hanno mostrato che il mondo spirituale ESISTE ECCOME (troverai tanto materiale iscrivendoti al percorso La Via dei Sogni):
    1. tramite la metafonia (ovvero comparsa di voci extra nelle registrazioni audio);
    2. tramite le canalizzazioni ricevute tramite medium (un medium funge da canale ai messaggi provenienti dal mondo spirituale)… ed i cui medium non potevano conoscere molti miei dettagli PRECISI e PERSONALI INEQUIVOCABILI;
    3. tramite le esperienze sperimentate in veste di MEDIUM hanno mostrato che TUTTI ABBIAMO delle CAPACITÀ EXTRA-SENSORIALI!
    4. In questi anni, ho fatto diversi sperimenti personali ad esempio di visione remota o test energetici a distanza su cose che non potevo sapere, ed i casi di successo sono stati piuttosto elevati (questo è spiegabile oltre che per l’esistenza di un mondo spirituale, anche dalle recenti scoperte della fisica quantistica che tutto è energia e tutto è connesso energeticamente). 8-O

Fra l’altro tutti i messaggi dal Mondo Spirituale o dalle persone care con cui ho avuto a che fare in questi anni (non solo miei ma anche di altre persone), hanno una componente comune: sono messaggi d’AMORE che rispettano sempre la sensibilità e la libertà della persona… e che invitano a non stare nella PAURA!

  1. Riguardo le vite passate ti suggerisco di cercare gli articoli all’interno di La Via dei Sogni (digitando “vite passate” o “ipnosi regressiva” all’interno della casella “Search”). Inoltre scarica il file audio “I Fardelli Karmici” iscrivendoti al “percorso La Via dei Sogni”, in cui parlo di alcune mie esperienze personali di anni fa. Ti suggerisco anche di leggere i libri dello psichiatra Brian Weiss guru dell’ipnosi regressiva. Infine fin che si leggono libri è un conto… come se non bastasse, quando mi sarà permesso, rivelerò la mia clamorosa storia personale (in vari luoghi del mondo) riguardo l’esistenza delle vite passate.
  2. Riguardo i dogmi delle religioni, per il momento limitiamoci alla semplice domanda iniziale. Non voglio parlarne in questa sede, in quanto tale tematica è MOLTO IMPORTANTE e merita uno spazio ben più sostanzioso per parlarne. Ad ogni modo a differenza della religione cristiana (che non l’ammette la reincarnazione… in realtà storicamente soltanto dopo il concilio di Nicea), la maggioranza delle religioni crede nella reincarnazione. E già questo è molto curioso a mio avviso… ma per il momento limitiamoci banalmente solo a questo. Ne parlermo approfonditamente in altri articoli. :-)

L’esperienza all’Arthur Findlay College ha mostrato che la vita dopo la morte continua!

Bene, veniamo allora all’esperienza all’Arthur Findlay College in Inghilterra vicino Londra riguardo lo Spiritualismo e le Scienze Psichiche. :-)

Si trattava della settimana Italiana, ed il primo giorno vi è stata l’assegnazione dei gruppi nelle classi in base al livello di esperienza ed alle tematiche scelte da ognuno. Fra le tematiche a disposizione vi erano:

  1. Comunicazione con il Mondo Spirituale;
  2. Trance (la comunicazione con il Mondo Spirituale in uno stato della mente meno vigile): era un’opzione selezionabile solo dalle persone che non erano al college per la prima volta. Quindi nel mio caso non era selezionabile;
  3. Guarigione.

Io ho scelto il corso di Comunicazione con il Mondo Spirituale di base, che si è svolto all’interno della splendida e suggestiva biblioteca. :-)

La struttura del college è SPETTACOLARE, sembra di essere all’interno della scuola di Harry Potter e vivere una settimana all’interno di quelle mura assieme agli altri studenti, gli insegnanti e lo staff è davvero MAGICO e SURREALE!

Ero talmente entrato nell’atmosfera che da un momento all’altro mi aspettavo di essere convocato nella squadra del Quidditch. :-D

Il corso è stato condotto dalla brillante insegnante ed artista Lynn Cottrell e con alcune lezioni del riflessivo e gentilissimo Martin Twycross.

Ogni mattina vi era una conferenza nel Santuario tenuta a rotazione dai vari insegnanti del College (per quella settimana) su una tematica specifica, a seguire nel resto della mattinata e pomeriggio si svolgevano i corsi in classe (nel mio caso il Corso di Comunicazione Base) e la sera nel Santuario si svolgevano delle dimostrazioni pratiche da parte degli insegnanti (a seconda della tematica della serata).

Che cosa abbiamo imparato durante il corso in classe?

In sintesi, abbiamo parlato del concetto di fidarsi delle proprie capacità quali ad esempio:

  • la creatività (attraverso i colori)
  • l’intuizione
  • il sentire le energie
  • la psicometria (gli oggetti mantengono energeticamente le informazioni di chi sono appartenuti)
  • sviluppare le capacità psichiche (ovvero dall’aura di una persona si può capire i vari aspetti emotivi o della sua personalità)
  • il contatto con le guide spirituali di una persona (tutti ne abbiamo almeno una e si alternano in base all’evoluzione della persona stessa)
  • il contatto con le persone trapassate… (che se ci pensi bene, a differenza di cosa dicono le religioni tipo quella cristiana… in cui fra l’altro Gesù era il primo a comunicare con i trapassati… perché le TUE persone care trapassate non desidererebbero comunicare con TE?)
  • infine la scrittura di messaggi dal mondo spirituale (psico-scrittura).

Si è trattato di un corso introduttivo ovviamente, che ha abbracciato tanti argomenti… ma i risultati sono stati SORPRENDENTI.

L’esperienza all’Arthur Findlay College ha confermato che TUTTI abbiamo delle capacità extra-sensoriali!

Veniamo ai risultati perché sono sicuro che a molti interesseranno. ;-)

Durante il corso in classe abbiamo sperimentato varie cose a coppie o gruppi (faccio notare che non conoscevo nessuno della mia classe).

Ci sono stati tanti esperimenti di successo da parte delle persone in classe con me.

Fra i vari esperimenti personali vi sono stati:

individuare le caratteristiche e posizione di una persona ad occhi bendati: praticamente ho descritto tutto tranne il fatto che avesse gli stivali; :-)

Individuazione di aspetti specifici di una persona dalla lettura psichica dell’AURA (successivamente confermate dalla persona stessa);

Individuazione degli Spiriti Guida di una persona ed il loro compito a supporto (questo aspetto può sembrare quello più fantascientifico e non verificabile… eppure in due casi, la descrizione fatta senza che ne fossi a conoscenza minimamente è stata identica a quella che era stata descritta alla persona stessa in altre sedute private dagli insegnanti);

contatto con persone trapassate: con tanto di informazioni precise, quali descrizione fisica, professione, aspetti caratteriali, causa decesso e messaggi che avevano un senso specifico per le persone con cui ho fatto l’esperimento;

Ad onor del vero ci sono stati anche due miei esperimenti in cui le informazioni riportate non erano tanto dettagliate e non erano riconosciute dalla persona, ma il messaggio però aveva un senso emotivo. Questo è perché la persona in quel momento non ricordava l’entità spirituale che si è presentata (non le era familare) e per il fatto che a volte si presentano entità che non conosciamo.

In alcuni casi, soprattutto per le persone senza esperienza concreta, è possibile che semplicemente si tratti di suggestioni mentali.

Se ti stai chiedendo se ci può essere il rischio di comunicare con entità che non hanno alcun interesse alla tua evoluzione… beh… allora parleremo approfonditamente in altri articoli del concetto di risonanza energetica e del livello energetico evolutivo che si ha anche fra le entità del mondo spirituale… e del perché la mente può avere difficoltà nel ricevere informazioni complete dal mondo spirituale.

Sarà un punto di vista completamente diverso. :-)

Le dimostrazioni serali nel Santuario da parte degli insegnanti che hanno fornito caso per caso in tempo reale… un’innumerevole quantità di prove dettagliate (legate ad un’entità trapassata in questione) assieme ad un messaggio specifico per la persona nel pubblico a cui il messaggio era rivolto… è stato qualcosa di straordinario!

Da notare che gli insegnanti non conoscevano le persone del pubblico a cui rivolgevano prove e messaggi dal Mondo Spirituale. 8-O

L’esperienza all’Arthur Findlay College ha evidenziato che il mondo spirituale è VIVENTE e desidera comunicare!

Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone con cui ho avuto a che fare all’ Arthur Findlay College (nel dubbio per la privacy non ho inserito altre foto) ed anche gli insegnanti per ciò che ci hanno trasmesso e per la loro accoglienza. Nella foto da sinistra a destra gli insegnanti: Martin Twycross, Stella Upton, Steven Upton, Bill Thomson, e Lynn Cottrell

Durante la settimana, per quanto mi riguarda, ho scoperto che attualmente la mia modalità di percezione è la chiarosenzienza (ovvero sento le energie degli oggetti, delle persone, delle intenzioni o delle risposte alle domande che faccio dentro di me) accompagnate da intuizioni od immagini della mente.

Ho scoperto questa percezione energetica sottile delle cose recentemente… quando ho cominciato ad ascoltare maggiormente il linguaggio altrettanto sottile del CUORE (voce dell’ANIMA che ci conosce da secoli più di quello che noi possiamo credere con la MENTE). :-)

Non è stato un passo facile… perché ho usato la MENTE per molti anni… forse a causa della mia professione scientifica e forse per le innumerevoli paure e condizionamenti di vario tipo da cui ero ingabbiato. :-(

Se mi guardo indietro 12 anni fa, è stato davvero un cambiamento quantico e radicale.

Che dire, a chi è scettico od a chi non lo è? :-)

Come sempre dico, non credere a nulla di quello che dico, perché non si tratta assolutamente di un atto di fede!

Comprendo che la filmografia, le religioni, e le credenze culturali o sociali di vario tipo, ci hanno inculcato per secoli… ad avere timore di queste tematiche… eppure la mia esperienza in questi anni ha mostrato proprio il contrario.

Ne parleremo ampliamente in altri articoli. :-)

Anzi se mi guardo indietro, non vorrei essere la persona di 12 anni fa.

Per la mia esperienza concreta, posso affermare con certezza che il MONDO SPIRITUALE ESISTE!

E ti chiedo:

per quale motivo una TUA persona cara trapassata, non desidererebbe comunicare con TE?

Riflettici…

Si aperto od aperta ad ogni possibilità senza scetticismi a priori e… sperimenta tu stesso o te stessa… chissà potresti arrivare a scoprire cose impensabili di te in questo momento. :-)

Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma per motivi di spazio, per il momento è tutto. :-)

Un forte abbraccio,

Giulio

P.S.: Credo che il mio prossimo corso all’Arthur Findlay College, sarà quello che combina le prove Scientifiche con la Medianità… non potrebbe essere altrimenti. ;-)

Tags: , ,
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.