^ La favola del peccato originale

Cospirazione, Ignoto, Scoperta di se, Spiritualità 2 Comments »

Ciao,

quando si scrivono articoli di questo genere si rischia di scatenare il putiferio e quindi senza voler scandalizzare nessuno oltre a fornire alcune riflessioni personali sul peccato originale, fornirò anche degli spunti oggettivi per mostrare tutta una serie di contraddizioni … che potrai anche verificare per conto tuo.

Ognuno si farà l’idea che ritiene più opportuna.

L’importante è che ognuno sia aperto ad ogni possibilità, senza prendere posizioni per dogmatismo o per partito preso personale … perché tali modi di fare non portano a nulla… e mi sembra che la storia con i suoi spargimenti di sangue per fanatismo o “per voler aver ragione sull’altro a tutti costi“, lo abbia abbondantemente dimostrato.

Quindi ti consiglio di leggere fino alla fine. ;-)

Analizzando le altre religioni oltre a quella cristiana, la cosa molto curiosa che risalta subito agli occhi è la diversa interpretazione del peccato originale a seconda della religione in questione (data la lunghezza della tematica ne parlermo in un altro articolo).

E già solo questo, comunque fa capire che c’è qualcosa che non va. :-(

Se uno approfondisce e comincia ad ascoltarsi dentro (sono stato cristiano per oltre 30 anni), è talmente evidente che qualcosa non torna proprio… una cosa sono le religioni ed un’altra è Dio.

Il peccato originale: una gabbia per ingabbiare l’umanità nei secoli!

peccato-originale-serpente

Indipendentemente da come sia fatto questo Dio (che di solito siamo stati abituati a vederlo come un qualcosa di esterno… e con la barba bianca), la prima domanda molto importante che occorre farsi è:

1) Dio esiste o non esiste?

A questa domanda sarai d’accordo che la risposta può solo essere SI o NO e non possono esserci vie di mezzo

nonostante la saggezza rosacrociana (quella saggia originale e non quella reinterpretata nel corso dei secoli con deviazioni massoniche di basse vibrazioni) parli giustamente di Dio come il TUTTO e quindi anche la sua MANIFESTAZIONE e la NON MANIFESTAZIONE… ma sempre di TUTTO (e quindi Dio non come entità esterna) si tratta.

Quindi se alla prima domanda rispondiamo NO, allora il peccato originale e questo articolo non hanno proprio senso, mentre se rispondiamo SI… passiamo alla prossima domanda. :-)

Indipendentemente dal giudizio “bene” o “male” a cui siamo abituati nella dualità umana, la seconda domanda da farsi è:

2) Dio è AMORE INCONDIZIONATO, …oppure è qualcosa di diverso (che con l’Amore non ha niente a che vedere) … o peggio… è il CONTRARIO DI AMORE?

  • Se rispondiamo che Dio non ha niente a che vedere con l’AMORE INCONDIZIONATO o peggio è il contrario di amore, beh allora GAME OVER… mi chiedo di cosa stiamo parlando, perché sicuramente saremmo messi male comunque.

Se fosse così, a quest’ora saremmo stati già distrutti. :-?

  • Oppure magari Dio potrebbe essere qualcosa di malvagio che non vuole distruggere, perché desidera solo la sofferenza dell’essere umano o di ogni essere dell’Universo… ma anche in questo caso, peccato originale o non, concorderai con me, che saremmo messi male comunque e questo articolo sul peccato originale non avrebbe proprio senso. :-(
  • Alcuni dicono: Dio è giusto ed è un arbitro neutro che giudica, premia o punisce!

Molto bene… ma se fosse solo quello, che differenza ci sarebbe allora fra Dio ed un giudice di Tribunale? … e dove sarebbe l’Amore ed il perdono? …Ci deve essere altro, non credi? :-)

  • Ancor meglio, se Dio è AMORE INCONDIZIONATO … che senso può avere il peccato originale? :-)

Ti invito a scaricare ed ascoltare il file numero 7 (“Il cambiamento più difficile”) dell’audio corso “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” all’interno del percorso “La Via dei Sogni”, dove potrai fare un esercizio semplice, ma molto potente per capire che più provi emozioni positive o di Amore, e più la tua salute è in totale benessere. Eppure le emozioni rappresentenano una nostra vocina interiore incontrollabile… la voce di un “qualcosa” dentro di noi, che si distingue dai pensieri. La voce di quel “QUALCOSA DENTRO DI NOI” che anima il nostro corpo fisico.

Siamo sicuri che questo peccato originale c’è stato davvero?

il-peccato-originale-mela-small

Proviamo a capirlo…

Prima di continuare la discussione che avevamo iniziato con le due domande… analizziamo ad esempio la Bibbia (per il fatto che il cristianesimo è la religione più diffusa in Italia e che è la religione per la quale il peccato originale è fondamentale e su cui tutto si basa) e vediamo se questo peccato originale c’è stato davvero… o c’è stato un equivoco…

Puoi divertirti a verificare anche tu (nelle varie “sfumature”)… ho verificato con cinque versioni di Bibbia (2 italiane di cui una CEI del ’74 ed una delle Edizioni Paoline del ’68, una addirittura dei testimoni di Geova del ’84, una inglese ed una in lingua spagnola)… più altre a cui accenno dopo.

“Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, tra cui l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male.”

Genesi 2, 9

Questa frase è molto importante!

Ovvero si capisce che fra i tanti alberi che ci sono, l’albero della vita è in mezzo al giardino dell’EDEN (che in realtà vedremo in un altro articolo attraverso incroci storici essere un luogo ben diverso da quello che pensiamo), mentre l’albero del bene e del male è nel giardino, ma non è nel mezzo! :-)

È molto chiaro già in italiano, ma se a qualcuno venisse il dubbio che anche l’albero della conoscenza del bene e del male sia in mezzo al giardino, la versione della Bibbia Septuaginta, redatta in greco antico, toglie ogni dubbio.

La Bibbia Septuaginta è probabilmente una Bibbia fra le più antiche a cui possiamo fare riferimento, i cui frammenti più importanti risalgono addirittura al II secolo a. C. La tradizione vuole che sia stata tradotta direttamente dall’ebraico da 70 (72) saggi (da cui deriva il nome) di Alessandria di Egitto, per poi essere conservata nella famosa biblioteca dell’omonima città.

La regola dell’invalicabilità delle congiunzioni del greco antico (in questo caso la congiunzione “e” viene tradotta con “Kai”) prevede che all’interno di un periodo formato da una o più proposizioni coordinate, le parti di un discorso comprese fra due congiunzioni coordinanti non possono essere spostate nelle proposizioni precedenti e/o successive.

genesi2-9-septuaginta

Evidentemente chi ha fatto un po’ di greco al liceo, conosce bene questa regola… tanto e vero che un collega, a cui ho fatto leggere il versetto 9 del capitolo 2 della Genesi, … si ricordava la regola delle congiunzioni e mi ha chiesto se nella versione greca ci fosse il (Kai). :-)

Ti rimando per i dettagli all’interessante libro “Oltre la Mente di Dio” di Alessio e Alessandro De Angelis, in cui viene analizzata anche la Biblia Hebraica Stutgartensia (che rappresenta la versione di riferimento ufficiale del testo biblico ebraico-aramaico sia per gli ebrei che per i cristiani, ed il cui testo è presentato come una copia fedele del testo masoretico com’è contenuto nel Codex Leningradensis).

Ma aldilà dei tecnicismi (non tutti siamo traduttori), andiamo avanti e leggiamo che Dio comanda:

“Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti”.

Genesi 2, 16-17

Quindi Dio impedisce all’uomo di mangiare l’albero delle conoscenza del bene e del male.

Più avanti il serpente interagisce con Eva:

Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: «E’ vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?».

Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete».

Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male».

Allora la donna vide che l’albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch’egli ne mangiò. 

Genesi 3, 1-6

Insomma c’è stato un fraintendimento mica da ridereEva con Adamo hanno mangiato il frutto dell’albero che era in mezzo al giardino… ma che non è l’albero della conoscenza del bene e del male! 8-O

WOW!!! NON C’È STATO PECCATO ORIGINALE!

Oltretutto anche le parole di Eva sono chiarissime: in mezzo al giardino vi è solo un ALBERO… altrimenti avrebbe usato la parola ALBERI!

Ho trovato anche una versione della Bibbia che metterebbe nel mezzo al giardino sia l’albero della vita, sia l’albero del bene e del male… ma tale versione non torna, in quanto Eva parla molto chiaramente di UN albero (e non due) che sta in mezzo al giardino… ed anche la versione della Bibbia Septuaginta parla chiaro.

Addirittura ho trovato anche una versione della Bibbia in cui l’albero della vita viene proprio eliminato dal testo (si vede si erano accorti della contraddizione)… il che mostra la grande confusione che esiste in merito alle traduzioni. :-?

Approndiremo il discorso delle traduzioni in un altro articolo, confrontando con altri documenti storici e faremo vedere tutta una serie di contraddizioni ed errori di traduzione/interpretazioni forzate, che sono andati avanti per secoli.

Il peccato originale ha condannato la donna per secoli alla sottomissione!

peccato-originale-schiavitu-donna

Il testo della Bibbia continua:

Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.

Genesi 3, 7

Praticamente equivale a come far nascere il senso di COLPA del proprio corpo (anziché apprezzarlo) ed il disprezzo inconscio per la sessualità. :-(

(Eppure potrei citarti svariati studi scientifici che evidenziano quanto il sesso faccia bene alla salute. Data la lunghezza del tema, ne parlerò in un altro articolo, ma nel frattempo puoi leggerti il libro “La malattia: la Trappola dell’Eros” della dottoressa Gabriella Mereu).

Inoltre… ma come hanno fatto ad accorgersi Adamo ed Eva di essere nudi, se hanno mangiato il frutto dell’albero della vita e non quello della conoscenza? 8-O

Eppure pur non avendo contravvenuto all’ordine iniziale di Dio, sono spaventati:

Poi udirono il Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno e l’uomo con sua moglie si nascosero dal Signore Dio, in mezzo agli alberi del giardino. Ma il Signore Dio chiamò l’uomo e gli disse: «Dove sei?»Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto».

Riprese: «Chi ti ha fatto sapere che eri nudo? Hai forse mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?».

Rispose l’uomo: «La donna che tu mi hai posta accanto mi ha dato dell’albero e io ne ho mangiato». Il Signore Dio disse alla donna: «Che hai fatto?». Rispose la donna: «Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato».

Genesi 3, 8-13

E qui le contraddizioni aumentano:

  • Dio ha bisogno di domandare “Dove sei?” ad Adamo per saperlo?
  • Dio non sa cosa è in realtà successo ed ha bisogno di chiedere?
  • Anche Dio, come Eva ed il Serpente, ha fatto confusione con l’albero della vita e lo ha scambiato con quello della conoscenza del bene e del male?
  • I poteri dell’albero della vita e della conoscenza non hanno in realta alcun potere? Infatti dopo che Eva ed Adamo hanno mangiato il frutto dell’Albero della Vita, diventano MORTALI, e con la scienza infusa instantanea… ma non era l’albero della conoscenza che dava quel potere? 8-O
  • Per quale motivo Dio (che ha creato Eva ed Adamo… stando a queste traduzioni ufficiali) non dovrebbe essere contento se le proprie creature acquisiscono maggiore conoscenza e consapevolezza? 8-O
  • Infine la massima contraddizionese Adamo ed Eva sono ancora vivi, come fa Dio a non accorgersi che Adamo ed Eva non hanno mangiato il frutto dell’albero della conoscenza? Non aveva detto che sarebbero morti? …DIO HA MENTITO?!? 8-O

Roba da non credere!!! Siamo di fronte ad un’accozzaglia di controsensi!!! :-?

Infine la stangata di Dio nei confronti della donna (nonostante non abbia fatto nulla di male):

Alla donna disse:

«Moltiplicherò
i tuoi dolori e le tue gravidanze,
con dolore partorirai figli.
Verso tuo marito sarà il tuo istinto,
ma egli ti dominerà».

Genesi 3, 16

Praticamente si è usata per secoli questa scusa per sancire la svalorizzazione della donna e la sottomissione di essa all’uomo.

Ora ti chiedo: a quali risultati eccelsi ha portato la società patriarcale dominata dagli uomini per secoli e secoli? :-(

Non ti sembra che vi siano state abbastanza guerre e spargimenti di sangue? Non ti sembra che abbia portato ad una società guidata dall’esclusivo razionalismo… e materialismo… su cosa percepiscono solo i 5 sensi… senza minimamente permettere all’essere umano di guardarsi dentro?

Il peccato originale porta l’uomo in una condizione di debito già alla nascita!

AB11756

La Bibbia continua e Dio, non contento, ne ha anche per l’uomo:

All’uomo disse: «Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero, di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare,
maledetto sia il suolo per causa tua!
Con dolore ne trarrai il cibo
per tutti i giorni della tua vita.
Spine e cardi produrrà per te
e mangerai l’erba campestre.
Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;
finchè tornerai alla terra,
perchè da essa sei stato tratto:
polvere tu sei e in polvere tornerai!».

Genesi 3, 17-19

Praticamente con questa scusa viene sancito il condizionamento inconscio della schiavitu a vita dell’uomo al lavoro… per evitare che nel tempo libero (che viene percepito come un senso di colpa)… l’essere umano capisca chi è realmente… e la sua VERA NATURA DIVINA! :-(

Se poi ci aggiungiamo la qualità “poco spirituale” delle trasmissioni TV e del bombardamento di notizie volte a fare il lavaggio del cervello ed a creare PAURA… beh allora abbiamo fatto l’amplein.

Caspita, da come sta massacrando le sue creature con punizioni atroci, …questo Dio non sembra essere tanto nell’Amore e nel perdono (Amore Incondizionato). Usa addirittura la parola maledetto! :-(

Mah…TU cosa ne pensi?!?

In pratica per questo peccato originale, un bambino dopo un secondo che è nato è già marchiato nel SENSO DI COLPA del peccato originale! :-(

Capperi, mi vengono i brividi solo a pensarlo… e tutto questo per una mela?!? (Ti consiglio di rileggerti l’articolo “La Mela il frutto proibito!” … su cosa nasconde la mela).

Cavolo proprio bravo ‘sto Dio… che se l’è legata al dito e non ne vuol proprio più sapere di perdonare manco a morire! :-?

Proprio il contrario di Amore e Perdono su cui si dovrebbe appoggiare la religione cristiana e così come ogni altra… (non a caso nella religione cristiana vi è il sacramento della confessione che perdona). Anche se non si capisce perché dovrei raccontare i miei fatti ad un altro e non direttamente a Dio… ma questo è un altro discorso. :-?

In pratica con il PECCATO ORIGINALE si genera una chiara situazione di DEBITO “spirituale” a vita (alla grazia della spiritualita!)che ha molto di simile, non so te ne sei accorto a come questa società è stata impostata e costruita, proprio per tenere le persone sempre più nel DEBITO, nella COLPA e nella PAURA!

A rafforzare il senso di colpa, se mai qualcuno se ne fosse dimenticato, ci sono i vari mantra (accentuato dal battersi il petto): “…mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa…”.

MA COLPA DI CHE?!?

Porca miseria!!! Ma questo è Dio… che TI AMA?!? 8-O

Poi la Bibbia continua:

L’uomo chiamò la moglie Eva, perché essa fu la madre di tutti i viventi.

Genesi 3, 20

Ma noi che ci si combina? Sono loro che hanno mangiato la mela. :-)

Viene da chiedersi se il peccato originale venga davvero da DIO o dagli UOMINI… magari a scopo manipolativo?

Peccato-originale-Dio-Uomo-giudica

Ora se hai avuto la pazienza di rimanere a leggere fino alla fine… e se non ti sei scandalizzato per avere in tasca la verità a tutti costi… allora prima di tutto: COMPLIMENTI! :-)

Non è da tutti… fidati! Sei una persona MOLTO EVOLUTA! :-)

Insomma avrai capito che:

o questo Dio è proprio davvero cattivo nell’animo… oppure … siamo di fronte ad un minestrone di contraddizioni che … probabilmente vengono da qualcun altro fuorché da Dio:

magari qualcuno od alcuni che hanno avuto interesse per secoli a tenere l’uomo a bada nella COLPA e nella PAURA, per tenerlo ben controllato allo scopo di poter realizzare… i propri interessi.

Ma aldilà della Bibbia e di tante parole… che le porta via il vento…

Facciamo un gioco: proviamo a dimenticare quanto scritto in questo articolo… e proviamo a dimenticare tutto ciò che ti è stato inculcato od insegnato da quando sei nato o quando sei nata…

ascoltati dentro… e prova a connetterti con la tua vocina interiore (chiamala Anima, coscienza o chiamala come vuoi)… cercando di capire che cosa ti dice

puoi facilmente scoprire quella vocina interiore, quando ad esempio:

  • ti commuovi per sentimenti nobili e non sai spiegarti il perché;
  • quando hai fatto qualcosa di bello per te o per un’altra persona e ti senti appagata od appagato;
  • quando dentro senti che non vuoi fare qualcosa perché non ti piace, ma non ascolti quella sensazione… e per condizionamenti culturali lo fai lo stesso, pur contro voglia e pur stando male.
  • oppure quando hai il CORAGGIO di prendere una decisione con il cuore, anche se la mente ti dice altro.

Bene questa è la vocina della tua parte più profonda di TE… la tua vera essenza che anima il tuo corpo fisico… e che è la TUA parte più VERA!!!

Sei pronto a connetterti alla tua ANIMA ed ascoltarla?

ATTENZIONE: Questa vocina non ha niente a che vedere con i pensieri della TUA MENTE che invece puoi controllare!

È facile distinguere la voce della tua ANIMA… perché quando non l’ascolti ed invece preferisci agire per paura secondo tutti i condizionamenti ricevuti… stai male!!!

Quindi ascoltando la tua vocina interiore, quello che ti chiedo è:

È verosimile che DIO, il creatore dell’essere umano (sua creatura)… o comunque una energia od essenza creatrice… abbia davvero posto questo marchio del PECCATO ORIGINALE così terribile per punirlo?

Ognuno sia libero di rispondere secondo quella propria vocina interiore.

L’altra domanda è: se fossi nato in un luogo sperduto dove nessuno ti avesse parlato di peccato originale… come sarebbe cambiata la tua vita?

Mi raccomando rispondi immaginando che tu non sai nulla di ciò che ti è stato detto da quando sei nato, altrimenti se ci fai ancora riferimento mentale… non sarebbero risposte genuine. :-)

Ti auguro una SINCERA e PROFONDA riflessione,

Giulio

P.S.: Finito di scrivere questo articolo, ho pianto e riso … ormai in questi 12 anni ho imparato a conoscere il mio corpo e nonostante il grande lavoro di pulizia fatto per rilasciare i vecchi condizionamenti esterni inculcati… queste lacrime e queste risate indicano che il mio corpo sta rilasciando rimanenze di vecchie memorie cellulari che non mi appartengono.

Tags: ,

* La luce ti spinge verso la tua missione!

Scoperta di se 1 Comment »

Ciao,

ti sarà senz’altro capitato di desiderare o voler fare qualcosa, ma poi hai ascoltato la mente ed hai avuto paura al punto di rinunciare. Vero? :-(

Avresti voluto prendere una decisione secondo il tuo desiderio di quella vocina interiore più profonda di te, ma poi non hai avuto il coraggio e hai messo a tacerla per paura di sbagliare od affrontare cose mai sperimentate? Vero… anche questo? :-(

La tua vita è stata condotta dalle circostanze esterne e mai secondo i tuoi veri desideri più profondi? :-(

Bene… anzi male… è molto probabile che tu faccia parte di quel 97% delle persone del pianeta che non hanno avuto il coraggio di vivere la loro vita secondo la voce della propria ANIMA! ;-)

La luce ti spinge a scoprire la tua missione di VITA!

Prima che tu prosegua nella lettura dell’articolo, rispondi per favore a queste due domande:

  1. Ti piace il colore GRIGIO?
  2. Preferisci il colore GRIGIO (se preferisci puoi anche immaginare il colore argento) od il colore ORO?

mi raccomando ASCOLTATI e rispondi alle 2 domande sinceramente con la prima risposta che senti!
NON PROSEGUIRE ASSOLUTAMENTE A LEGGERE FINO A QUANDO NON HAI RISPOSTO!!!

Bene se hai risposto allora ti chiedo…

  • a) perché l’oro è considerato più prezioso dell’argento?
  • b) cosa significa quando si dice che una persona è grigia?

Ho chiesto a diverse persone queste ultime due domande e le risposte più interessanti percepite sono state:

  • a) l’oro è fondamentalmente più prezioso perché in natura ve ne è molto meno dell’argento… (NOTA PERSONALE: anche se non è proprio così, per lo meno in superficie)
  • b) una persona grigia è una persona monotona, che non è né carne né pesce, fa sempre le stesse cose e non prende decisioni o non si sbilancia mai verso ciò che desidera o sente profondamente.

Interessante vero? :-)

E allora che c’entra la luce con la TUA MISSIONE DI VITA? :-?

La luce è una metafora sull’importanza di scoprire la propria UNICITÀ!

Bene, l’intuizione mi è arrivata mentre stavo osservando i colori per un lavoro scientifico sulle emozioni umane…

Se consideriamo la rappresentazione digitale RGB (Red, Green, Blue) per rappresentare i colori al computer, tale schematizzazione indica che un colore è rappresentato da 3 componenti: RED (rosso), GREEN (verde) e BLUE (blu).

Il valore di ogni componente (R, G, o B), è dentro un intervallo a partire dal valore numerico 0 (totale assenza) fino al valore numerico 255 (totale presenza). Quindi ad esempio il rosso è rappresentato dai valori: RED=255, GREEN=0, BLUE=0. In sintesi si indica con Rosso = (255, 0, 0).

Bene, osserva allora la figura sopra:

se pensiamo le componenti R, G, B come nostre qualità, talenti o potenzialità innate o nascoste che abbiamo e che magari non conosciamo neppure, è interessante notare che:

  1. il GRIGIO, l’ARGENTO o qualsiasi altro tipo di colore grigio hanno tutte le tre componenti R, G, B uguali! LA STESSA METAFORA DELLA PERSONA CHE NON SI SBILANCIA MAI VERSO UNA DIREZIONE! :-)
  2. l’ORO ha due componenti con valori diversi ed elevati e 0 la terza componente! È LA METAFORA DI CHI PRENDE UNA DECISIONE O DIREZIONE CHIARA DI CIÒ CHE VUOLE E LASCIA ANDARE COSA NON VUOLE! :-)

Quindi perché l’ORO è percepito più prezioso dell’ARGENTO?

Perché è RARO ed a livello energetico è sbilanciato verso UNA DIREZIONE BEN DEFINITA! :-)

La luce ti spinge a scoprire la tua missione: chi SEI VERAMENTE ed il motivo della TUA NASCITA!

Questa metafora cosa ci fa capire?

Il motivo per cui secondo le statistiche, solo il 3% delle persone del pianeta (ad essere ottimisti) REALIZZA I PROPRI SOGNI!

Le persone che appartengono a quel 3%, sono le persone che hanno il CORAGGIO (il contrario della paura) di prendere le decisioni seguendo i loro sogni, ascoltando con FIDUCIA il loro CUORE, le proprie INTUIZIONI e i propri DESIDERI (la voce della propria ANIMA), nonostante le PAURE di vario tipo od il giudizio degli altri li spinga a rinunciare.

Le persone che arrivano a scoprire e realizzare la propria MISSIONE di VITA sono molto RARE.

La storia delle persone di successo che hanno cambiato in positivo la storia dell’umanità, insegna che la MISSIONE DI VITA di una persona spesso ha uno SCOPO talmente elevato da poter aiutare gli altri.

Quindi, hai mai pensato che scoprire e realizzare la TUA MISSIONE di VITA potrebbe avere un impatto positivo su milioni di persone? 8-O

E tu cosa farai?

Scoprirai l’ORO della tua missione o continuerai ad essere una persona GRIGIA? ;-)

Da qui si comprende il perché tutte le canalizzazioni certificate dal mondo spirituale od i messaggi dai contattisti extraterrestri più famosi e riconosciuti, spingono ogni persona a diventare UN ESSERE di LUCE UNICO NELL’UNIVERSO (ovvero scoprire la propria SCINTILLA DIVINA DENTRO DI SE)!

Più che lasciamo andare le nostre paure, liberandoci da ogni tipo di condizionamento limitante, e più che ci eleviamo nello scoprire chi siamo VERAMENTE.

E solo quando SAPPIAMO CHI SIAMO VERAMENTE E PERCHÈ CI SIAMO INCARNATI, potremo davvero aiutare gli altri nel loro cammino.

È noto che i nostri occhi percepiscono un’infinitesima parte del intero spettro della luce (luce bianca), perchè la luce bianca è INVISIBILE ALL’ESSERE UMANO.

Man mano che ci eleviamo e scopriamo chi siamo davvero, irradiamo luce per gli altri, e possiamo comunicare con il mondo spirituale o gli esseri di altri mondi, perché essi sono attorno a noi.

…ma possiamo solo farlo non certo affindandosi alla mente, ma solo ascoltando la voce del CUORE (voce dell’ANIMA)… non ci sono altre alternative.

Quando mi sarà possibile racconterò la mia storia…

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags: , , , ,

? La Nuova Era

Abitudini, Convinzioni, Scoperta di se, Spiritualità 3 Comments »

Ciao,

quanto si è parlato del 21 dicembre 2012 associandolo a devastazioni, distruzioni, fine del mondo, la profezia dei maya, ecc. attraverso libri, televisioni, Internet od ogni genere di media?

Eppure ascoltando le testimonianze dei Maya attuali, essi hanno sempre indicato la famosa data del 21 dicembre 2012 come una data dall’alto valore spirituale: la fine di un’Era e l’inizio di una nuova Era per l’essere umano.

Ma i media non ne hanno dato risalto ed hanno puntato (come sempre) il loro focus solamente sulla paura e sul creare emozioni negative nelle persone. :-(

La Nuova Era vedrà la caduta delle vecchie credenze limitanti dell’umanità

A posteriori sembra tutto semplice! ;-)

Eppure (compresi anche i più scettici), chi è che non avuto almeno un pensiero su cosa potesse realmente accadere? ;-)

Per chi mi conosce personalmente davvero (in realtà poche persone fidate), sa che gli eventi clamorosi ed impensabili di questi anni hanno ribaltato tutte le mie vecchie credenze di persona piena di paure, cattolico e scienziato.

Un cambiamento personale radicale, che mi ha portato ad ascoltare la vocina (all’inizio molto flebile del mio Cuore), fidandosi delle sue intuizioni senza sapere razionalmente dove avrebbero condotto.

Razionalmente una follia assoluta! :-)

Eppure, durante questi anni, a supporto di dove stavo andando e delle persone o situazioni inverosimili che incontravo, sono arrivati molti messaggi da altre dimensioni in svariate forme e tramite persone che non sapevano assolutamente nulla di me.

Tali messaggi hanno fornito indicazioni e mi hanno condotto in situazioni incredibili ed inoppugnabili in varie parti del mondo.

Ad esempio fra questi messaggi mi colpì in particolare il forte e sibillino:

“devi partire per avere la speranza di vivere…”

ricevuto prima di partire per l’Argentina la seconda volta…

Oppure il messaggio più rassicurante ricevuto alla domanda se facevo bene a tornare in Argentina prima del 21 dicembre 2012 o nel 2013:

“si parte nel ’13 con compagni di prova…”

ho ancora le registrazioni delle sessioni di metafonia.

Senza entrare nei dettagli del significato, rivelerò la mia storia fra un po’ di tempo… capirai comunque che un pochino di apprensione ci potesse essere. :-)

Eppure i Maya attuali hanno sempre considerato il 21 dicembre 2012 l’inizio di una nuova Era epocale.

Ed allora cosa significa Nuova Era?

La Nuova Era è l’era del Cuore!

La Nuova Era significa: AVERE IL CORAGGIO di guardare le cose da nuovi punti di vista (guarda il video sopra)! :-)

…ovvero lasciare andare le vecchie credenze (personali e collettive) che ci hanno limitato, e tenuto nella paura e nella sofferenza per secoli senza farci evolvere.

Possiamo scoprire chi siamo VERAMENTE solo abbandonando i condizionamenti e le paure mentali…

…tornando ad ascoltare il nostro CUORE (la voce dell’ANIMA), assecondando le nostre passioni, le nostre pulsioni senza giudicarle, i nostri desideri, i nostri sogni…

Solo quando riusciremo a superare le proprie paure ed a fidarci delle nostre intuizioni più intime che apparentemente sembrano non avere una logica razionale…

solo così arriveremo a realizzare cose inimmaginabili.

… e questo è un processo coraggioso su se stessi, perché significa cambiare le proprie credenze limitanti, superare le proprie paure, mettersi in gioco ed AGIRE sperimentando l’esperienza mai sperimentata, ecc.

…insomma per farla breve: andare oltre, dove attualmente pochi hanno il coraggio di andare.

La Nuova Era riporterà al contatto diretto col DIVINO.

Colgo spunto dalla cronaca attuale (non lo faccio molto spesso) per commentare la notizia di non poco conto riguardo le dimissioni del Papa Benedetto XVI.

Premetto che ho molto rispetto e reputo tale scelta molto coraggiosa.

Il messaggio è molto forte, perché considerando che la chiesa ha sempre professato il messaggio della croce e della sofferenza (condivisibile o meno), è molto curioso leggere nelle motivazioni che hanno portato alle dimissioni (come recita il discorso di Joseph Aloisius Ratzinger): “…sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino…”.

Motivazioni ancor più curiose, se paragonate allo stato di salute del suo predecessore Papa Giovanni Paolo II (Karol Józef Wojtyla) affetto dal parkinson e da una serie di altri acciacchi.

Conosco molto bene gli effetti realmente limitanti del Parkinson… essendoci passato diversi anni fa tramite un familiare. :-(

Credo pertanto (è un’opinione personale e ci mancherebbe) che le motivazioni di Ratzinger siano solo la punta di un iceberg di gran lunga molto più profondo.

La Nuova Era vedrà il passaggio dalla TEOLOGIA alla TEOSOFIA.

TEOLOGIA: una parola greca composta da Theos = Dio e Logos = Discorso o Indagine.

TEOSOFIA: una parola greca composta da Theos = Dio e Sophia = Sapienza.

I tempi della Nuova Era sono maturi.

È il momento di ascoltare la VERA Sapienza Divina che abbiamo già dentro di noi, abbandonando i ragionamenti teologici e le elaborazioni teoretiche dogmatiche delle religioni, che diventano oggetto della fede dei credenti.

In questi anni ho compreso che la vera felicità non si raggiunge cercando cose o delegando la responsabilità esterna ad altri od ad un Dio esterno, ma si ottiene solo ascoltando il proprio cuore, ascoltando la propria VERA SCINTILLA DIVINA INTERIORE.

Solo liberandoci dai condizionamenti, possiamo scoprire e realizzare la propria missione personale… ovvero sentire quel DESIDERIO ARDENTE liberi da filtri sociali o culturali… allora si che possiamo sperimentare la vera felicità.

Siamo gli unici responsabili della propria felicità.

Una volta iniziato a sperimentare, è un percorso da cui è impossibile tornare indietro…

Siamo dei Diamanti purissimi, e solo ripulendo la “spazzatura” delle paure e dei condizionamenti con cui ci siamo coperti per secoli, torneremo a riscoprire le nostre capacità extrasensoriali DIVINE, fino ad essere pronti per comunicare ed incontrare Esseri di altri mondi.

Questa è la nuova Era. Per quanto mi riguarda la Nuova Era è già iniziata ben 11 anni fa… ma anni fa non ne ero consapevole, in quanto non capivo cosa mi stesse succedendo. :-?

Non siamo soli nell’Universo.

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags:

~ Esperienza con l’Ipnosi Regressiva

Eventi dal Vivo, Ignoto, Scoperta di se, Spiritualità 5 Comments »

Ciao,

fra i vari modi per capire qualcosa di più sul nostro passato vi è la tecnica dell’Ipnosi Regressiva, che aiuta a rilasciare le energie cristallizzate ed a trasformare e rielaborare i problemi di varia natura (fobie, rancori, senso di colpa, paure. dolori. ecc.) e soprattuto aiuta a capire come alcuni incontri influenzino le nostre relazioni e le scelte attuali o come certe situazioni si ripetano continuamente nella nostra vita.

L’Ipnosi Regressiva stimola la consapevolezza personale

L’Ipnosi Regressiva stimola lo sviluppo della consapevolezza, il che non è poco, in quanto sapere già il perché di certi nostri comportamenti o predisposizioni non è garanzia di successo, ma sicuramente fa vedere le cose da un altro punto di vista.

“Se vuoi conoscere il tuo passato, sapere che cosa ti ha causato, allora osservati nel presente, che è l’effetto del passato. Se vuoi conoscere il tuo futuro, sapere che cosa ti porterà, allora osservati nel presente, che è la causa del futuro”.

Siddartha

Nonostante la mia ricerca sulle vite passate sia stata affrontata per anni da vari punti di vista, fra cui:

  • l’analisi di testi antichi di varie culture (la maggior parte ne danno conferma come una realtà),
  • l’analisi storica delle manipolazioni dei testi sacri,
  • le esperienze inconfutabili con la Pyramidal Memories Transmutation (PMT),
  • le canalizzazioni (con rivelazioni passate clamorose e fatti presenti confermati di cui la sensitiva o il sensitivo di turno, non poteva conoscere su di me),
  • messaggi tramite uso della metafonia (con voci comparse misteriosamente),
  • lo studio di casi di altre persone,
  • la lettura delle esperienze di addetti ai lavori come il Dr. Brian Weiss.

Tutte le strade da me sperimentate sembrerebbero portare ad una conclusione: siamo esseri eterni!

Ovviamente è un’affermazione su cui molti giustamente potrebbero risentirsi e contestare. :-)

Ti suggerisco di scaricare l’audio bonus “I Fardelli Karmici” dal percorso La Via dei Sogni come antipasto. :-)

Nonostante le mie ricerche sulle vite passate, non avevo ancora sperimentato la tecnica dell’Ipnosi Regressiva, così ho voluto provare un weekend di Ipnosi Regressiva presso il Centro Parsifal di Pisa nel Gennaio 2012. L’esperienza di gruppo (eravamo circa 20 persone) del weekend è stata molto piacevole nell’ambiente accogliente del Centro Parsifal, grazie anche alla competenza, accoglienza e simpatia degli psicologi e psicoterapeuti Giacomo Pierotti e Maria Pandolfo.

Su cosa si è basata l’esperienza di Ipnosi Regressiva?

L’Ipnosi regressiva, almeno dall’esperienza del weekend, si è svolta prevalentemente attraverso una serie di meditazioni guidate dal vivo (con effetti e sottofondi musicali piacevoli), in un ordine ben preciso graduale, con feedback finale al termine di ogni meditazione da parte dei partecipanti. Ovviamente durante ogni meditazione ciascun partecipante orientava la sua attenzione a singoli aspetti specifici individuali.

In particolare la sequenza delle meditazioni guidate è stata la sequente:

  1. Rilassamento (per alleggerire le tensioni corporee e mentali e tranquillizzare lo spirito);
  2. Capire il mio passato e futuro personale in questa vita (per capire chi sono, perché ho scelto i miei genitori, quale è la mia missione);
  3. Regressione a vite precedenti (focalizzandosi su un problema che ci turba in questa vita attuale);
  4. Relazione significativa (di vario tipo) con una persona della vita attuale (che legame karmico c’è, se c’è e quali lezioni si ha ancora da imparare);
  5. Insegnamenti karmici (che cosa hai imparato di positivo e cosa dovrai ancora imparare);
  6. Trasformazione bruco/farfalla (cambiamenti sperimentati); stranamente è l’unica meditazione in cui mi sono addormentato (comunque l’ho registrata); :-)
  7. Lezioni positive di altre vite che agiscono su questa vita (intuizioni, immagini e contatto con il proprio se superiore);
  8. L’anima gemella (possono essere tante e non necessariamente come le intendiamo noi come un patner amoroso, anche se possono esserlo).

Vorrei condividere un messaggio del “Se Superiore” molto bello che è venuto fuori dalla meditazione 7:

entrare nel punto più profondo del cuore dove l’uomo può comunicare con gli altri attraverso quel linguaggio di DIO.

Puoi farlo, comunica con quel linguaggio agli uomini ed a DIO. L’umanità è ingabbiata da un senso di bassa consapevolezza ed è tenuta in catene e vi rimarrà per tempo fino a che non avverrà un risveglio o cambio di coscienza.

L’Ipnosi Regressiva può mostrare che le nostre vite passate influenzano il nostro futuro?

Certamente sentendo i vari resoconti sì.

Interessante che anche dai test che feci anni fa con le energie sottili sembrerebbe possibile!

Addirittura si può vedere l’influenza dei campi eterici, emotivi, mentali e spirituali (attorno al corpo) sul piano fisico di una persona. Sembrebbe anche possibile che una persona apparentemente sana fisicamente, può avere dei problemi su uno o più campi sottili attorno al corpo, i quali hanno un’influenza sulla persona in quanto essere unico in corpo-mente-spirito.

Continuerò tali esperimenti in quanto ho completato la settimana scorsa il corso TEV 1 (Tecnica Energo-Vibrazionale) sulle energie sottili con il Dott. Carlo Cannistraro, e su cui scriverò un articolo.

Cosa mi ha colpito del weekend di Ipnosi Regressiva?

Ovviamente in un weekend con diverse persone come questo, non si può andare molto a fondo con sedute personalizzate. Quindi il rischio è che le nostre sensazioni, visioni od intuizioni durante le sedute possono far sorgere giustamente domande razionali nei più scettici come: sarò io che me la racconto o vi è un fondamento reale?

Scambiando i feedback al termine di ogni seduta con gli altri partecipanti, sono venute fuori diverse corrispondenze e coincidenze.

Per quanto mi riguarda, in particolare, durante una meditazione, avevo visto in due mie vite passate un paio di persone che erano nella sala del centro Parsifal (nel presente): un partecipante accanto a me era stato un mio assassino ed una donna invece era stata una sacerdotessa dell’antico Egitto.

È stato interessante sentire che la persona accanto a me (pur sembrando una brava persona) sentiva questa sua forza distruttiva interiore, mentre l’altra persona era particolarmente attratta dagli antichi egizi senza che io lo sapessi! :-)

Casualità o Sincronicità? Chi può dirlo, ad ogni modo è interessante.

Il ripercorrimento del passato, presente e futuro con l’Ipnosi Regressiva

Un interessante esercizio aggiuntivo che abbiamo svolto si chiama “albero della vita”. In particolare si sono stese delle corde in modo concentrico attorno ad un albero illuminato (come nella figura sopra) in cui rispettivamente l’albero e ciascuna zona concentrica rappresentava le proprie origini, il proprio passato, presente e futuro. La zona più esterna rappresentava il ritorno al Divino dopo l’ultima Reincarnazione.

L’obbiettivo era quello di spostarsi a piacimento fra i cerchi affidandosi al sentire interiore, e sperimentando le sensazioni che ne derivavano. Si poteva interagire con gli altri partecipanti nella stanza, ma senza parlare (usando solo il linguaggio dell’inconscio).

È stato interessante notare come alcune persone sono rimaste “impantanate” nel presente attuale (fra cui il mio assassino) e non hanno minimamente pensato o forse sentito il bisogno di andare nella zona più esterna dopo l’ultima reincarnazione. Si vedeva chiaramente che non vedevano proprio una via di uscita (ad alcuni l’ho chiesto esplicitamente e me lo hanno confermato).

Per quanto mi riguarda, dopo essere prima rimasto a lungo abbracciato all’albero della vita alla ricerca delle mie origini, ho sperimentato un po’ tutti i cerchi, fino a rimanere stazionario nella zona esterna. Nonostante cercassi di portare all’esterno le persone bloccate per ore nei cerchi del presente (era solo un’esigenza inconscia che sentivo forte), non sono riuscito nel mio intento. :-(

Ho capito che ognuno deve fare il suo percorso personale. ;-)

Peccato che non c’è stato il tempo di svolgere un ulteriore esercizio interessante, in cui alcuni partecipanti avrebbero dovuto scegliersi a caso in base al loro sentire od empatia e stare un’ora seduti di fronte all’altro guardandosi negli occhi per capire se veniva fuori qualche connessione o ricordo comune.

Il weekend descritto sull’Ipnosi Regressiva è stato ovviamente un antipasto introduttivo per avvicinarsi alla tematica. Per avere un’esperienza reale concreta personalizzata di Ipnosi Regressiva, suggerisco sicuramente un percorso individuale seguito da terapeuti esperti sulla tematica (come ad es. Maria Pandolfi e Giacomo Pierotti).

A Maggio parteciperò anche al Corso intensivo con il Dr. Brian Weiss e vi farò sapere sull’esperienza. Ovviamente prevedo che parteciperanno davvero molte persone da tutta Italia, e quindi mi aspetto che i risultati di tale esperienza siano ben diversi rispetto all’essere seguiti in modo individuale nel dettaglio. Vedremo.

Buona serata,

Giulio

Tags:

! Tu puoi farlo!

Convinzioni, Motivazione, Scoperta di se No Comments »

Ciao,

quante volte ci diciamo frasi del tipo: “non sono in grado”, “non posso farlo”, “non sono all’altezza”, “non ce la farò mai”, ecc.? :-(

Nella maggior parte dei casi … tu puoi farlo… e prima o poi puoi ottenerlo! :-)

Se ci credi, tu puoi farlo eccome!

Voglio motivarti con questo video straordinario: è la storia del musicista Tony Melendez. ;-)

Su quale base ci diciamo queste affermazioni limitanti che non hanno alcuna fondatezza? :-(

  • Su alcuni episodi della nostra esperienza? (Sono solo alcuni episodi in un certo periodo di vita che non fanno una verità);
  • Su quello che ci hanno detto alcune persone? (Eppure le storie delle persone di successo sono coloro a cui era stato detto che non sarebbero riusciti);
  • Su bassa autostima? (Se non credi di poter fare una cosa, stai sicuro che non ce la farai, perché non farai nessuna azione e non otterrai risultati);
  • Ci hai mai provato almeno una volta? (I film mentali non portano a nulla! Serve l’azione);
  • Ci hai provato, ma non sei riuscito? (Edison fece più di 10000 tentativi prima di ottenere la lampadina che desiderava).

Nella maggior parte dei casi è dovuto a convinzioni o credenze limitanti che si sono formate nel nostro cervello tramite connessioni neuronali che necessitano di essere cambiate sostituendole con altre.

In altri casi occorre lavorare su piani diversi (aurico, astrale, ecc.) da quello puramente fisico (memorie cellulari) o connessioni neuronali, ecc.

Come cambierebbe la tua realtà, se cambiassero le tue convinzioni?

Te lo sei mai chiesto? ;-)

Per favore non ditemi “non posso, non posso”, non ditemelo mai…

perché tu, sì tu, puoi fare così tanto di più.

Alzati e di’: io desidero, io posso, io voglio fare qualcosa per andare avanti…

c’è tutto un mondo lì fuori che sta aspettando che tu dica SÍ.

Tony Melendez

Se sei DAVVERO ALLINEATO con il tuo sogno, come diceva un certo Walt Disney: “Se puoi immaginarlo, tu puoi farlo!”.

Forse la sapeva lunga… perché prima di realizzare il Parco Disney World… ricevette tanti NO!

Pensa come si “mangiarono le mani” dopo… i finanziatori che non credettero in lui…

TU PUOI FARLO… CREDI IN TE!

Albert Einstein non parlò fino a 4 anni, non seppe leggere fino a 7 anni, venne definito “mentalmente tardo” e non fu ammesso al politecnico di Zurigo!

Sappiamo poi come è andata… ;-)

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags: ,

~ Fisica quantistica: possibilità infinite di scelta!

Abitudini, Ignoto, Potenzialità del Cervello, Recensioni, Scoperta di se 3 Comments »

Ciao,

ci hanno sempre insegnato che l’essere umano non potesse influenzare la realtà! Eppure le recenti scoperte di una nuova scienza, dimostrano il contrario… questa nuova scienza è la fisica quantistica.

Già dai tempi di Plank, la fisica quantistica attraverso tutta una serie di scoperte (di cui approfondiremo in altri articoli), mostra chiaramente come la realtà sia una serie di potenziali possibilità infinite di scelta, dove l’essere umano può decidere di creare ciò che desidera attraverso il pensiero, il forte desiderio e l’azione.

Tutto ciò è verosimile? :-?

La fisica quantistica: possibilità infinite di scelta della propria realtà.

Il video relativo alle riflessioni di alcuni studiosi, è tratto da un estratto del film “Bleep – Ma che … bip … sappiamo veramente!?”. Ti suggerisco di vedere il DVD completo di 108 minuti + 58 minuti di materiale extra, come una visione leggera e non impegnata estiva relativa alla fisica quantistica come possibilità infinite. :-)

Se vuoi invece qualcosa di approfondito… troverai man mano risorse graduali consigliate durante il percorso “La Via dei Sogni”.

Considerando la fisica classica newtoniana, sembrerebbero tutte stupidaggini… ed anche io facevo fatica a crederci. Eppure pur essendo una mente aperta e curiosa, sono una persona che vuole sperimentare toccando con mano e così con tutta una serie di tecniche, ho ottenenuto una serie di risultati clamorosi che all’inizio credevo fossero soltanto un caso od una pura coincidenza… (di questo ne parlerò approfonditamente in un nuovo progetto in via di definizione).

A mio parere, il pensiero “passivo” da solo non basta… occorre anche un forte desiderio (perché fa superare le paure) in combinazione con l’azione per uscire dalla zona di comfort (facilitando il presentarsi di opportune possibilità durante il proprio cammino verso la realizzazione dei nostri sogni).

Il pensiero genera emozioni, ma restando solo passivi si rischia che le emozioni che ne derivano,  (soprattutto quando  negative) possano farci “infognare” in situazioni stagnanti non evolutive, con tutti i nostri timori e film mentali che ne derivano. ;-)

Fisica quantistica: possibilità infinite di scelta… ti sei mai visto con gli occhi di chi vorresti essere?

Al di là dello shock di credere una cosa del genere per le persone non pronte a questo nuovo paradigma della fisica quantistica e delle possibilità infinite… che cosa impedisce all’essere umano di ottenere ciò che desidera?

Perché fra tutte le possibilità infinite di scelta di cui parla la fisica quantistica, non si realizzano le scelte che più grandi per la propria evoluzione? ;-)

Una delle cause principali, sono le dipendenze emotive! :-(

L’essere umano è guidato dalle proprie emozioni e le dipendenze emotive, sono come una droga a cui abitudinariamente siamo assuefatti, in quanto si tratta di reazioni e sostanze chimiche corporee che si ripetono in base anche alle proprie connessioni neuronali che  abbiamo in quel particolare momento della propria vita, e che sono responsabili delle proprie credenze, esperienze, paure ed abitudini, ecc.

L’essere umano è abitudinario e fra i suoi bisogni fondamentali vi è il bisogno di sicurezza!

Rimaniamo spesso invischiati nelle dipendenze da situazioni (relazioni, lavoro, ecc.) o persone in particolare che non ci fanno evolvere (d’altra parte esiste in ogni persona il proprio libero arbitrio), … perché abbiamo paura dell’ignoto e non crediamo di poter ottenere cosa desideriamo… non permettendo la realizzazione delle migliori possibilità di scelta  che potremmo avere (di cui parla chiaramente la fisica quantistica).

Siamo ancorati alle nostre misere sicurezze… ma per assurdo di sicuro nella vita non esiste assolutamente nulla! :-)

Come riuscire allora ad uscire dalle nostre dipendenze negative?

Occorre riprogrammare le nostre vecchie connessioni neuronali associate che ci conducono a comportamenti ed emozioni o reazioni negativi in determinate situazioni.

Nel file 6 dell’audio corso “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari”, elenco alcuni metodi possibili (ne ho sperimentati anche altri).

Ti lascio con questa riflessione a proposito della potenza della emozioni:

considerando le recenti scoperte sulla memoria o coscienza dell’acqua di Masaru Emoto: se tali emozioni influenzano l’acqua… pensa a quanta influenza possano avere su noi stessi che siamo costituiti per la maggior parte di acqua! ;-)

Che tu ci creda o no (anche quella è una scelta)… siamo ogni istante responsabili della propria vita al punto da influenzare la propria realtà.

Un abbraccio,

Giulio

Tags:

- Cosa nasconde la paura di sentirsi inadeguati?

Convinzioni, Scoperta di se 2 Comments »

Ciao,

quante volte è capitato di avere paura di sentirsi inadeguati? :-(

Al di là del fatto che si tratta di una convinzione limitante che non porta a nulla, spesso tale convinzione può nascondere (anche se non sempre) un’altra vera causa…

Ti invito a vedere questo video, tratto dal film Coach Carter (ti consiglio di vederlo). :-)

La paura di sentirsi inadeguati non ti fa avere risultati!

Mi sono accorto in effetti personalmente od osservando ed ascoltando altre persone, che spesso la paura di sentirsi inadeguati non è la vera causa della paura, ma ciò che essa può nascondere è quello di mostrare le nostre qualità per paura di mostrarsi grandi di fronte agli altri… quasi come se volessimo nascondere la nostra vera luce per paura di apparire… o forse di non sapere come affrontare il nostro successo (paura del successo).

Ciò che intendo è ben diverso dal fare gli spacconi o dal “darsi delle arie”. ;-)

La paura di sentirsi inadeguati impedisce di mostrare la nostra vera luce!

“La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati.

La nostra più grande paura è quella di essere potenti aldilà di ogni misura”

Fra le tante cose, parlo anche di questo nel file 3 dell’audio corso “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari”, mostrandone un esempio della mia infanzia.

Talvolta nei casi più seri, vi è proprio la paura di non essere all’altezza ed in tal caso occorre lavorare sulla propria autostima e sulla percezione di se stessi.

Ed a te, ti è mai capitato di sentirti inadeguato od inadeguata?

Se sì, rifletti… era mancanza di autostima o paura di mostrare la tua vera luce di fronte agli altri? ;-)

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags:

! Vincere le paure = EVOLUZIONE personale

Convinzioni, Scoperta di se 2 Comments »

Ciao,

chi è che non ha mai avuto paura di qualcosa fin da piccolo?
Quale persona adulta, non ha avuto paura di affrontare certe situazioni? :-?

Mi riferisco a situazioni bloccanti che una persona rimanda da tanto tempo, oppure a scelte che vorremmo profondamente prendere e che desideriamo, ma che rappresentano un salto nel buio?

Credo che tutti abbiano vissuto una situazione simile! :-)

Perché tale difficoltà nel vincere le paure?

È normale in quanto la paura rappresenta l’ignoto e si sa, uno dei bisogni primari dell’essere umano è il bisogno di SICUREZZA!

Eppure la soluzione molto spesso risiede proprio nelle personali paure! ;-)

Vincere le paure, permette l’evoluzione personale!

Con evoluzione non mi riferisco al termine in stile “Darwiniano”.

Sembra strana questa affermazione, ma spesso vincere le paure personali (tutti le hanno), permette la propria evoluzione nel senso di crescita. Ovviamente non mi riferisco al fatto di affrontare un leone affamato! :-)

Con vincere le paure, mi riferisco all’affrontare persone, situazioni o scelte che ci bloccano verso ciò che desideriamo per la realizzazione dei propri sogni (ad es. la timidezza per ottenere una situazione sentimentale appagante, il rimandare una scelta in cui crediamo di cui però non vediamo tutta la strada definita a priori, credere in ciò in cui crediamo nonostante gli altri non ci credano, ecc.).

Vincere le paure od una paura, crea nuove connessioni neuronali (rimuovendo le vecchie)… e quella situazione che non conoscevo prima, diventerà comunque familiare dopo.

Spesso cosa blocca?

L’aspettiva e la paura di non ottenere risultati. :-(

Eppure…

Per vincere le paure, serve l’azione!

“Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire

…e non trovò nessuno.”

Johann Wolfgang von Goethe

Tale concetto di vincere le proprie paure con l’AZIONE, va praticamente a braccetto con l’uscire dalla propria zona di comfort.

Il trucco è AGIRE e non avere aspettative sui risultati (potranno essere positivi o meno… ma la cosa più importante è credere comunque a quello che vogliamo raggiungere)…

ma AGENDO, a livello personale ci sarà una crescita notevole perché non RISTAGNERAI PIU’ IN QUELLA SITUAZIONE BLOCCANTE!

Continuare a farsi film mentali senza agire, ti darà risultati? :-(

NO GARANTITO!

AGENDO invece, noterai una grande differenza della percezione di TE... senza contare che quando affronterai una situazione analoga, il tuo livello emotivo o blocco energetico, (a causa di queste nuove connessioni neuronali) sarà scemato notevolmente!

Ti suggerisco di ascoltare il file audio numero 6 di “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari”, dove descrivo alcune tecniche da cui partire. ;-)

Buona serata,

Giulio

Tags:

? Il giudizio degli altri ti limita?

Psicologia dei Comportamenti, Scoperta di se No Comments »

Ciao,

noi esseri umani siamo davvero strani, perché molti vincoli o limitazioni… derivano da condizionamenti, catene mentali, sociali, culturali, religiosi, od esperenziali, ecc.,

… che ci siamo noi stessi creati. :-(

Il giudizio degli altri è un qualcosa di sottile, ma molto potente che tende a limitare la maggior parte delle persone, impedendole di essere realmente se stesse.

Il giudizio degli altri, ti limita?

Fra i vari 6 bisogni dell’essere umano vi è quello di IMPORTANZA (od approvazione),

e quindi a causa di questo bisogno, la paura del giudizio degli altri (soprattutto per non essere apprezzati)… tende a limitare la nostra vera essenza. :-(

Ad esempio, ci comportiamo o ci vestiamo in certo modo (ben diverso da quello che vorremmo realmente) o diciamo certe cose (che non vogliamo), per non essere giudicati male dalla massa delle persone, dai nostri amici o conoscenti.

Non sto parlando di comportamenti estremi come andare nudo per la città e farsi arrestare (si tratta sempre comunque di un condizionamento sociale e culturale umano) o di ferire gli altri con frasi offensive o trattandole male perchè ci va…

ma al fatto di superare il timore di mostrarsi per quello che siamo realmente. Essere se stessi senza la paura di essere giudicati.

La tipica frase comune è: chissà cosa penseranno di me, i miei amici o le persone?” :-(

Credo che se potessimo sentire davvero cosa pensano tutte le persone o gli amici che ci circondano (anche in buona fede e liberi da pettegolezzi)… non potremmo metterci nemmeno quel paio di scarpe, quel vestito, fare quella cosa, avere certi interessi… e chi più ne ha più ne metta. ;-)

Questo proprio perché non è possibile avere gli stessi gusti, interessi e predisposizioni di ogni altra persona (che in base alle sue credenze ed esperienze è proprio un mondo diverso)! :-)

Il giudizio degli altri è una sottile catena limitante da cui è NECESSARIO liberarsi!

Vi è una divertente storia sul giudizio degli altri, che fa capire quanto sia impossibile piacere a tutti:

Vi era una famiglia che aveva un asino.

Un giorno la famiglia andò al mercato portando l’asino. Il figlio stava in groppa all’asino ed i genitori lo affiancavano a piedi.

Alcuni passanti vedendo la scena dicevano: “Guarda che figlio maleducato! Lui è giovane e preferisce lasciare andare a piedi i genitori più anziani!”.

Allora i genitori per non far sfigurare il figlio, lo fecero scendere dall’asino e sull’asino montò la mamma, mentre il figlio ed il babbo l’affiancavano a piedi.

Altri passanti vedendo la scena dicevano: “Guarda che madre menefreghista! Lascia andare il figlio a piedi e si approfitta di quel pover uomo del marito!”

A quelle parole, anche la madre stufa di quei giudizi scese dall’asino. Al suo posto il marito, decise di salire sull’asino mentre il figlio e la madre lo affiancavano a piedi.

Alcuni passanti allora vedendo quella scena, esclamarono indignati: “Guarda che uomo cafone ed autoritario! Si approfitta persino dei bambini e delle donne!”

Allora il pover uomo pur di non sfigurare di fronte a quei bisbigli maligni, fece salire sull’asino anche il figlio e la moglie.

L’avessero mai fatto!

Coloro che li osservavano durante il loro passaggio esclamavano: “Guarda che famiglia di bestie! Non hanno rispetto neppure degli animali e di quel povero asino! Lo stanno proprio sfiancando!”

Alla fine i tre membri di quella povera famiglia, stufi dei commenti… pur di fare bella figura, decisero di affiancare l’asino a piedi, senza che nessuno vi montasse sopra.

Ma anche quella soluzione non si rivelò particolarmente azzeccata, in quanto coloro che li vedevano passare ridevano sghignazzando fra di loro: “Proprio una famiglia di stolti, hanno un asino per muoversi e non lo usano nemmeno!” :-)

La morale quale è? :-)

Non è compiacendo gli altri che riscopreremo la nostra vera natura e libertà di essere… ma è solo ascoltando e seguendo cosa ci indica il proprio cuore, che ci porterà alla realizzazione dei propri sogni.

Scorrendo la storia dell’umanità, spesso le persone che hanno realizzato sogni grandiosi (e che magari hanno avuto un impatto positivo sulle persone del pianeta Terra)… sono dovuti andati contro corrente… fregandosene delle critiche e del giudizio degli altri.

Più grande sarà il tuo sogno e più dovrai andare contro corrente! ;-)

Per superare la paura del giudizio degli altri spesso occorre lavorare sul piano mentale, ma in alcuni casi difficili anche su piani di altra natura (eterico, emozionale, karmico, ecc.), per risalire davvero fino allo scioglimento della causa!

Questo è solo un antipasto di ciò che potrai trovare nello straordinario sistema innovativo che stiamo preparando.

Buona serata,

Giulio

Tags:

? Cosa ti impedisce di realizzare il tuo sogno?

Miglioramento, Scoperta di se No Comments »

Ciao,

come ben sappiamo da bambini abbiamo tanti sogni, poi però da grandi, spesso la maggior parte di essi non si realizzano. :-(

Perché? 8O

Mi sono sempre chiesto cosa impedisse la realizzazione di un sogno personale, ed ascoltando molte persone, mi sono accorto che le motivazioni possono essere le più svariate, ma spesso si riconducono a motivi comuni!

Cosa ti impedisce di realizzare il tuo sogno?

(clicca sull’immagine per scrivere la tua domanda)

Alcuni fra i vari motivi sono:

  • paura (motivo principe);
  • bassa autostima (dovuto a condizionamenti vari);
  • credenze limitanti (dovute a condizionamenti vari);
  • mancanza di tempo (in realtà tutti abbiamo 24 ore);
  • mancanza di soldi (la maggior parte delle persone è legata alla formula tempo=denaro);
  • giudizio altrui (dovuto ai condizionamenti sociali e culturali);
  • ecc.

Quindi che fare?

Ti chiedo un piccolo favore

5 min. del tuo tempo, che possono darti un valore enorme!

Scrivimi cosa ti impedisce di realizzare il tuo sogno!

Con un noto esperto italiano in condizionamenti emotivi, di cui al momento non rivelo il nome, ma la cui storia è davvero sorprendente al limite del credibile (e di cui fui involontariamente spettatore di un fatto clamoroso anni fa), stiamo lavorando ad un sistema straordinario innovativo per aiutare le persone a realizzare il proprio sogno! :-)

Per essere certi di inserire tutte le informazioni…

abbiamo deciso di mettere a disposizione un servizio attivo 24 ore su 24.

Cosa riceverai in cambio dei 5 min. del tuo tempo?

Scrivi una domanda o cosa ti impedisce di realizzare il tuo sogno, su questa pagina!

Avrai diritto ad un incredibile sconto sorpresa

+ una corsia privilegiata per BONUS esclusivi gratuiti!

Solamente tali BONUS a cui stiamo lavorando, hanno un valore enorme… e ti daranno una marcia in più! ;-)

Ti verranno inviati quando saranno completati e dopo aver raggiunto il numero massimo di domande.

… ma affrettati!

Sono davvero un investimento futuro! ;-)

Un grande abbraccio,

Giulio

Tags:
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.