? Albert Mehrabian ha sempre ragione?

Comunicazione 2 Comments »

Ciao,

forse ti chiederai chi è Albert Mehrabian… forse ne hai sentito parlare… ad ogni modo, è uno psicologo statunitense, docente famoso per le sue pubblicazioni sull’importanza degli elementi non verbali nella comunicazione faccia a faccia fra persone.

Molte volte ci affanniamo a cercare le parole giuste quando parliamo, in quanto dovrebbero avere un’importanza notevole… invece la realtà è un po’ diversa. ;-)

Quando contano secondo te le parole? :-)

Albert Mehrabian afferma che le parole durante la comunicazione, contano solo il 7%. Quindi il restante 93% è rappresentato da altro!

Gli studi di Albert Mehrabian attestano che le parole contano solo il 7%.

Se il 7% è rappresentato dalle parole, il 93% da cosa è rappresentato?

Il 55% è dato dai gesti, espressioni facciali, postura, ecc. Ad esempio posso dire belle parole motivanti, ma se il mio corpo ha una postura da depresso con espressioni facciali tristi e chiusura verso l’altra persona… non sarò coerente con quello che dico.

Il 38% è dato dal tono, dalla velocità della voce, ecc. Al solito, posso dire belle parole motivanti o gioiose, ma se le dico usando un tono di voce frustrato, triste od arrabbiato, non sarò coerente con quello che dico.

Quindi serve la coerenza SINCERA fra verbale (parole), non verbale (linguaggio del corpo) e paraverbale (uso delle voce).

Basta infatti osservare la realtà di tutti i giorni, per avere una conferma di questo! :-)

Eppure… siamo sicuri che le parole contano solo il 7%? ;-)

Guarda questo interessante video.

(Purtroppo è in inglese, ma è abbastanza intuitivo anche per chi non conosce la lingua. Comunque appena ho un po’ di tempo, lo sottotitolo in italiano). :-)

La regola di Albert Mehrabian, vale in particolari condizioni.


Pochi sanno che questa regola vale solo nel caso, una persona parli di sentimenti ed attitudini personali (come afferma lo stesso Albert Mehrabian), inoltre tali valori delle percentuali trovati, sono soggetti a cambiare in base alle condizioni in cui gli esperimenti sono stati effettuati. Infatti vi sono altri studi successivi che hanno fornito valori differenti (ne parleremo in un altro articolo).

Una cosa è certa: “Comunichiamo sempre” anche quando non parliamo (1° postulato della comunicazione). :-)

Eppure per esperienza personale, in certi casi tale valore del 7% è vero al primo impatto con una persona, ma poi tende ad aumentare nel tempo (dipende dal contesto).


Vuoi alcuni esempi? :-)

  1. Mi trovo a parlare a conferenze scientifiche internazionali, e se comunicassi con tutto l’entusiasmo coinvolgente (nei gesti e nella voce) senza dire cose interessanti o peggio dicendo solo stupidaggini… credi che avrebbe un bell’effetto?

    Il contenuto è importante, ed ha un valore percepito BEN DIFFERENTE a seconda di COME lo presenti.
  2.  

  3. Sicuramente nelle relazioni amorose sono MOLTO IMPORTANTI il contatto fisico, la giocosità, i sentimenti trasmessi col corpo, la voce, ecc. Eppure ti chiedo: quanto durerebbe una relazione amorosa se il contenuto della comunicazione fra i due amanti rimanesse sempre a livello superficiale?

    In tal caso il 7% è destinato ad aumentare dal primo impatto di conoscenza e corteggiamento, fino allo stare assieme per anni… soprattutto se l’intento è quello di avere una famiglia con figli.

Approfondiremo comunque ancora…

spero intanto di aver fornito qualche spunto utile in più su Albert Mehrabian e sulla tematica comunicazione.

Buona giornata,

Giulio

Tags:
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.