~ Si può dimagrire senza sacrifici? (parte 4)

Psicologia Benessere, Recensioni 8 Comments »

Ciao,

dopo quanto detto nelle parti precedenti di questa serie ”Si può dimagrire senza sacrifici?“, verrebbe da pensare che dimagrire fino a raggiungere la nostra forma perfetta, sia effettivamente facile…

vero, ma può accadere che

qualche programma del tuo subconscio ti impedisce di perdere peso e dimagrire!

Vi sono persone che nonostante i loro sforzi, non riescono proprio a dimagrire o come nella maggior parte delle persone, non riescono a perdere quei chiletti di troppo!

 

Le diete non funzionano (o per lo meno, solo per un certo periodo). Si può perdere un certo peso dopo qualche sforzo con una dieta, ma dopo una volta raggiunto l’obiettivo si ha una certa rilassatezza e tendenza nel ritrovarsi con il peso prima di fare la dieta, più un certo numero di chili aggiuntivi!

L’obiettivo dovrebbere essere proprio quello di evitare la dieta Jo-Jo, in cui si perde un certo peso per poi riacquistarlo in aggiunta con gli interessi. Occorre mantenere il peso raggiunto e che abbiamo perso, altrimenti è inutile!

Spesso il proprio subconscio non vuole realmente dimagrire e quindi non è possibile raggiungere il nostro intento nonostante tutte le nostre buone intenzioni. :-(

Occorre lasciare andare i blocchi emotivi e le credenze negative che ci impediscono di perdere peso senza sforzo per dimagrire senza difficoltà!

Quindi, come si possono lasciare andare i blocchi emotivi del subconscio… per dimagrire?

A differenza di tanti metodi in cui si deve ingerire capsule o bevande di vario tipo, come promesso nella parte precedente, ho provato recentemente un metodo alternativo… con il CD “Dimagrire senza difficoltà” del Dott. Roy Martina.

Lasciami dire una sola parola per descriverlo: FANTASTICO!

(E questa parola non la sentirai pronunciare molte volte da me, se non quando è meritata o necessaria).

Il CD dura circa 54 minuti, ma la cosa strordinaria è che affinchè esso funzioni, puoi ascoltarlo anche mentre dormi! Sì, hai capito bene. :mrgreen:

Infatti il tuo subconscio è responsabile delle tue funzioni vitali (ad esempio il tuo cuore continua a battere anche se tu non ci pensi), e quindi è sempre attento e vigile anche quando dormi.

Voglio raccontarti la mia esperienza:

come consigliato (per una ottimale efficacia), ho provato per un mese il CD ascoltandolo con le cuffie da sdraiato, quando andavo la sera a letto. Da notare che la posizione supina è idonea per la programmazione del subconscio, ma non per la meditazione. Ovviamente, una volta addormentato/a, ci sta che tu non rimanga in quella posizione per tutta la durata del CD… non importa, va bene lo stesso.

All’inizio non è stato facile usare un lettore CD a letto e soprattutto trovare il giusto volume che mi permettesse di ascoltare, ma anche di addormentami… e così ho trasferito le tracce del CD sul mio lettore mp3 (molto più comodo e più compatto) e dopo pochi giorni sono riuscito a trovare anche il livello di volume perfetto per me.

Risultati ottenuti:

  • dopo un mese, non ci crederai, ho perso circa 4 Kg! 8O
  • ho cominciato a mangiare meno “troiai” (perdona il tecnicismo…) ed ho cominciato a mangiare più sano, in particolare molte più verdure.
  • ho cominciato a mangiare meno (senza alcuna fatica).
  • dopo aver sospeso l’ascolto per un mese, ho mantenuto il peso raggiunto (ovvero con 4 kg in meno), fino ad oggi  … ed ormai sono passati 2 mesi dall’ultimo ascolto.

L’unica pecca è che in questo Roy Martina CD (come in tutti quelli della serie Roy Martina Experience), si sente la voce inglese di Roy e dopo la traduzione Italiana di Roberto Re e quindi il CD dura il doppio.

Poco male, tanto quando lo ascolti, tu puoi dormire ed inoltre i concetti ascoltati, vengono recepiti dal nostro subconscio sia in inglese che in italiano. :-D

Oltre a questo Roy Martina CD, parleremo anche di tutti gli altri CD della serie Roy Martina Experience, in altri articoli.

Per concludere, voglio darti un consiglio:

non ti pesare tutti i giorni per monitorare il tuo peso… fallo solo una volta al mese od una volta ogni due mesi. La motivazione è che controllare il peso continuamente, rischia di condizionare il tuo subconscio, non permettendoli di lasciare andare certi blocchi emotivi.

Inoltre… pesati sempre allo stesso orario rispetto all’ultima volta, in quanto il peso del corpo varia spesso(sia in aumento, sia in diminuzione) durante il corso delle 24 ore in base ai tuoi pasti ed a quello che fai.

Non ho la bacchetta magica, ma sono sicuro che troverai fantastica questa risorsa CD.

Buona notte,

Giulio

Tags: , , ,

~ Si può dimagrire senza sacrifici? (parte 3)

Psicologia Benessere No Comments »

Ciao,

siamo giunti a questa terza puntata per dimagrire senza sacrifici… e proprio in questo 1° Maggio (festa nazionale del lavoro), … giornata che dovrebbe essere dedicata al riposo… voglio chiederti invece…

 

per dimagrire… tu quanta attività fisica fai ? :-)

 

Praticamente un contro senso… vero?!? 8O

Ognuno darà sicuramente una sua risposta… vi saranno alcuni che saranno più sedentari (credo la maggioranza), altri saranno sportivi a scappatempo, altri dei veri e propri atleti.

Scommetto però che quando associamo la parola dimagrire con fare attività fisica… chissà perchè…

tutti associamo la corsa, la palestra od in generale…

 

fare attività fisica = fare delle grandi sudate… per dimagrire!

 

C’ho azzeccato o no?!? :D

Se sei uno di quelli che hai pensato a questa associazione, forse non sei a conoscenza di una cosa…

e naturalmente tutto ciò non vuole essere una critica… lungi da me… fai benissimo a fare sport (è un’ottima pratica ed abitudine)…

ma per dimagrire senza sacrifici

 

bastano solo 2000 passi in più!!!

 

… Hai capito bene… solo 2000 passi in più rispetto al tuo numero giornaliero consueto!

E’ quanto afferma il grande ipnoterapeuta inglese Paul Mckenna … un personaggio straordinario che riuscirebbe a motivare anche un sasso! :-)

Eppure fare 2000 passi non è niente…  a quanta distanza credi corrispondano?

Ad esempio, corrispondono al giro di un quartiere od un isolato…

Nonostante tutto, una persona in media, si muove tramite l’auto, sta magari a sedere in ufficio, mangia, poi di nuovo a sedere davanti alla tv, poi a letto a dormire, ecc.  ARGGGGGGHHHH!!! :-(

Ed allora comincerai a credere che forse dopotutto di questi benedetti passi,… non ne facciamo poi così tanti non facciamo in pratica attività fisica (a parte coloro che invece danno importanza al movimento ed al benessere che dà l’attività fisica)!

Come calcolare allora questi 2000 passi in più?

Procurati un contapassi… andrà benissimo anche uno da 10/20 euro. Dopo aver tarato il contapassi alla misura del tuo passo normale (di solito si fanno 10 passi, si misura la distanza percorsa e si divide per 10),… attaccalo alla cintura e azzerandolo ogni mattina, misura quanti passi fai in media ogni giorno come da tua abitudine. Dopo qualche giorno comincia a fare almeno 2000 passi in più rispetto al tuo numero giornaliero consueto calcolato!

Di stratagemmi ve ne sono molti…. ti puoi sbizzarrire! Ad esempio, fatti un giretto a piedi quando puoi durante la giornata (meglio sarebbe dopo un pasto), evita l’uso dell’auto quando puoi, parcheggia più lontano del solito (ad esempio dalla sede del posto di lavoro o da casa), e così via… usa la tua creatività! ;-)

Comincerai dopo un mesetto a vedere qualche risultato…. (rispettando possibilmente anche le 4 regole viste nella seconda parte di questo articolo). :-)

Questo fatto di camminare un po’ di più ogni giorno, l’ho sperimentato di persona qualche anno fa (ora è un abitudine).. in quanto per un anno sono dovuto stare sempre in movimento per alcuni corsi che dovevo seguire in città diverse dove non era possibile entrare in centro con l’auto… e morale della favola…  camminavo molto… e mangiando le stesse cose (ai tempi certe nozioni non le conoscevo)… ricordo che il mio peso in quell’anno si abbassò di ben 5 Kg in meno! Non male vero?

Eppure questo metodo di benessere che ti ho consigliato dei 2000 passi abbinato all’uso di un contapassi è semplice…

lo applicherai?

Mmmm… Mi par di sentirti… “Sì domani lo farò, se non è domani la prossima settimana…” ed alla fine il tempo passa…

… e buonanotte! :-(

Ti conosco mascherina… ;-)

Per farla diventare un’abitudine, occorre installare questo programma mentale nel tuo subconscio… ed è proprio per questo che nell’ultima parte di questa serie di articoli “Si può dimagrire senza sacrifici?“, ti indicherò una cosa davvero STRAORDINARIA!!!

GARANTITA! PROVARE PER CREDERE!

 

Buon 1° Maggio!

 

Stavolta, buonanotte davvero. :-)

Giulio

Tags: , , ,

~ Si può dimagrire senza sacrifici? (parte 2)

Psicologia Benessere, Recensioni No Comments »

Ciao,

considerando quanto detto l’altra volta, riguardo i negativi approcci delle diete basate sul sacrificio e sulla sola forza di volontà,

quale è allora una metodologia per dimagrire senza sacrifici?

Paul McKenna è uno dei più grandi ipno-terapeuti (inglese) attualmente vivente che ha compiuto prodigi in vari campi della psiche umana, curando disturbi di varia natura. Provare per credere!

Le strategie suggerite da Mckenna sono molto efficaci e riportano ad un rapporto più naturale e sano con il proprio corpo e con il cibo. Sono una prova di quanto la propria mente può influire sul proprio corpo e sul proprio spirito.

Vi sono 4 regole per dimagrire senza sacrifici, vediamone una ad una:

 

REGOLA 1) Mangia solo quando hai DAVVERO fame.

La fame nervosa o la voglia di qualcosa in particolare, non sono un bisogno di cibo e non vanno prese in considerazione; la fame nervosa è improvvisa e spesso si riduce ad una disidratazione del corpo, tanto è vero che in questi casi è consigliato bere uno o due bicchieri d’acqua per farla sparire. Nel caso questa voglia non si plachi, esiste una procedura basata su EFT per far passare queste voglie nervose (per i dettagli leggi il libro + CD di Paul McKenna – “Posso farti dimagrire”).

REGOLA 2) Mangia cosa desideri e non cosa devi.

Se desideri ad esempio un piatto di patate fritte ed un gelato, mangiali! Il tuo corpo ti sta mandando dei messaggi chiari su cosa ha bisogno. Non mangiare l’insalata per scrupolo.

Sì, lo so cosa ti stai domandando… ma allora se mangio questi “troiai”, poi la mia alimentazione è sbilanciata? NO! Perché poi il tuo organismo arriverà ad un punto da non desiderare più queste cose per un periodo ed a te verrà voglia in modo naturale di mangiare alimenti più sani.

REGOLA 3) Mangia lentamente, mastica e gustati ogni boccone senza fare altre attività inutili.

Oggi mangiamo sempre di fretta e spesso non siamo nemmeno consapevoli di cosa mangiamo! Impariamo ad ogni boccone a posare forchetta e coltello od il cucchiaio (oppure posando il panino ad ogni morso), cercando di masticare e gustare cosa abbiamo in bocca ed osservando i colori e l’aspetto di cosa mangiamo (non hai idea di quanto sia importante coinvolgere tutti i sensi in ogni attività per il nostro cervello!).

C’è gente che guarda la tv, parla, legge, fuma e fa le peggio cose mentre mangia! Sembrerà strano, ma il cervello riesce a fare bene una sola cosa per volta (eccetto le azioni inconsce ormai incamerate: ad es. guidare e parlare) e quindi ha necessità di concentrarsi su cosa sta facendo per meglio assimilare e non sprecare energie inutili.

REGOLA 4) Abolisci la teoria del “piatto pulito”.

Quando non hai più fame, fermati e smetti di mangiare! Non terminare quello che hai nel piatto ad ogni costo. Basta con la vecchia storia popolare dei bambini dell’Africa che muoiono di fame; che importa a loro se te finisci tutto e diventi 120kg mangiando anche quello che non desideri perché sei ultra pieno? Cambierà la loro condizione? Non credo proprio. Occorre ben altro per aiutarli!

Non aspettare di essere pieno come un uovo per smettere, smetti quando non hai più fame! Se invece hai ancora fame, mangia!

 

Puoi trovare tutti i dettagli ed altro nel libro + CD di Paul McKenna – “Posso farti dimagrire”

Queste regole per dimagrire, funzionano realmente?

Sì,… per esperienza personale, occorre ricordarsi di applicare le regole… almeno per 21 giorni (tempo considerato necessario per consolidare una nuova abitudine).

Non a caso assieme al libro viene fornito un CD per riprogrammare il proprio subconscio ad applicare le regole con facilità.

Per oggi è tutto, ma vi sono anche altre cose da sapere per facilitare ulteriormente questo processo.

Alla prossima, :-)

un abbraccio.

Giulio

Tags: , , ,

~ Si può dimagrire senza sacrifici? (parte 1)

Psicologia Benessere, Recensioni 3 Comments »

Ciao,

come ti sentiresti, se ti dicessi che si può realmente dimagrire senza sacrifici?

 

Sembrerebbe impossibile… ma si tratta solo di convinzioni limitanti relative alla psicologia del benessere, che non tengono conto di quanto contino i segnali che il nostro corpo, ci invia continuamente!

 

E TU, che convinzioni hai in merito al dimagrire senza dieta?

Quante volte le persone hanno iniziato con buoni propositi una dieta e poi dopo un po’ di tempo è finito tutto come si suol dire “a tarallucci e vino” senza risultati duraturi?

 

E’ sufficiente la sola forza di volontà per dimagrire senza sacrifici?

NON BASTA! :-(

Perché questo? Il cervello ormai ha assunto delle abitudini difficili da abbandonare. Mangi la tua insalata in formato ridotto, cerchi di fare il tuo footing, ma niente! Forse puoi ottenere con la ferrea volontà qualche risultato, ma per quanto tempo?

Esiste una soluzione per dimagrire?

 

Magari hai pensato qualche volta di non mangiare, ma questo non ha portato risultati, anzi…

Pensa che un regime di carenza o restrizione di cibo auto imposta, è percepita dal cervello come se fosse un periodo di carestia e per contro effetto, produce una grossa produzione di grassi! Quindi non mangiare, o non sopperire al fabbisogno necessario giornaliero (apri bene le orecchie): FA INGRASSARE!

Sembra incredibile, ma è così! Come dimagrire allora?

 

Serve altro per dimagrire!

 

Pazzesco da credere, ma per dimagrire basta applicare 4 semplici regole con fiducia (senza pesarsi), e qualche altra cosa… :-)
cercando di motivarsi a fare un minimo di movimento giornaliero (vedi “come“, nelle prossime puntate).

Ti consiglio vivamente di seguire le successive parti di questo articolo… non te ne pentirai! ;-)

Un abbraccio,

Giulio

Tags: , , , , , , ,
Designed by NattyWP Wordpress Themes.
Images by desEXign.