Il caso abduction di Maurizio Cavallo

Il caso abduction di Maurizio Cavallo è uno dei tanti casi raccontati a livello mondiale. Attualmente nell’universo osservabile sono presenti probabilmente più di 100 miliardi di galassie… (senza contare quelle sconosciute)… uno strano spreco di spazio, se siamo gli unici esseri viventi nell’universo.  😕

Fra i le tante testimonianze esistenti di “abduction” (rapimenti) è interessante quella di Maurizio Cavallo. Mi ha toccato, perché parla di reincarnazione. Ti invito a leggere il mio libro “Il Segreto mai Rivelato all’Umanità”, una ricerca di oltre quindici anni.

 

Maurizio Cavallo racconta la sua esperienza su Clarion

maurizio cavallo

Nella notte del 13 Settembre 1981, Maurizio Cavallo vive una esperienza di “abduction” da parte di visitatori extraterrestri provenienti dal pianeta Clarion situato nella terza Galassia distante dalla Terra 150 mila anni luce, percorrendo tale distanza in soli 72-73 dei nostri giorni (come racconta lo stesso Maurizio Cavallo in questo filmato).

Rapimento che all’inizio è traumatico, per il terrore ovvio dovuto all’esperienza, ma che poi si rivela un’esperienza di trasformazione interiore profonda. Tali entità extraterrestri evolute si rivelano benefiche.

Lo sconvolgimento arriva anche dopo tale esperienza, perchè in effetti è facilmente comprensibile quanto possa essere difficile comunicarla agli altri, incontrando scetticismo.

Ad ogni modo, per coloro che vogliono approfondire suggerisco anche l’interessante DVD “Messaggio da Clarion” edito dall’Associazione Culturale Saras, o gli scritti in cui è raccontata direttamente da Maurizio Cavallo, la storia completa.

maurizio cavallo messaggio da clarion

Ovviamente non posso dire riguardo la veridicità di tale caso, ma almeno ascoltando le sue parole, ci sono alcuni aspetti che risuonano. Trovo interessante anche quanto viene affermato:

La razza umana avrebbe soprattutto dimenticato di essere stata il frutto di manipolazioni genetiche da parte di razze extraterrestri tra cui quella dei clariani.

Nel 90% del nostro DNA, che la scienza ufficiale ha considerato per anni “inutile”, sarebbe codificata la nostra storia e risiederebbero quelle che i clariani chiamano “mappe della creazione”.

Trovo curioso il fatto che la scienza definisca il DNA che abbiamo (fuori dai codici riconosciuti) come “spazzatura” … perché se lo abbiamo un motivo ci deve essere. 😕

 

La storia di Maurizio Cavallo testimonia che l’anima è eterna

maurizio cavallo abduction

Vedendo queste foto, ognuno avrà le sue credenze in merito (e ci mancherebbe altro)… ad ogni modo, il messaggio più importante che arriva da Maurizio Cavallo e che è confermato dalla mia esperienza di ricerca è che: ci reincarniamo, solo che in ogni vita non ci ricordiamo quella precedente. In realtà come leggerai nel mio libro la capacità di ricordare esiste eccome!

Infatti, come lui dice: Non riusciamo a vederci come creature immortali, perché siamo infiniti e fintanto che avremo queste chiusure noi, realmente, saremo dei mortali.

Ti invito davvero a leggere il mio libro “Il Segreto mai Rivelato all’Umanità”, una ricerca mondiale di quindici anni sul campo.

maurizio cavallo rapimento alieno

Ognuno/a tragga liberamente le proprie conclusioni con le credenze che ha in questo momento della propria vita personale.

Buona serata,

Giulio

Articoli correlati

  • Seminario Ipnosi Regressiva con Brian WeissIpnosi regressiva e Brian Weiss vanno a braccetto, in quanto è uno dei precursori moderni. Sono stato partecipe di molti eventi in questo periodo, fra cui il ricevimento del titolo accademico di PhD in Ingegneria dell'Informazione e il seminario di Ipnosi Regressiva con il Dott. Brian Weiss. Prima di parteciparvi, iniziò con un "Brian Weiss cd" in commercio.   Ipnosi Regressiva con Brian Weiss: un'esperienza emozionante! L'esperienza è durata 3 giorni in cui il Dott. Brian Weiss oltre a raccontare varie storie personali ed esperienziali, ci ha fatto fare delle meditazioni di regressione (nel passato) e progressione (nel futuro) e…
  • Arthur Findlay College: la morte non esiste!L'esperienza all'Arthur Findlay College inglese fu un tassello alla ricerca di me stesso. Dopo il mio ribaltamento di credenze (scientifiche e religiose) in questi anni a causa delle esperienze personali vissute, mi sono fatto alcune domande: come cambierebbe lo stato d'animo degli essere umani, se ci fosse la sicurezza che la morte non esiste e la vita dopo la morte continua? 8-O come cambierebbe ulteriormente lo stato d'animo degli esseri umani se essi fossero consapevoli della reincarnazione? :-?   L'esperienza all'Arthur Findlay College ha confermato che la morte non esiste! E aggiungo un altro DOMANDONE SHOCK...: come cambierebbe la vita…
  • Convinzioni o credenze sulle vite passateNuovi Misteri e convinzioni o credenze sulle vite passate (precedenti all'attuale), si stanno sempre più facendo spazio in questi ultimi anni.   Le vite passate rappresentano solo credenze collettive? Si può credere o non credere, fatto sta che vi sono delle testimonianze, avvenimenti e coincidenze inspiegabili sempre più molteplici di persone appartenenti a zone diverse del pianeta che spingono a porsi delle domande.   La reincarnazione indica il sopravvivere dell'anima dopo la morte con la rinascita in un tempo successivo. L'induismo o il buddismo e molte religioni orientali contemplano questa possibilità, cosa che invece non prevede la religione cattolica. Eppure…

Lascia una risposta

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati da *