Convinzioni o credenze sulle vite passate

Nuovi Misteri e convinzioni o credenze sulle vite passate (precedenti all’attuale), si stanno sempre più facendo spazio in questi ultimi anni.

 

Le vite passate rappresentano solo credenze collettive?

Si può credere o non credere, fatto sta che vi sono delle testimonianze, avvenimenti e coincidenze inspiegabili sempre più molteplici di persone appartenenti a zone diverse del pianeta che spingono a porsi delle domande.

 

La reincarnazione indica il sopravvivere dell’anima dopo la morte con la rinascita in un tempo successivo. L’induismo o il buddismo e molte religioni orientali contemplano questa possibilità, cosa che invece non prevede la religione cattolica.

Eppure vi sono casi di persone che testimoniano episodi di vite precedenti.

Fra questi, vi sono oltre agli adulti, anche molti bambini che hanno rivelato luoghi e/o persone e avvenimenti (poi verificati), ma a loro sconosciuti.

 

Molti storie di reincarnazione anche dai bambini

Di storie strabilianti ve ne sono molte.

 

Uno dei casi più sorprendenti è quello di un bambino americano Gus Taylor che ha sempre sostenuto fin dai primi anni in tenera età, di essere stato nella vita precedente il proprio nonno. Il padre Ron, ricorda benissimo che mentre a un anno e mezzo gli cambiava il pannolino, questi lo abbia guardato negli occhi dicendogli che quando aveva sua età, era lui a cambiargli i pannolini! Il nonno di Gus si chiamava August (nonno Augy) e morì l’anno prima che il nipote nascesse! 😐

Fu grande la sorpresa dei genitori quando Gus a pochi anni vide per la prima volta una vecchia foto di un album famiglia e riuscì a individuare “il nonno” con la sua automobile. I genitori si sconvolsero ancor di più quando Gus disse che quando era il nonno, aveva una sorella che era morta e che si era trasformata in un pesce scomparsa a causa di alcune persone cattive. In effetti nonno Augy, aveva avuto una sorella uccisa il cui corpo fu gettato nella baia di San Francisco! Nessuno in famiglia aveva mai parlato di queste cose! 😯

Certe predisposizioni o avversioni per luoghi o persone o certe abilità, secondo i vari casi di esperienze di vite passate non sono casuali e derivano da vite precedenti.

 

L’ipnosi regressiva e la reincarnazione

Una vera rivoluzione della psicologia ha dimostrato la validità della terapia regressiva.

Fra vari libri del settore, uno molto interessante è a mio giudizio il libro Oltre le porte del tempo dello psichiatra Brian Weiss esperto di reincarnazione e ipnosi regressiva.

Nel libro sono descritti moltissimi casi di persone che riescono a curare molti problemi fisici ed emotivi attraverso l’ipnosi regressiva che le porta a rivivere o ricordare episodi di altri periodi e in altri luoghi con cui non hanno avuto alcun legame (almeno nella vita attuale).

Nella maggior parte dei casi, spesso le persone ripercorrendo questo viaggio nella memoria si trovano a vivere situazioni di altri periodi con le stesse persone a cui sono legate nel presente, ma con ruoli diversi (ne è un esempio la storia di Gus)! Vi sono casi di persone che vivono una vita da uomo e un’altra da donna con condizioni sociali diverse. Spesso in queste vite passate vi sono le cause di alcuni disagi o problematiche del presente e la cosa straordinaria e che nella grande maggioranza dei casi, le persone guariscono da certe problematiche fisiche od emotive dopo aver riportato alla luce certi episodi!

 

L’importanza delle memorie di altre vite

Si parla infatti anche di memorie presenti a livello cellulare.

 

Brian Weiss racconta come è avvenuta la sua profonda trasformazione da professionista all’interno dei canoni della scienza nel campo della psichiatria, fino all’incontro con una sua paziente Catherine. Durante una seduta di sperimentazione di ipnosi, ella le parlò di alcuni particolari (conosciuti solo da lui) legati alla morte del padre e del primogenito dello stesso psichiatra.

Brian Weiss racconta anche della difficoltà a divulgare le sue scoperte non canoniche nella terapia regressiva, essendo uno psichiatra stimato, fino all’incontro con altri studiosi nel settore non usciti ancora allo scoperto e aventi avuto esperienze simili con i loro pazienti.

Il libro contiene anche delle tecniche consigliate dall’autore, da sperimentare anche per conto proprio. Sarebbe meglio sperimentare l’ipnosi regressiva guidata di brian weiss. 🙂 Vi è da dire che alcuni studiosi del campo consigliano però (prima di intraprendere sperimentazioni solitarie) di rivolgersi agli esperti nel settore (ve ne sono anche in Italia).

Dato comunque il tema piuttosto delicato, approfondirò in futuro le mie ricerche. Ci sono vari “Brian Weiss cd”. Sperimenterò la “meditazione brian weiss”.

NOTA: Oggi 2020, a distanza dal 2009 in cui scrissi questo articolo, alla luce delle mie scoperte personali, direi che la reincarnazione è un certezza. Ne parleremo. 😉

Buona serata,

Giulio

Articoli correlati

  • Arthur Findlay College: la morte non esiste!L'esperienza all'Arthur Findlay College inglese fu un tassello alla ricerca di me stesso. Dopo il mio ribaltamento di credenze (scientifiche e religiose) in questi anni a causa delle esperienze personali vissute, mi sono fatto alcune domande: come cambierebbe lo stato d'animo degli essere umani, se ci fosse la sicurezza che la morte non esiste e la vita dopo la morte continua? 8-O come cambierebbe ulteriormente lo stato d'animo degli esseri umani se essi fossero consapevoli della reincarnazione? :-?   L'esperienza all'Arthur Findlay College ha confermato che la morte non esiste! E aggiungo un altro DOMANDONE SHOCK...: come cambierebbe la vita…
  • Seminario Ipnosi Regressiva con Brian WeissIpnosi regressiva e Brian Weiss vanno a braccetto, in quanto è uno dei precursori moderni. Sono stato partecipe di molti eventi in questo periodo, fra cui il ricevimento del titolo accademico di PhD in Ingegneria dell'Informazione e il seminario di Ipnosi Regressiva con il Dott. Brian Weiss. Prima di parteciparvi, iniziò con un "Brian Weiss cd" in commercio.   Ipnosi Regressiva con Brian Weiss: un'esperienza emozionante! L'esperienza è durata 3 giorni in cui il Dott. Brian Weiss oltre a raccontare varie storie personali ed esperienziali, ci ha fatto fare delle meditazioni di regressione (nel passato) e progressione (nel futuro) e…
  • Si può guarire dalle vite passate?Guarire dalle vite passate è un percorso che assume varie modalità. Ci sono dei misteri che la scienza moderna non sa davvero spiegarsi, eppure certi fatti testimoniano quanto poco conosciamo sui misteri delle realtà.   Si può guarire dalle vite passate? La domanda potrebbe sembrare strampalata... eppure molti episodi di terapia regressiva indicano una nuova strada da seguire. Un caso particolare di terapia regressiva è la storia della paziente Catherine in cura dal dottor Brian Weiss per un acuto stato di depressione, accompagnato da attacchi di panico e angoscia. Catherine sottoposta in precedenza a varie terapie convenzionali senza alcun successo,…

1 pensiero su “Convinzioni o credenze sulle vite passate”

Lascia una risposta

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati da *