Si può guarire dalle vite passate?

Guarire dalle vite passate è un percorso che assume varie modalità. Ci sono dei misteri che la scienza moderna non sa davvero spiegarsi, eppure certi fatti testimoniano quanto poco conosciamo sui misteri delle realtà.

 

Si può guarire dalle vite passate?

guarire dalle vite passate

La domanda potrebbe sembrare strampalata… eppure molti episodi di terapia regressiva indicano una nuova strada da seguire.

Un caso particolare di terapia regressiva è la storia della paziente Catherine in cura dal dottor Brian Weiss per un acuto stato di depressione, accompagnato da attacchi di panico e angoscia.

Catherine sottoposta in precedenza a varie terapie convenzionali senza alcun successo, inizia una serie di sedute di ipnosi con il dottor Brian Weiss… e qualcosa di sorprendente accade: durante lo stato di trance, la donna rievoca inspiegabili ricordi (mai vissute in questa vita attuale)… e ciò la porterà alla guarigione e a ritrovare la vera sé stessa.

I ricordi e le storie si accavallano portando alla luce personalità completamente diverse e conoscenze che sembrano non appartenere alla Catherine attuale, eppure il rivivere certi fatti dolorosi e nodi emotivi ancora da sciogliere, apriranno le porte della guarigione di Catherine con sorprendente rapidità.

Il modo di parlare straordinario, le storie e i dettagli s’incastrano in maniera sorprendente alla perfezione come un puzzle, in un modo che neanche il più sofisticato sceneggiatore può immaginare.

Fra le storie di una vita e l’altra, alcune voci profonde fanno capolino: parole che neanche Catherine si sarebbe aspettata.

Decidiamo quando vogliamo tornare, dove, e per quale ragione.

Alcuni scelgono di non tornare. Preferiscono proseguire verso un altro stadio di sviluppo. E rimangono nella forma spirituale… alcuni più a lungo di altri, prima di tornare. È tutto crescita e apprendimento… continua crescita. Il nostro corpo è un veicolo per noi solo finché siamo qui. Solo la nostra anima e il nostro spirito durano per sempre“.

Gli stessi concetti ebbi modo di sperimentarli durante sessioni personali, in cui la persona che faceva da tramite non poteva conoscere certe mie informazioni personali dettagliate in modo sorprendente. 😉

 

La terapia regressiva apre nuove porte per guarire dalle vite passate!

terapia regressiva

Lo scienziato inizialmente scettico Brian Weiss, si dovette ricredere all’evidenza.

Catherine (da notare neanche lei credente alle vite passate), durante la terapia regressiva, fece riemerge memorie che non si aspettava e che sorpresero pure lei.

Chissà… Intanto Catherine è guarita. 🙂

La storia di Catherine è solo una goccia nel mare fra i vari casi sorprendenti (leggi anche la storia di Gus Taylor)! 😕

NOTA DI OGGI: Non avendo potuto sperimentare all’epoca l’ipnosi regressiva guidata di brian weiss in maniera individuale, decisi all’epoca di sperimentare il CD della “meditazione brian weiss”. Ci sono vari “Brian Weiss cd” in commercio.

Poi anni dopo, la mia ricerca mondiale che iniziò vent’anni fa, ha portato a delle scoperte altrimenti impossibili, riscoperte grazie alle memorie dell’anima. Puoi trovare questa ricerca dettagliata nel libro “Il Segreto mai Rivelato all’Umanità”.

Inviterò anche un amico psicologo esperto di regressioni passate per qualche evento.

Buona serata,

Giulio

Articoli correlati

  • Arthur Findlay College: la morte non esiste!L'esperienza all'Arthur Findlay College inglese fu un tassello alla ricerca di me stesso. Dopo il mio ribaltamento di credenze (scientifiche e religiose) in questi anni a causa delle esperienze personali vissute, mi sono fatto alcune domande: come cambierebbe lo stato d'animo degli essere umani, se ci fosse la sicurezza che la morte non esiste e la vita dopo la morte continua? 8-O come cambierebbe ulteriormente lo stato d'animo degli esseri umani se essi fossero consapevoli della reincarnazione? :-?   L'esperienza all'Arthur Findlay College ha confermato che la morte non esiste! E aggiungo un altro DOMANDONE SHOCK...: come cambierebbe la vita…
  • Seminario Ipnosi Regressiva con Brian WeissIpnosi regressiva e Brian Weiss vanno a braccetto, in quanto è uno dei precursori moderni. Sono stato partecipe di molti eventi in questo periodo, fra cui il ricevimento del titolo accademico di PhD in Ingegneria dell'Informazione e il seminario di Ipnosi Regressiva con il Dott. Brian Weiss. Prima di parteciparvi, iniziò con un "Brian Weiss cd" in commercio.   Ipnosi Regressiva con Brian Weiss: un'esperienza emozionante! L'esperienza è durata 3 giorni in cui il Dott. Brian Weiss oltre a raccontare varie storie personali ed esperienziali, ci ha fatto fare delle meditazioni di regressione (nel passato) e progressione (nel futuro) e…
  • Convinzioni o credenze sulle vite passateNuovi Misteri e convinzioni o credenze sulle vite passate (precedenti all'attuale), si stanno sempre più facendo spazio in questi ultimi anni.   Le vite passate rappresentano solo credenze collettive? Si può credere o non credere, fatto sta che vi sono delle testimonianze, avvenimenti e coincidenze inspiegabili sempre più molteplici di persone appartenenti a zone diverse del pianeta che spingono a porsi delle domande.   La reincarnazione indica il sopravvivere dell'anima dopo la morte con la rinascita in un tempo successivo. L'induismo o il buddismo e molte religioni orientali contemplano questa possibilità, cosa che invece non prevede la religione cattolica. Eppure…

2 pensieri su “Si può guarire dalle vite passate?”

  1. Il mio obiettivo fin dall’inizio è stato sempre quello di usare la terapia di regressione come una forma di guarigione. La regressione, ottenuta attraverso l’ipnosi regressiva, è affine alla psicoterapia e alla psicoanalisi tradizionale. Quando eventi traumatici sono portati in superficie con l’ipnosi regressiva vengono interpretati e integrati e di solito si osserva un miglioramento clinico. La differenza principale è che la regressione con l’ipnosi regressiva allarga il campo in modo tale che è possibile far emergere ricordi non solo di questa vita, ma anche di altre. La memoria stessa ha un effetto di compensazione sui sintomi, ricordando le cause, il sintomo nel tempo presente scompare. Le persone si liberano in questo modo da fobie, attacchi di panico e sintomi fisici. Se sono stati impiccati in una vita passata spesso possono presentare problemi al collo in questa vita, o se sono annegati possono in questa vita avere paura dell’acqua o soffrire di conati di vomito o problemi di soffocamento o avere difficoltà nell’inghiottire pillole. Il rivivere la situazione all’origine del sintomo attuale porta a guarigione fisica ed emotiva. Chi fa l’esperienza acquisisce anche una comprensione profonda del fatto che se è vissuta prima, ed ora è qui di nuovo a ricordare le sue vite passate, può in qualche modo trascendere la paura della morte. Guarire la paura della morte, la perdita e il dolore è un traguardo di consapevolezza che si aggiunge ai benefici psicologici e alla guarigione dei sintomi fisici.

Lascia una risposta

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati da *