Perdere il controllo: la vasca di deprivazione sensoriale

La vasca di deprivazione sensoriale è una tecnica per ridurre al minimo gli stimoli ambientali ai quali siamo costantemente sottoposti.

Si svolge in una stanza con circa 25cm di acqua satura di sale Epsom (solfato di magnesio), l’acqua è a temperatura corporea (calda) e immergendoci a pancia in su ci lasciamo andare al galleggiamento (o floating). Questo è possibile grazie alla saturazione del sale. Il nostro corpo sarà in assenza di gravità per tutta la sessione, che tipicamente inizia con circa 10 min di musica e luce blu e poi 40 min di totale buio e silenzio. La durata può variare in base a chi sperimenta.

 

Perdere il controllo lasciando andare i riferimenti

vasca di deprivazione sensoriale

Negli anni ’50 il dottor John Lilly, psicanalista e neuroscienziato statunitense, iniziò a studiare gli effetti della deprivazione sensoriale.

Secondo me, il principale valore aggiunto dell’esperienza è il fatto di galleggiare trovandosi del tutto al buio.

Se una/o si lascia andare si perdono i riferimenti. Il cervello non è abituato a certi “vuoti” e ha bisogno di riempirli a causa della privazione sensoriale.

In questo caso, in sostituzione, la parte interiore più profonda cercherà di compensare quello stato, facendo vivere sensazioni e tutto quello che è necessario che emerga in maniera spontanea.

Importante è proprio rilassarsi e lasciarsi andare nella vasca di galleggiamento.

É un’esperienza utile anche per i più coriacei del controllo a livello mentale, che non sono abituati a fidarsi delle intuizioni animiche. Durante l’esperienza, possono arrivare intuizioni, ricordi, stati meditativi, stati emozionali particolari, ecc. 😉

Le esperienza interiori potranno essere più efficaci e intense dopo un certo numero di sessioni perché “la stranezza della prima volta”, può necessitare di un certo adattamento.

Noi abbiamo sperimentato presso la Grotta dell’Himalya di Perugia. Prima di immergersi viene fatta un’autovalutazione. Si dà un punteggio a svariate caratteristiche psichiche, emozionali, abitudinali e fisiche. La stessa valutazione è ripetuta dopo l’esperienza e per me è stato interessante vedere dei benefici in ogni aspetto che avevo valutato prima (ma che non ricordavo). Rapporto durata della sessione nella vasca di deprivazione sensoriale prezzo: 1 ora, pagammo 80 euro a testa.

Dopo l’esperienza, mi sono sentito del tutto rilassato e come se  “non me ne fregasse nulla di cosa stesse succedendo nel mondo. Una sensazione strana, ma piacevole. Zero preoccupazioni! La notte ad esempio, ho dormito come un ghiro. 😮

 

Galleggiare nel buio della vasca di deprivazione sensoriale

vasca di deprivazione sensoriale vasca galleggiamento

Fra i benefici della terapia di galleggiamento nella vasca deprivazione sensoriale, ci sono: il miglioramento del sonno, una migliore concentrazione, più energia psicofisica, una migliore gestione dello stress, un miglioramento del benessere generale, ecc.

Basta chiacchiere! Solo sperimentando la vasca di deprivazione sensoriale ognuna/o vivrà l’unicità dell’esperienza. 😉

Un abbraccio,

Giulio

Articoli correlati

  • La Coscienza dell'AcquaLa coscienza dell'acqua non è altro un modo per dire che l'acqua ha una memoria! L'acqua è un mezzo per registrare gli stimoli psichici, pensieri, sentimenti, emozioni, immagini, suoni e parole che riceve dall'ambiente. Dopo la mia ricerca di oltre venti anni, lo dico con certezza: l'acqua ha memoria, perché su esso è stato fondato l'inganno secolare giuridico e religioso ai danni dell'anima. Lo so che se non sei preparato potrà essere uno shock 8O ... ma ti invito a leggere mio libro "Il Segreto mai Rivelato all'Umanità".   L'acqua ha memoria e nasconde il segreto dell'anima! Le straordinarie scoperte del ricercatore…
  • Il mio corso introduttivo alle Energie SottiliLe energie sottili fanno parte della materia e del tutto. Sono universali. Scettica/o? Se lo sei significa che non hai mai sperimentato. Se tu potessi percepire il livello energetico degli oggetti o delle persone, che impatto pensi potrebbe avere? ;-) Quanto sarebbe importante conoscere in quale parte del corpo di una persona vi possa essere uno scompenso energetico o ad esempio quali alimenti possano fornire energia pura piuttosto che un effetto contrario?   Le energie sottili permettono di comprendere molte informazioni! Sono tornato dall'esperienza dello scorso week-end al corso introduttivo alle Energie Sottili, tenuto dal Dott. Carlo Cannistraro (Master TEV).…
  • EFT = Autoguarigione Misteriosa e StraordinariaEFT (Emotional Freedom Technique)... hai presente quando... hai la sensazione che la tua mente o il tuo corpo siano andati in corto circuito? Cosa provi in quel momento? Vorresti stare bene, ma proprio non va... giornataccia! Mesi di "mal di collo" dovuto alle ore passate al computer. Basta! Esco a far due passi e puff... o cosa vai a incontrare? Un tizio seduto su una panchina dei giardini che si dava dei colpetti con le dita lungo il proprio corpo! Ve ne sono dei pazzi in giro! :-D Il destino ha voluto che qualche mese dopo abbia incontrato lo stesso…

Lascia una risposta

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati da *