11 Settembre 2001: una truffa contro l’Umanità?

11 settembre 2001: tutti si ricordano questa data. Ci sono eventi che toccano il pianeta, anche se questi avvengono in un solo luogo. L’11 settembre 2001, le TV di tutto il mondo mostrarono qualcosa di raccapricciante: due aerei si schiantarono sulle torri 1 e 2 del World Trade Center di New York, causando poco dopo il collasso di entrambi i grattacieli. Il terzo aereo di linea fu fatto schiantare dai dirottatori contro il Pentagono, mentre il quarto aereo, diretto contro il Campidoglio o Casa Bianca a Washington si schiantò in un campo vicino Shanksville nella Contea di Somerset (Pennsylvania), dopo che i passeggeri e i membri dell’equipaggio tentarono, senza riuscirci, di riprendere il controllo del velivolo.

 

La versione ufficiale dell’11 Settembre 2001 ha domande irrisolte

11 settembre 2001

La versione ufficiale parla di un attentato dovuto all’organizzazione terroristica di matrice islamica al-Qa’ida, ma molte domande importanti rimangono irrisolte:

  1. Come hanno fatto gli aerei dirottati a girovagare in un’aerea altamente protetta senza che i velivoli fossero immediatamente affiancati da aerei militari?
  2. Come mai il Pentagono non è crollato a causa dell’impatto aereo (con apertura alare di circa 40 metri e con fusoliera alta quanto l’edificio)? Rimase soltanto una fessura “ben definita” larga circa 20 metri?
  3. Possibile che siano stati trovati solo piccolissimi rottami dell’aereo che si schiantò sul Pentagono?
  4. Dove sono finiti i motori dell’aereo che si è schiantato sul Pentagono?
  5. Come è possibile che le torri gemelle 1 e 2 del World Trade Center siano crollate completamente verticalmente quando l’impatto degli aerei è avvenuto soltanto nella parte alta di ognuna di esse? Come mostrano le analisi termografiche, le fondamenta delle torri non hanno mai raggiunto gli 800 gradi necessari anche solo ad ammorbidire i poderosi piloni d’acciaio delle torri. Il progetto comunque dava ben superiori garanzie anticollasso.
  6. Come mai dei resti delle torri gemelle 1 e 2 fu trovata solo polvere finissima e pozze di acciaio fuso, anziché pezzi di cemento?
  7. Come ha fatto l’edificio 7 del World Trade Center a crollare completamente verticalmente senza che nessun aereo impattasse su di esso?

Oltre a queste, tante altre domande rimangono non spiegate dalla versione ufficiale. Fra l’innumerevole materiale sulla vicenda, ti suggerisco di vedere l’interessante documentario-inchiesta “11 Settembre Inganno Globale” realizzato da Massimo Mazzucco. Questo e altri video possono essere acquistati sul sito http://www.luogocomune.net

 

La versione ufficiale dell’11 Settembre 2001 lascia perplessi

torri gemelle

L’ho trovata un’analisi molto lucida e ben documentata. Ognuno naturalmente si farà l’idea che vuole.

Una curiosità aggiuntiva: la banconota da 20 dollari americani, nasconde delle coincidenze inquietanti. Coincidenza? Può darsi…

Ti consiglio però di leggere l’esperimento energetico che facemmo sulla banconota da un dollaro americano, contenente la piramide con l’occhio che guarda (tipico simbolo massonico). 🙁

Ma andiamo oltre…

 

L’11 Settembre 2001 fu preannunciato dalla coscienza globale ?11 settembre 2001 Progetto Coscienza Globale

Diversi esperimenti (compresa la nuova fisica quantistica) hanno mostrato che siamo tutti collegati energeticamente (in particolare dal cuore) e tutto è energia (ti consiglio ad esempio di vedere lo splendido DVD “Il linguaggio della Matrix Divina” di Gregg Braden).

Parliamo allora del Progetto Coscienza Globale (Global Counsciousness Project), ricerca effettuata presso l’università di Princeton con a capo il ricercatore Roger Nelson.

Di cosa si tratta?

Fondamentalmente si basa su un numero computer sparsi in varie parti del mondo, i quali hanno attivato dei generatori di numeri casuali. Tale ricerca si basa sul verificare se la coscienza umana collettiva ha la capacità di modificare l’andamento casuale statistico dei numeri generati casualmente.

Nell’immagine sopra, vedete cosa è successo il 10 settembre già prima dell’attentato: l’andamento casuale ha avuto un cambiamento fino ad avere un picco nelle ore dell’accaduto.

Come è possibile? La coscienza umana può prevedere gli accadimenti del futuro? 😯

Durante il progetto Progetto Coscienza Globale si sono avuti degli andamenti anticipati in occasione di alcuni avvenimenti di un certo rilievo mondiale (tipo una finale mondiale di un evento sportivo, un matrimonio di una regina, un evento importante per l’umanità, ecc.).

Alcuni scienziati si stanno chiedendo allora la seguente domanda: quando si verifica un cambiamento non previsto (rispetto a quello preventivato dai generatori casuali) è possibile aspettarsi qualche evento inaspettato?

La risposta è molto semplice: l’anima lo sa prima della mente razionale. Ti suggerisco di leggere la mia ricerca concreta “Il Segreto mai Rivelato all’Umanità”, su quello che l’anima umana può fare.

Anni fa ebbi modo di partecipare in un convegno ad un’esperimento dal vivo guidato da Daniele Gullà (ricercatore della trasmissione Mistero di Italia 1) dopo l’accadimento dello tzunami del Giappone, mandando Amore Incondizionato al popolo Giapponese e ciò fu rilevato dalle apparecchiature.

Quando si medita in gruppo ad esempio l’energia è talmente forte che proprio recentemente durante un’esperienza, l’orario del cellulare mi è sballato improvvisamente di due ore e mezzo avanti ! 😯

Torniamo all’11 Settembre 2001, e facciamoci una domanda molto importante:

 

L’11 Settembre 2001 ha rafforzato il livello energetico di Paura dell’Umanità?

11 settembre 2001 torri gemelle

Ti anticipo che la risposta è SÌ!!!

Concludo questo articolo dicendo: forse ti chiederai perché ho intitolato questo articolo “11 Settembre 2001: una truffa contro l’Umanità?”

Risponderò a queste domande nel prossimo articolo parlando degli effetti della paura sul cervello umano e cosa accadde in quel periodo.

… Già c’è sempre la PAURA di mezzo… ma non è a caso…

Buona serata,

Giulio

Articoli correlati

  • Paura e Stress: gli effetti molto dannosi - (parte 1)!Paura e stress producono effetti molto dannosi per l'essere umano, è risaputo. Quindi vorrei farti una domanda: viviamo in un mondo che tende a tenere le persone nella paura (e nello stress) oppure nell'amore? Se hai risposto paura... risposta esatta! :-( Se hai risposto amore... forse stai vivendo in un posto paradisiaco sperduto... e mi fa molto piacere... ma ti è sfuggito qualcosa della realtà. ;-)   Gli effetti relativi a paura e stress sono dannosi! Ormai molti studi scientifici certificano che lo stress debilita la salute e il sistema immunitario (te ne cito solo alcuni per brevità): Quasi tutte…
  • Perchè uscire dalla zona di comfort?Perché uscire dalla zona di comfort? Ti sarà capitato qualche volta di trovarti in situazioni dove avevi la sensazione di non avere il controllo e ti sentivi a disagio. Magari in un ambiente con persone sconosciute, in luoghi nuovi o in generale qualche situazione dove non avevi la più pallida idea dove saresti andata/o a parare. Ebbene, eri fuori dalla tua zona di comfort! Affrontare una situazione nuova significa vivere quel senso di ignoto! E l'ignoto è proprio la chiave. Ho indovinato? :-)   Uscire dalla zona di comfort è la via evolutiva! La zona di comfort rappresenta una bolla…
  • Paura o Amore?Paura o Amore sono due parole del linguaggio dell'anima. I pensieri e le azioni umane si basano sulla paura o sull'amore: non c'è altra motivazione che non derivi da queste due.   Paura o amore sono due estremi Due versioni diverse o variazioni dello stesso tema. Eppure in "Donnie Darko", un film esoterico fantascientifico del 2001, il protagonista non era tanto d'accordo! :-) Comprensibile il fatto, che la natura umana è talmente complicata da sembrare quasi inverosimile una schematizzazione in due sole categorie estreme di emozioni: paura e amore. La paura è l'energia che limita, nasconde, danneggia e non fa…

3 pensieri su “11 Settembre 2001: una truffa contro l’Umanità?”

  1. Mi limito a rispondere alle presunte “domande irrisolte”, che Mazzucco è un cialtrone che nemmeno sa di cosa parla:

    1) Intendi il pentagono? Quello che gli aerei ci passano vicino tutti i giorni?

    2) l’apertura del pentagono è larga 35 metri, non 20, e laereo era largo, da ala ad ala, poco 38 metri. Direi che questo basta. Quanto alla sezione ben definita dipende dalla struttura del pentagono che è costruito in sezioni indipendenti unite da giunti di dilatazione. Vatteli a cercare, vengono usati in praticamente tutti gli edifici di grandi dimensioni.

    3) scusami, ma ti aspetti che un aereo che si schianta ad alta velocità contro un edificio lasci rottami giganti?

    4) uno dei motori è stato ritrovato all’interno del pentagono. Gli altri potrebbero tranquillamente essersi distrutti.

    5) innanzi tutto, le torri gemelle hanno sparso i detriti per decine di metri intorno anche fino a 170 metri, altro che crollo verticale. Quanto al crollo in se, a 500 gradi si considera già compromessa l’integrità strutturale dell’acciaio, che già a 600 gradi perde il 50% della sua resistenza. Quindi, è una balla che servissero 800 gradi per ammorbidirle. Questa perdita di integrità ha portato le colonne a deformarsi, con i piani superiori che sono caduti su quelli sottostanti funzionando come forza d’urto per disgregare ciò che avevano sotto. Il progetto dava garanzie ben superiori? La resistenza all’impatto di un aereo era solo presunta, in base ai calcoli fatti ai tempi della costruzione, e si parlava di aerei in atterraggio, quindi con velocità molto inferiore a quella dell’impatto che è avvenuto. Inoltre, se vogliamo essere pignoli, le torri l’impatto l’hanno retto, il collasso è dovuto all’incendio.

    6) veramente alla base delle torri hanno trovato un sacco di pezzi di cemento di diverse dimensioni, e anche cartongesso. Per quanto riguarda le pozze di metallo fuso, avendo dovuto i soccorritori tagliare tronconi di colonne con la fiamma ossidrica, è derivato da questi tagli.

    7) come ha fatto? semplice, gli sono arrivati addosso un mare di detriti dalla torre nord, tanto che il lato verso le torri aveva uno squarcio alto 20 piani, un angolo lesionato lungo 10 piani, è bruciato per ore. Ti bastano come motivi per far crollare un edificio, o tutti gli edifici devono crollare solo con gli aerei che ci si schiantano sopra?

    E’ molto ben documentato? Mazzucco non sa nemmeno misurare la larghezza di uno squarcio, e ti pare ben documentato? stiamo messi bene.

  2. Ciao Blackstorm,

    a differenza di quando parlo di esperienze vissute e sperimentate personalmente (che sono un dato di fatto)…

    è ovvio che eventi come gli accadimenti delle Torri Gemelle (non essendo un esperienza vissuta diretta), rappresentano una tematica molto delicata che merita un approccio di raccolta dati oggettivi e confronto delle varie ipotesi… in modo che ognuno si faccia la sua opinione.

    Questa metodologia dovrebbe valere per tutti: sia coloro che non hanno vissuto tale eventi, ma addirittura anche coloro che l’hanno purtroppo vissuta in parte, in quanto non possono avere sperimentato una conoscenza diretta a 360° di TUTTA la vicenda… essendo avvenuta in luoghi diversi ed orari diversi (anche sottotraccia).

    Non a caso ho messo il punto interrogativo nel titolo.

    Il mio obbiettivo non è certamente quello di alimentare un’infinita serie di commenti “botta e risposta” nello stile “ho ragione io” piuttosto che “hai ragione tu”… fino ad arrivare addirittura alle offese ingiustificate (come avviene spesso in altri siti) in quanto ritengo che non sia propriamente utile a capire la verità.

    L’obbiettivo in tali casi, è quello di stimolare la discussione, non accontentandosi delle apparenze.

    Quindi concorderai con me che, anziché dedicare un breve commento ai punti che sostieni, ritengo che sia maggiormente utile (per maggior chiarezza anche di chi legge), dedicare ad ogni “punto irrisolto” (aggiungendone magari altri) un articolo specifico, mettendo a confronto i dati a disposizione e le varie ipotesi, evitando di schierarsi nella banale controversia fra “debunkers” e “complottisti”.

    Le spiegazioni che dai possono essere ragionevoli in alcuni punti (seppur con diverse inesattezze), mentre altre a mio parere sono realmente inverosimili (come detto li giustificherò in vari articoli dedicati).

    Quello che non trovo corretto però è che tu esprima un’opinione nei confronti di Massimo Mazzucco (che peraltro non conosco personalmente al momento), nascondendoti dietro un nick-name anonimo “Blackstorm”.

    Non certo perché Massimo Mazzucco non possa difendersi da solo, ma quando si fanno tali affermazioni è un atto di coraggio e responsabilità dire il proprio Nome e Cognome.

    Cordialmente,
    Giulio

Lascia una risposta

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati da *